Con il Cubot X18 il produttore si riconferma tra i migliori con un nuovo modello della serie X.

I Cubot X16 e X17 ci avevano assolutamente convinti nella categoria dei telefoni di media qualità e sono stati presentati con un pacchetto globale ben riuscito. Riuscirà il Cubot X18 a tenere testa ai suoi predecessori? Lo scopriremo nella recensione che segue. Il Cubot X18 segue il design del Samsung Galaxy S8 e risulta un dispositivo abbastanza grande con il suo display da 5,7 pollici. Guardandolo dall’interno invece, troviamo un hardware di medio-bassa qualità.

Contiene un processore Quad-Core di Mediatek insieme a un RAM da 3GB e una memoria principale da 32GB. Inoltre ci offre una fotocamera sul posteriore da 16 megapixel e una fotocamera anteriore da 13 megapixel. Come software abbiamo il sistema Android 7 già preinstallato. Tutto questo possiamo acquistarlo ad un prezzo di soli 100 euro.

Design ed elaborazione

Design ed elaborazione Cubot X18

Il design del Cubot X18 si orienta al Samsung Galaxy S8. La rassomiglianza però si limita solo al formato di questo cellulare e in nessun caso parliamo di un cosiddetto clone. Le cose più vistose dello smartphone sono il grande display e la sua forma straordinaria. Con una lunghezza di 16cm il Cubot X18 è molto più grande degli smartphone consueti. Invece la larghezza (7,4cm) e lo spessore (8,7mm) del cellulare sono nella media. Nonostante la sua grandezza il telefonino ancora è comodo da tenere in mano. Utilizzarlo con una mano sola però non è possibile visto lo schermo di 5,7 pollici. Sotto il display troviamo un margine di 1,5cm che purtroppo non ha dei pulsanti Soft-Touch. Invece di questi utilizzeremo il cellulare con pulsanti On-Screen. Un LED di notifica è situato sopra il display e illumina nel colore blu. È possibile rimuovere la parte posteriore dello smartphone così da cambiare la batteria. Accanto alla batteria ci sono due slot Micro-SIM e un altro slot per l’espansione della memoria con un Micro-SD.

Design ed elaborazione Cubot X18Design ed elaborazione Cubot X18 Design ed elaborazione Cubot X18 Design ed elaborazione Cubot X18

Lo smartphone fa buona impressione. Il Cubot X18 è fatto completamente di plastica a causa del prezzo basso che però non pregiudica l’aspetto ottico dello smartphone. La parte posteriore in plastica ha una superficie luccicante che la rende soggetta alle graffiature. Per questo viene consigliato di usare una cover oppure non metterlo in tasca con altri oggetti spigolosi. Sul davanti si trova il sensore di impronta digitale.  Questo sensore sblocca il Cubot X18 in modo affidabile entro un secondo dallo stand-by. Altrimenti non riserva altre sorprese. Sotto abbiamo un attacco Micro-USB e l’altoparlante. Al sopra del display c’è il connettore Jack. Il regolatore del volume e il pulsante on-off si trovano al lato destro, sono facili da premere, e rispondono subito ai comandi. Il Cubot X18 è un dispositivo per utenti che richiedono grandi prestazioni. Con uno smartphone da 5,7 pollici abbiamo spazio a sufficienza per tanti contenuti sul display. Per questo però si deve abituarsi ad un dispositivo voluminoso. Per quanto concerne l’elaborazione e il design questo cellulare ci convince, nonostante il suo prezzo basso. L’unico difetto è la facciata posteriore sensibile alle graffiature.

Display

Display cubot X18

Con il suo display di 5,7 pollici il Cubot X18 fa parte della categoria dei telefoni-tablet (phablet). La diagonale dello schermo ha una misura di 14,4 cm che regala abbastanza spazio per i media. Una sua specialità è il format 16:9, utile per tanti contenuti come per esempio tante app. Il format 16:9 comprende anche i pulsantini on-screen. Nella pratica tutto questo è ben combinato con il sistema Android e io personalmente non ho mai avuto nessun problema. I video hanno un bordo nero in alto e in basso usando la modalità a tutto schermo.

