OnePlus

L’azienda e gli smartphone della OnePlus sono diventati famosi per le loro particolarità. I cellulari OnePlus One, OnePlus 2 e OnePlus X offrivano un ottimo rapporto qualità/prezzo. L’azienda OnePlus fa parte del grande gruppo industriale cinese BKK Electronics. Questo gruppo industriale appartiene ai 5 migliori produttori di smartphone con il 10% di partecipazione sul mercato. Altri marchi appartenenti alla BKK Electronics sono Vivo e Oppo.


Pete Lau, un ex collaboratore di OPPO, ha creato il OnePlus come una StartUp. All’inizio hanno utilizzato la ROM Custom CyanogenMod che è basata sulla versione stock di Android con l’aggiunta di migliorie, varie features e ottimizzazioni. Alla fine del 2014 è terminata questa collaborazione e successivamente è nato uno dei migliori launcher Android: Oxygen OS.

Il produttore OnePlus aveva un concetto diverso di “smartphone” rispetto alla concorrenza e, forse, è dovuto anche a questo il suo successo. Il OnePlus One era quasi un cellulare esclusivo poiché era venduto solamente ai clienti che prima avessero ricevuto un invito. Nei preordini, la StartUp, aveva ricevuto troppe richieste per lo smartphone da 350$. Il telefono OnePlus One si presentava con un hardware eccellente. L’unica pecca è stato il sistema ad inviti dovuta ad una richiesta molto elevata.

Il successo del OnePlus One si è confermato con il suo successore e cioè il OnePlus 2: anche questa volta l’acquisto era tramite invito, sempre a causa delle innumerevoli richieste. Anche se è stato più semplice reperire un invito per questo nuovo modello. A soli 340€ si otteneva uno Snapdragon 810, un display FullHD da 5,5 pollici, una batteria da 3300mAh e un sistema operativo velocissimo: l’Oxygen OS. Anche la scocca posteriore intercambiabile è stata una novità: niente colori classici ma la scelta tra legno o carbonio.

Dopo poco tempo dalla presentazione del OnePlus 2, è stato introdotto il OnePlus X. Questo smartphone era rivolto alla classe di utenti medio-alta: hardware molto simile a quello del OnePlus One – comunque era stato atteso un periodo consono prima dell’uscita del nuovo modello e cioè il OnePlus 2. Inoltre, il nuovo modello è stato reso più compatto grazie allo schermo da soli 5 pollici.

Marke OnePlusSolamente a partire dal OnePlus 3 nel giugno 2016, l’azienda ha rinunciato al sistema tramite invito. Il prezzo d’acquisto del OnePlus 3 era di 400€ e grazie a ciò, ha vinto tutti i premi nella nostra classifica. Se prima era presente qualche piccolo difetto da immaturità, con l’OP3 si riceveva un top di gamma a tutti gli effetti. Il sistema Oxygen OS era velocissimo grazie allo Snapdragon 820 e al resto dell’hardware con una totale assenza di critiche. Ancora oggi il OnePlus 3 è uno smartphone eccezionale se acquistato a buon prezzo. Purtroppo attualmente costa troppo. Infatti col OnePlus 3 avrebbero potuto convincerci con l’ottima qualità ad un prezzo più basso, infatti anche con i modelli nuovi i prezzi continuano a lievitare.

Nel novembre 2016 è stato presentato il OnePlus 3T. A prima vista sembrava che non avessero cambiato nulla tranne il Processore Snapdragon 821. La produzione di questo modello è anche dovuta alla mancanza di alcuni componenti dell’OP 3. Infatti, il OnePlus 3T possiede una batteria da 3400mAh invece di una da 3000mAh. Ad un prezzo leggermente più alto è presente anche la versione da 128GB di memoria interna.

Marke OnePlusDato che in Cina il numero “4” è considerato sfortunato – conosciuto come tetrafobia – hanno saltato questo numero e il modello successivo è stato il OnePlus 5 presentato nel giugno 2016. Il OnePlus 5 è un ulteriore passo avanti. A bordo è presente la nuova punta di diamante di Qualcomm, cioè lo Snapdragon 835; poi è presente una Fotocamera con doppio sensore, un design rinnovato e nuove colorazioni. La memoria RAM, inoltre, è stata espansa fino a 8GB con l’acquisto del taglio da 128GB di memoria interna. Il OnePlus 5 è un vero campione tra gli smartphone e fa concorrenza al Samsung S8, l’iPhone o alla serie Mi di Xiaomi. Ma non possiamo più definirlo come uno smartphone che sbaraglia la concorrenza tra i top di gamma, poiché anche il prezzo ora è più alto.

Marke OnePlusLa stessa tendenza è presente con il nuovo OnePlus 5T: presentato in anticipo nel novembre 2017, il nuovo flagship monta un display full screen da 6 pollici nel formato 18:9. La risoluzione dello schermo ora è un FullHD+ e lo scanner per le impronte digitali è adesso presente sul retro. La Fotocamera è stata migliorata ed è stato ulteriormente aumentato il prezzo. La OnePlus ha introdotto anche un nuovo sistema di Face-Unlock (sblocco col viso) che si basa sull’utilizzo della Fotocamera frontale e ha funzionato meglio rispetto allo sblocco tramite infrarossi dell’iPhone X.

Il OnePlus fa sempre parte dell’elite degli smartphone e non si deve neanche per un attimo esitare ad acquistarlo. Fa piacere anche che il produttore fornisca sempre un supporto per quanto riguarda gli aggiornamenti. Ma il OnePlus 5T non è più lo sbaraglia concorrenza come lo era stato il OnePlus 2.

Guardate tutte le recensioni dei OnePlus: