L’Asus Zenfone 5Z proviene da uno dei maggiori produttori del mondo di hardware per computer. L’ultima volta che abbiamo testato uno smartphone Asus è stato nel 2015, da allora il produttore è cambiato molto. Se diamo un’occhiata alla scheda tecnica, notiamo subito uno smartphone sorprendentemente ben equipaggiato a soli 450€. Qui, l’Asus Zenfone 5Z non ha niente di cui vergognarsi rispetto a uno Xiaomi Mi 8 o un Oneplus 6. Nella nostra recensione, abbiamo scoperto se la Asus è davvero pronta a competere con l’élite di punta dei produttori di smartphone.

%name

Versioni & Ordine

Abbiamo comprato il nostro Zenfone 5Z direttamente dalla Cina, in questo vaso, si dovrebbe prestare attenzione a comprare la “versione globale”. Il sistema è in italiano, nella confezione viene incluso un breve manuale e anche una spina UE è inclusa. La ASUS ha già introdotto il nuovo modello di punta, il 5Z, a Barcellona e ora, alla fine di agosto, arriva addirittura nei negozi europei. In Italia, il prezzo  dovrebbe essere tra i 499 e i 550€ e quindi il dispositivo è l’alternativa perfetta all’Oneplus 6. Quando si acquista, si dovrebbe sempre prestare attenzione esplicita al numero di modello: Lo ZS620KL sta per l’Asus 5Z e lo ZE620KL è uno Zenfone 5 con specifiche significativamente più deboli.

Design / Qualità costruttiva / Fornitura

La fornitura dell’Asus Zenfone 5Z è estremamente soddisfacente. La scatola blu con accenti dorati contiene una spina europea, un cavo di ricarica, un manuale di istruzioni, una cover protettiva in silicone e cuffie con 4 diversi attacchi. Includere nella confezione una cover standard è semplicemente una grande cosa che ormai molti produttori cinesi stanno facendo. Se avete esigenze particolari per quanto riguarda la cover, su Aliexpress troverete un’ampia scelta di accessori, incluse le pellicole protettive per display.

Asus Zenfone 5Z Lieferumfang

Con un peso di 167g e dimensioni di 153 x 76 x 8mm, lo smartphone è compatto come uno Xiaomi Mi8. L’enorme display da 6,2 pollici ha un notch nella parte superiore e i bordi sinistro e destro del display sono mantenuti piccoli con soli 2,5mm. Il notch misura 26 x 8mm ed è quindi molto più vicino al piccolo notch dell’Oneplus (20 x 8mm) che all’enorme notch del Xiaomi Mi 8 (38 x 8,5mm). Quindi anche la percentuale della batteria e l’animazione della sveglia trovano il loro posto ai lati del notch. La scelta del materiale premium cade su vetro e una struttura metallica stabile.

La parte posteriore è un magnete per le ditate e il rischio di rottura è il doppio rispetto ai normali smartphone. Il tutto però è compensato da una qualità costruttiva incredibile, che fa una bellissima sensazione quando si tiene il dispositivo in mano, a meno che non si utilizzi la cover protettiva fornita in dotazione. L’elaborazione è del tutto senza errori. Tutti i passaggi dal vetro al metallo sono puliti e difficilmente visibili. La fotocamera posteriore sporge così leggermente dalla parte posteriore che non si sente nemmeno posandolo su un tavolo – l’Asus Zenfone 5Z può essere appoggiato sul tavolo senza nemmeno traballare.

Asus Zenfone 5Z Deisgn Verarbeitung 4 Asus Zenfone 5Z Deisgn Verarbeitung 2 Asus Zenfone 5Z Deisgn Verarbeitung 3 Asus Zenfone 5Z Deisgn Verarbeitung 1

Un LED di notifica è integrato nel padiglione auricolare e lampeggia in diversi colori. Tuttavia, l’illuminazione non è piacevolmente pulsante, ma molto frenetica e veloce. Purtroppo, il LED non è molto luminoso. Lo Zenfone 5Z è comandato da pulsanti sullo schermo, che possono anche essere configurati liberamente una volta che l’impostazione è stata modificata nel sistema. Le prime sorprese sono un connettore jack sul lato inferiore (molti produttori lo omettono nella gamma high-end) e un vero e proprio slot ibrido. In questo modo, la memoria può essere facilmente espansa fino a 200GB (secondo la Asus, anche 2 terabyte non sono un problema!), se si vuole fare a meno della funzione Dual-SIM. Una moderna porta USB-tipo-C nella parte inferiore non può mancare, naturalmente.