Per quanto concerne la risoluzione del display da 5,7 pollici alcuni si lamenteranno della risoluzione HD di 1440 x 720 pixel. Per uno schermo così grande desidereremmo un panel Full-HD ad alta risoluzione. Nella pratica però devo dire che il Cubot X18 fornisce un’immagine nitida che non può concorrere con un FHD ma ne rende possibile un uso piacevole. La densità dei pixel di 282ppi è situata solo un poco sotto il valore Retina di 300ppi (a partire ciò, ad occhio non si riconoscono più i singoli pixel se non facendoci attenzione). Quindi osservando davvero da vicino uno potrebbe notare qualche pixel singolo; ma non parliamo in nessun modo di un miscuglio dei pixel. Altrimenti il display ci presenta un’immagine nitida. I colori sono forti e naturali e soprattutto la luminosità del display è alta. Per quanto riguarda la stabilità dell’ottica il display del Cubot X18 è ben leggibile da tutti angoli. Per tutti gli adattamenti personali, il Cubot X18 ci offre MiraVision. MiraVision rende possibile una regolazione manuale della temperatura del colore e del contrasto. Altre caratteristiche come un Smart-Wake (sveglia intelligente) o una modalità lettura non sono disponibili.

Prestazioni

Cubot rinuncia assolutamente all’uso di un CPU potente. Perciò ritroviamo in questo modello lo stesso processore già usato nei due modelli precedenti. Il Mediatek MT6737T è un processore di basse prestazioni che si concentra soprattutto sull’uso delle funzioni generali. I quattro nuclei (uno a 1,5GHz) regalano un sistema senza intoppi e permettono un breve tempo di ricarica usando applicazioni standard come WhatsApp, Facebook o Youtube. Cubot prova a compensare la bassa prestazione del chip con un’ottimizzazione del sistema. Perciò corre più fluidamente che la maggior parte degli smartphone con lo un chip di MT6750 che normalmente viene inserito da qualche produttore nella stessa categoria di prezzo.

La performance del sistema aiuta anche la memoria da 3GB RAM. La memoria garantisce l’impiego di alcune applicazioni nella cache senza grande difficoltà.

Con una velocità di 2,6GB/s di scrittura nella memoria RAM e una velocità di 77GB/s di lettura/scrittura, la memoria è mediamente veloce.

Cubot X18 Geekbench 4 Cubot X18 Antutu Cubot X18 PCMark

Per quanto riguarda la riproduzione di Multimedia il Cubot X18 è più adatto per i video di Youtube che per il gaming. I giochi standard 3D come Temple Run o Dead Trigger funzionano senza problemi, ma uno che gioca spesso col cellulare dovrebbe spendere un po’ di più se vuole prestazioni migliori. Le applicazioni standard e il sistema funzionano perfettamente.

Android 7

Il Cubot X18 funziona con un sistema invariato di Android Nougat. Google Playstore è già preinstallato e troviamo anche disponibile come lingua l’italiano. La superficie non è stata toccata dal produttore e così ci godiamo di un Android chiaro e sottile. Il sistema non mostra nessun errore o un bug. Tutto sommato questo hardware che ci prometteva poco al principio, ci presenta ottime prestazioni. Gli aggiornamenti vengono installati via Wifi con l’applicazione integrata OTA.

Cubot X18 Android 7 2Cubot X18 Android 7 3Cubot X18 Android 7 1

Fotocamera

Sul lato posteriore il Cubot X18 ha una fotocamera da 16 megapixel che ha un sensore non più specificato di Sony e un diaframma di f/2.2. Gli scatti riescono bene per uno smartphone da 100€. Il Cubot X18 offre una buona precisione e le foto si possono guardare anche su un grande schermo da PC. L’autofocus lavora velocemente e affidabilmente e anche il tempo di scatto è breve. Per quanto riguarda la riproduzione dei colori, il cellulare è eccessivo e qualche foto sembra un po’ troppo saturata. La fotocamera anteriore ha una risoluzione da 13 megapixel e integra un sensore non specificato della Samsung. Qui il Cubot X18 è molto convincente e gli scatti riescono veramente bene e sono chiaramente sopra la media delle fotocamere low-budget.