Asus Zenfone 5Z Hand

 

Oltre a Face-UNLOCK, sul retro è disponibile anche un sensore per le impronte digitali. Questo è, purtroppo per le mie piccole mani, un po’ troppo in alto. Infatti, il mio indice non raggiunge il sensore con la mia normale presa del cellulare, quindi devo farlo scivolare in su e poi di nuovo indietro. Per una migliore qualità di chiamata, troverete 3 microfoni nella cornice, ma ne parleremo più tardi nel paragrafo dedicato alla connettività. La scritta Asus è discretamente posizionata sul retro, e risplende sotto la luce. La nostra versione blu si avvicina più al nero,, e in alternativa, è disponibile anche una versione argentata. Sotto al sensore delle impronte digitali, si forma un bellissimo effetto luminoso quando la luce riflette sulla scocca, esattamente come sulle foto pubblicitarie.

L’Asus Zenfone 5Z convince e sorprende molto positivamente in questa categoria. Slot ibrido e jack per cuffie non sono disponibili su tutti i modelli di punta. Anche la lavorazione, la scelta dei materiali e la fornitura sono eccellenti. Il notch così compatto è molto comodo e la Asus offre anche 100GB di memoria su Google Drive per 1 anno.

Display

L’Asus Zenfone 5Z visualizza i contenuti su un display LCD IPS da 6,2 pollici con una risoluzione FHD di 2246 x 1080 pixel. Nel moderno formato 19:9 questo porta ad una densità di pixel di 402 pixel per pollice. La stabilità dell’angolo di visione è eccellente e la luminosità dell’Asus è piacevolmente elevata con 550 cd/m². Nella pratica, la buona leggibilità è garantita anche alla luce diretta del sole e il controllo automatico della luminosità funziona in modo preciso e veloce. Nel menu delle opzioni, troverete numerose impostazioni sul display, in modo da poter mostrare o nascondere il notch, disabilitare il LED di notifica e configurare la barra di navigazione (i pulsanti sul display). Un filtro di luce blu può essere attivato e la resa cromatica e la temperatura possono essere adattati alle preferenze individuali. L’opzione “ampia gamma di colori” fornisce colori molto forti, che già conosciamo dai display AMOLED. Questa funzione è paragonabile all’HDR. Il contrasto è buono, ma se si nasconde il notch si può ancora vedere chiaramente la differenza tra il nero sul display IPS e il nero della cornice.

Asus Zenfone 5Z Display 1 Asus Zenfone 5Z Display 3

Il touch screen dell’Asus Zenfone 5Z funziona in modo eccellente. Tutte le digitazioni vengono riconosciute con precisione ed elaborate molto velocemente. Fino a 10 tocchi vengono rilevati simultaneamente. Il display può essere facilmente azionato anche con guanti di stoffa (Glove Touch). Così si può fare a meno di guanti speciali per touchscreen durante l’inverno. La Asus pubblicizza con il marchio Corning Gorilla, ma non ne specifica direttamente la versione. Il telefono ha resistito senza problemi al test anti-graffi con il cacciavite sia sul davanti che sul retro. Sotto l’opzione “Zenmotion” si nasconde poi anche la funzione “doppio clic per sbloccare lo schermo”. Soprattutto in combinazione con il Face-Unlock, quests funzione è molto importante per me personalmente. È possibile prendere il telefono in mano e toccare due volte il display e si entra subito nel sistema. Il sistema Face-Unlock è veloce, ma non quanto quello dell’Oneplus 5T / 6 o dello Xiaomi Mi8. È ancora possibile vedere lo schermo di blocco prima che sia completamente sbloccato.

Asus Zenfone 5Z Display 2

 

L’Asus Zenfone non solo dispone di uno dei migliori display IPS per la sua fascia di prezzo, ma in generale. Il display è a mio parere meglio del display IPS del Mi Mix 2S in termini di colori e luminosità. L’Asus Zenfone 5Z è la scelta perfetta per chi fosse alla ricerca di un display con notch e un design elegante.

Prestazioni e sistema

L’Asus Zenfone 5Z è alimentato da quello che è ancora oggi il processore per smartphone più veloce del mondo. Lo Snapdragon 845 ha otto core Kryo 385 con un clock rate massimo di 2.8GHz nel cluster di potenza. I 4 core economici hanno una frequenza di 1,8GHz. Il processore è prodotto in un processo a 10 nanometri ed è quindi molto efficiente dal punto di vista energetico. Non importa quale sia il gioco 3D più impegnativo, la GPU Adreno 630 garantisce una riproduzione perfettamente fluida. PubG nelle impostazioni più alte o Asphalt 9 non sono un problema per l’Asus Zenfone 5Z. Lo sviluppo di calore dopo un’ora di gioco è limitato, ma si nota ancora a 38°.

Asus Zenfone 5Z Performance 2 Asus Zenfone 5Z Performance 3 Asus Zenfone 5Z Performance 1

Oltre alla versione con 6/64GB di memoria da noi testata, ci dovrebbe essere anche una versione da 4/64GB, una da 6/128GB e una versione da 8/256GB. Con i nostri 6GB RAM (15GB/s di velocità), il multitasking è già un sollievo e gli 8GB non possono offrire alcun valore aggiunto. L’interfaccia utente Zen sa come mantenere le applicazioni nella cache senza problemi e anche se una di esse viene chiusa dopo 10-15 applicazioni in background, non si nota quasi mai quando la si apre. Tutte le applicazioni si aprono immediatamente e senza ritardi, come ci si aspetterebbe da un dispositivo SD845 con un chip di memoria UFS 2.1. La memoria interna ha velocità di trasferimento eccellente di 750MB/s in lettura e 178MB/s in scrittura. Se siete alla ricerca di uno smartphone con cui giocare, o siete piuttosto impazienti, potete tranquillamente comprare l’Asus Zenfone 5z. I risultati di riferimento mettono lo smartphone della Asus nella serie A di smartphone.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

Sistema – Zen UI sull’ Asus Zenfone 5Z

Asus Zenfone 5Z test ZenUI 4 Asus Zenfone 5Z test ZenUI 3 Asus Zenfone 5Z test ZenUI 1

Il sistema operativo di Asus è basato su Android 8.0 (dallo Zenfone 5Z) e si chiama Zen UI. Una volta conosciuto come una ROM troppo personalizzata con un sacco di bloatware, la Asus sembra aver cambiato alcune cose qui. Ma diciamo che, prima di tutto, bisogna sapersi orientare nel menu delle opzioni, ma alla fine,, tutte le impostazioni possibili si riescono a trovare in un modo o nell’altro. Sotto Display, è possibile, ad esempio, personalizzare la barra di navigazione, ci ho impiegato quasi 30 minuti per trovare l’opzione sotto “Display”. Sotto “Avanzate”, troverete una serie di funzioni “Zen”, che includono anche funzioni live stream per i giocatori o funzioni AI per un uso intelligente. Le app Google sono quasi tutte installate, alcune app Google possono anche essere disinstallate, ma alcune possono solo essere disattivate. Come Bloatware, si può ancora trovare alcune applicazioni come l’applicazione “Selfie Master”.

ZenUI Apps Übersicht

 

L’app Secruity mobile è in realtà la più grande app preinstallata, e non blocca le prestazioni. È disponibile anche Widevine level 1 e quindi Netflix o Amazon in risoluzione HD non hanno limiti. Il sistema è dannatamente veloce, viene aggiornato tramite OTA e non ho trovato nessun BUG ovvio o errore grandi. Nella fase di prova, ci sono stati già 2 aggiornamenti. Tuttavia, lo ZenUI è un sistema otticamente molto modificato, simile a MIUI, Flyme o EMUI.

Fotocamera

Dalla Xiaomi e dalla Apple, conoscerete già la configurazione a doppia fotocamera con doppio zoom e obiettivo standard. Anche la Huawei utilizza un sensore bianco/nero (ad es. sull’Huawei Mate 10 Pro). La Asus cerca di ottenere un valore aggiunto da un obiettivo grandangolare. Così, oltre alla modalità bokeh obbligatoria, è disponibile anche un grandangolo con il secondo sensore da 8 megapixel. La fotocamera principale è un sensore IMX363 di Sony con 12 megapixel e un’apertura F/1,8 con una dimensione dei pixel di 1,4 µm.