Connettività

Connettività

Il Cubot X18 è uno smartphone Dual-SIM. È possibile usare due carte Micro-SIM simultaneamente. In oltre si può ampliare la memoria con una carta MicroSD tutto ciò senza rinunciare alla funzione Dual-SIM. Tutte le frequenze necessarie 2G, 3G e LTE sono supportate dal cellulare. Il Cubot X18 ha una qualità media per quanto riguarda le chiamate. Il suono non è così voluminoso come dagli smartphones di lusso ma uno è sempre chiaramente comprensibile. Usando la funzione vivavoce però l’interlocutore sente un po’ d’eco. In questo punto il Cubot X18 non ci convince troppo.

Cubot X18 GPS Test Cubot X18 Android Sensor Box

L’altoparlante dello smartphone proferisce un suono non male e è anche adatto per guardare qualche video sul cellulare. Il suono però è, come quasi sempre dagli smartphone a basso prezzo, un po’ metallico e senza bassi. Tuttavia, non c’erano distorsioni. Collegando le cuffie al cellulare, sentiremo un suono equilibrato. Per la connessione senza fili il Cubot X18 supporta il Wifi (Standard N di 2,4GHz) e il Bluetooth 4.0. La qualità della connessione è molto buona. Anche la ricezione GPS è molto forte e garantisce senza problemi l’uso della navigazione con lo smartphone. Per quanto riguarda i sensori integrati, il Cubot X18 si presenta parsimonioso. Oltre ai sensori standard (avvicinamento, luminosità, accelerazione) troviamo né un giroscopio né una bussola digitale.

Batteria

Cubot X18 PC Mark Battery

Il Cubot X18 ha una batteria rimovibile di 3200mAh. Per un cellulare di 5,7 pollici questo è una prestazione ottima. Grazie al processore a risparmio energetico e alla bassa risoluzione del display, il produttore ha reso possibile un’ottima durata della batteria. Usando il Cubot X18 quotidianamente, possiamo utilizzarlo attivamente da 4 a 5 ore durante tutta la giornata. In termini della durata della batteria il Cubot X18 è molto persuasivo. Per caricarlo però vuole un po’ di pazienza. Per una batteria al 100% ci vogliono almeno 4 ore. Quindi è meglio collegare il X18 alla presa notte dopo notte.

Conclusione e alternativa

7b0527b80f61074535251c193165aaaa s131
Joscha Becking:

Il Cubot X18 è uno smartphone ben riuscito nella sua fascia di prezzo. Il cellulare non può imporsi con grandi promesse, in compenso però ci presenta un buon pacchetto complessivo. Le uniche cose che dobbiamo criticare sono la facciata posteriore che è molto sensibile alle graffiature e la qualità scarsa del vivavoce. Ma a questo prezzo d’acquista (di soli 100 euro) questi difetti non giocano un ruolo così importante. In generale è molto convincente: Il sistema funziona velocemente e offre abbastanza performance per tutte applicazioni standard. Il display è grande e riesce a presentarci un’immagine buona nonostante la risoluzione bassa. Le fotocamere scattano su entrambi i lati delle foto accettabili, che si vedono anche bene sullo schermo del PC. Anche la durata della batteria è sufficiente. Uno quindi che sta cercando uno smartphone affidabile con un display di grandezza straordinaria non può sbagliare col Cubot X18. Noi ve lo consigliamo! Nonostante tutta questa lode dovremmo dirvi che il Cubot X18 non è un bomber per quanto riguarda le prestazioni. Chi desidera una migliore performance dovrebbe assolutamente informarsi sui concorrenti più costosi come il Vernee Apollo Lite o il Xiaomi Redmi Note 4X.

78%
  • Design e qualità costruttiva 70 %
  • Display 80 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 80 %
  • Connettività e comunicazione 80 %
  • Batteria 80 %

Confronto prezzi

"Ni hao! Se il nostro rapporto di prova vi ha aiutato, saremmo lieti di ricevere il vostro sostegno. Cliccando sul nostro confronto dei prezzi, ci supporti con il tuo acquisto. Così ci aiutano a gestire Chinahandys.net ulteriormente in modo indipendente e senza pubblicità. Grazie mille".
101 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
121 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
124 EUR*
15-20 giorni – Italy Express
Vai al negozio
Solo 140 EUR*
2-3 giorni – Spedizione dall'Italia
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il

Ordina la newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!

Scrivi un commento

 
  Subscribe  
Notificami