Gli scatti grandangolari con il secondo sensore non sono solo una bella trovata ma forniscono anche un vero valore aggiunto al telefono. Gli scatti riescono in buona qualità, ma sono distinguibili dai normali scatti in termini di numero di dettagli e sono anche un po’ più scuri. L’Asus offre immagini eccellenti in modalità bokeh. La separazione di primo piano dallo sfondo è di solito già ben fatta al primo tentativo e la qualità è convincente. Con gli scatti normali, oltre all’intelligenza artificiale, c’è anche una modalità Auto-HDR, che parte quasi sempre. Questa funziona abbastanza bene e gli scatti sono appena poco sotto il livello dell’Oneplus 6 e dello Xiaomi Mi8. La fotocamera ha occasionalmente piccoli problemi con l’esposizione. Il primo piano è troppo scuro e lo sfondo troppo luminoso. L’Asus Zenfone 5Z offre (sorprendentemente) buone registrazioni all’interno e anche generalmente in condizioni di scarsa illuminazione. Il rumore delle immagini è mantenuto basso e l’illuminazione è visibilmente aumentata. Qui, l’OIS è a favore dell’Asus, perché la fotocamera del cellulare non perdona il jerking nelle riprese in condizioni di scarsa illuminazione.

I video possono essere effettuati fino a 4K e 60 FPS. L’OIS e l’EIS lavorano bene insieme e forniscono immagini stabili e presentabili. Il numero di dettagli negli scatti è eccellente e la qualità è elevata. Solo l’autofocus PDAF è un po’ lento rispetto ad un moderno autofocus dual-pixel, come lo conoscerete già dalla Xiaomi nella gamma media.

La fotocamera selfie da 8 megapixel ha un’apertura f/2.0 ed è in grado di fare bellissimi selfie bokeh grazie al software. Chi scatta selfie spesso non farà sicuramente nulla di male comprando l’Asus. Gli scatti della fotocamera anteriore sono nitidi, dettagliati e ben coordinati nei colori.

L’Asus Zenfone 5Z mi ha sorpreso molto positivamente anche con la fotocamera. In particolare, le immagini scattate dalla fotocamera principale con meno luce sono sorprendentemente buone. Ma le registrazioni normali non sono del tutto a livello dell’OP6 o del Mi8. Gli scatti grandangolari hanno visibilmente meno dettagli, ma sono molto belli da vedere. Le registrazioni video con stabilizzazione e qualità del suono decente (la voce si distingue chiaramente e distintamente, ma è presente anche un rumore di fondo) non si trovano tutti i giorni. E non tutti i produttori offrono anche buoni scatti bokeh. Così, l’Asus riceve una chiara raccomandazione d’acquisto per gli appassionati di fotografia ed è un’alternativa alle aziende ben note come la Oneplus o la Xiaomi.

Connettività e comunicazione

Asus Zenfone 5Z Konnektivität

Uno dei punti di forza dell’Asus Zenfone 5Z è la forte ricezione nella rete di telefonia mobile. Non solo tutte le bande importanti della gamma 2G, 3G e 4G (LTE) sono coperte (compresa la LTE Band 20), ma lo Zenfone 5 fa anche qualcosa che solo la LeEco aveva fatto finora: Nello spogliatoio della mia palestra non c’è MAI campo, riuscivano a prendere solamente i cellulari della LeEco. L’Asus Zenfone 5Z si unisce a questi cellulari, perché addirittura lì sono riuscito a telefonare.

A B C Version Asus Zenfone 5Z 1

Non importa quale versione comprate, tutte le versioni hanno piena ricezione LTE in Italia. In termini di qualità della chiamata, la Asus utilizza 3 microfoni, apparentemente per filtrare il rumore di sottofondo. Tuttavia, questo non funziona come previsto, forse a causa di problemi di software. La qualità della chiamata è buona, ma correndo lungo una strada i suoni dell’auto vengono chiaramente trasmessi – un Redmi 6 fa un lavoro migliore per quanto riguarda la riduzione del rumore.

Asus Zenfone 5Z GPS Test Fix 1 Asus Zenfone 5Z GPS Test Fix 2

Il WIFI con standard ac funziona in modo affidabile nelle reti a 2.4 e 5GHz con un elevato throughput di dati e una solida portata (2×2 MIMO). Anche il bluetooth 5.0 funziona in modo poco appariscente e svolge tutti i compiti in modo affidabile. Sia l’NFC che Google Pay sono supportati. Anche OTG è supportato. Anche gli appassionati della radio FM saranno soddisfatti qui. La ricezione GPS è eccellente e trova facilmente la posizione in tutti gli edifici. Oltre a GLONASS, sono supportati anche i satelliti Galileo e la posizione è sempre determinata con una precisione di 2-3m. La navigazione come pedone o in auto ha sempre funzionato senza problemi.

Oltre ai 3 sensori standard (sensori di accelerazione, luminosità e prossimità), lo Zenfone 5Z fornisce un giroscopio e una bussola. Gli altoparlanti stereo sono un altro punto di forza dell’Asus Zenfone 5Z. Il padiglione auricolare crea un effetto stereo, come lo si conosce dal Mix 2S. “Niente compromessi” è davvero la parola chiave – caratteristiche che la Oneplus omette completamente e la Xiaomi a volt fa e a volte non fa, qui, vengono date per scontate. Il volume dell’altoparlante è molto buono e anche l’effetto spaziale è convincente. I suoni medi e alti vengono raggiunti anche fino al livello più alto senza distorsioni. I bassi, tuttavia, sono percepibili solo in modo rudimentale. Il connettore jack da 3,5mm fornisce un suono di prima classe e forte con le cuffie.

Il sensore di impronte digitali sul retro sblocca lo smartphone in modo affidabile ed estremamente veloce dallo standby. 9/10 tentativi sono coronati da un successo diretto. In alternativa, lo Zenfone offre anche la funzione Face-Unlock. A volte mio fratello è riuscito a sbloccare il dispositivo, ma una semplice foto non lo inganna. Coloro che hanno davvero a cuore la sicurezza non dovrebbero usare né l’impronta digitale né uno sblocco del viso. Ma se vuoi solo proteggere il tuo smartphone dalla tua ragazza o dal tuo ragazzo, puoi usare Face-Unlock in tutta sicurezza.

Durata della batteria

Screenshot 20180717 081352

L’Asus Zenfone ha una batteria moderatamente dimensionata con 3300mAh, che può essere caricata anche tramite Quick-Charge con l’adattatore di ricarica (9V/2A) Power Delivery 3.0 incluso. Il tempo di ricarica è di 1,5 ore con l’alimentatore incluso ad un livello elevato, anche se non a livello di un Oneplus o uno Xiaomi. Con un normale alimentatore QC 3 il tempo di ricarica di 25 minuti per il 30%, molto più lento che con l’adattatore incluso. Si dice che l’AI funziona anche durante la carica per ottimizzare la durata della batteria (la funzione deve essere attivata nel sistema). Anche le power-bank (come lo ZMI 20000mAh) o le stazioni di ricarica USB possono caricare l’Asus Zenfone 5Z molto velocemente.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Nell’uso quotidiano, ho potuto usare lo smartphone della Asus per 1,5-2 giorni con un DOT (tempo con display acceso) di 5-6 ore. Si tratta di valori medi rispetto alla concorrenza, che si manifestano anche con 6,5 ore di test della batteria di PCMark. L’Asus Zenfone 5Z deve essere collegato al caricabatterie più spesso che un OP6 o un Mi8, ma la batteria è ancora sufficiente per una giornata di utilizzo intenso. 

Conclusione e alternativa

5a760de02c932da86be8bf0aa36a3d19 s131
Jonas Andre:

Attenzione: Oneplus e Xiaomi in pericolo! Questo sarebbe il titolo di questa recensione dell’Asus Zenfone 5Z. La Asus guadagna un sacco di punti nel nostro test e l’ora più ordinata Zen UI mi ha quasi entusiasmato. Per un prezzo inferiore a 450€ (6/64GB), lo smartphone si trova in una fascia di prezzo ragionevole e compete direttamente con l’OP6, il Mi8 o il Mix 2S. Il design e la lavorazione sono di altissimo livello e l’altoparlante stereo, il connettore jack e lo slot Micro-SD (ibrido) sono senza pecche. Il display IPS gioca nella serie A, le prestazioni dello SD845 non possono essere criticate in ogni caso. Nel test, eccellono anche una memoria velocissima e una buona gestione della RAM, l’interfaccia utente Zen è ottimizzata al top. La Asus, inoltre, non si deve preoccupare della fotocamera e fornisce una caratteristica interessante con un obiettivo grandangolare. Solo la durata della batteria è media e gli adattatori di ricarica veloce standard non sono perfetti. Se siete alla ricerca di un’alternativa ai soliti modelli di punta, eccola qui.

88%
  • Design e qualità costruttiva 100 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 90 %
  • Fotocamera 80 %
  • Connettività e comunicazione 90 %
  • Batteria 80 %

Confronto prezzi

6/64GB
A partire da 405 EUR
Solo 405 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 17.11.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami