Un altro trionfo per la Honor? Con l’Honor 8X e il nostro Honor 8X Max, l’affiliata della Huawei amplia ulteriormente la sua gamma di smartphone di fascia media a prezzi ragionevoli e aggiunge una serie di smartphone con notch. Ma l’8X Max, di cui parleremo in questa recensione, dovrebbe sicuramente essere considerato un phablet: con i suoi 7,12 pollici supera sia lo Xiaomi Mi Max 3 che l’Honor Note 10 da soli 6,9 pollici. Il display di 0,2 pollici in più è dovuto al notcha “a goccia” – invece di una barra, il notch è solo un piccolo cerchio per la fotocamera Selfie.

Il nostro smartphone ci è stato fornito dal negozio online CECT-Shop. Nel seguente test troverete le nostre impressioni dopo 2 settimane con l’Honor 8X Max.

Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 8 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 4

Già dal design si nota di avere in mano un concorrente del Mi Max 3 che è molto simile. Il phablet è alimentato da uno Snapdragon 636 Octa Core, 4+64GB di memoria, EMUI su Android 8.1, doppia fotocamera sul retro e una batteria da 5000mAh. Il prezzo è attualmente di 250€. Durante il periodo di prova ho ricordato le ambizioni dell’Honor 8X Max come perfetto dispositivo multimediale; spesso non ho mai dovuto utilizzare il mio tablet, che rimaneva al suo posto e veniva sostituito dal phablet.

L’Honor 8X è stato annunciato il 05.10.18: è dotato di un display da 6,5 pollici nel formato 19,5:9, che dovrebbe occupare più del 90% della parte anteriore. Il Kirin 710, che è ben il 20% più veloce di un SD636, è a bordo del dispositivo. Ma soprattutto il “piccolo Honor 8X” sfida la discutibile politica di prezzi della Huawei: il dispositivo della casa madre, l’Huawei Mate 20 Lite, costa 400€, ovvero 150€ in più. L’Honor 8X Max non è ancora stato annunciato in Italia. Non si sa se verrà rilasciata una versione globale.

Design e qualità costruttiva

Il bel dispositivo viene consegnato in una confezione blu che è tipica della Honor. Non è piccolo, ma non è nemmeno troppo grande – è semplicemente un phablet. Senza cover posso appena utilizzarlo con una mano sola, è fatto per essere utilizzato con due mani. Lo smartphone da 7,12 pollici misura 177,6 x 83,3 x 8,1mm e pesa 226,5g. Gli altre phablet hanno più o meno le stesse dimensioni. L’Honor 8X Max è disponibile nei colori nero, blu e rosso. La parte anteriore rimane sempre nera, mentre il retro presenta una striscia d’accento colorato larga 20mm. Nel colore nero questa striscia è grigia scuro e dal nostro dispositivo blu la striscia è blu scuro. L’accento è molto discreto e mi piace tanto. Mi piace anche il design, molto meglio dei colori fantasma in blu o verde abbagliante.

Honor 8X Max Testbericht Sample 2 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 11

Sul retro c’è la doppia fotocamera in alto a sinistra con il flash e la scritta “AI CAMERA”. Più in fondo, viene nuovamente presentata la scritta Honor. Il sensore delle impronte digitali sarebbe dovuto essere un po’ più in basso, perché con la mano si deve allungare l’indice un bel po’ per raggiungerlo. Purtroppo, va detto che tutta la parte posteriore non contribuisce alla bella impressione dell’Honor 8X Max. Il design è bello, ma è fatto di plastica, che cede notevolmente e così si sente il materiale sottostante. Inoltre, abbiamo uno spazio lungo 1,5cm, che non è stato lavorato in modo corretto.

Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 12 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 13 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 14 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 15

Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 5

La parte anteriore è occupata quasi esclusivamente dal display. Il rapporto schermo-corpo è circa dell’83%. La cornice è larga 7,4mm in basso, 2,6mm ai lati e 3,5mm in alto. Al centro si trova il caratteristico notch a forma di goccia – coi suoi 8,9mm sporge chiaramente nel display. Nell’OnePlus 6, ad esempio, la barra da 7,4mm è molto meno ingombrante – se misurata dalla cornice all’estremità inferiore della tacca. L’altoparlante per le chiamate viene usato come secondo altoparlante stereo e si trova sul bordo del telaio soprastante. A destra nell’altoparlante c’è un piccolo LED di notifica – Attenzione: a colori. Si può vedere il LED anche durante il giorno, ma è piccolo e discreto. All’altra estremità del display da 7,12 pollici c’è la scritta “honor”.

Il display si fonde in modo arrotondato con la cornice grazie al vetro 2.5D, solo un piccolo bordo può essere percepito. La nostra cornice è blu scuro ed è impreziosita otticamente da un bordo lucido. Sul lato destro c’è il pulsante di accensione e il regolatore del volume – sul lato opposto c’è lo slot SIM con spazio per due schede Nano-SIM e una scheda Micro-SD aggiuntiva per l’espansione della memoria. Nella parte superiore si trova solo un piccolo foro per un microfono – in basso ci sono la seconda parte dell’altoparlante stereo, una porta Micro-USB (perché?!) e un connettore jack da 3,5mm.

Più grande è lo smartphone, più difficile è l’elaborazione. La parte anteriore e la cornice dell’8X Max sono molto ben fatte – questo era già il caso dell’Honor Note 10. La parte posteriore non altrettanto: La plastica è ok in sé, ma qui sembra più di bassa qualità di quanto avrebbe dovuto essere. Ma comunque di solito si usa il phablet con una cover, quindi non ha importanza. La plastica ha una buona presa, che permette di tenere il phablet in mano in modo sicuro, nonostante le sue dimensioni. Anche le belle curve fanno la loro parte.

Fornitura dell’Honor 8X Max

Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 7

Nella confezione dell’Honor 8X Max troverete lo smartphone e i soliti manuali, nonché una cover protettiva in silicone trasparente e una pellicola protettiva per il display già applicata. Inoltre c’è un cavo Micro-USB e un alimentatore Huawei Quick Charge, che eroga 9V / 2A, ma ha una spina cinese.

Display

Il cuore del phablet è il display da 7,12 pollici. Il pannello IPS LCD si estende sulla parte anteriore in formato 18,7:9 e la tacca a forma di goccia nella parte superiore al centro è appariscente. Lo schermo ha una risoluzione di 2244 x 1080 pixel, con una risoluzione di 350 PPI. Nel caso della densità dei pixel, i singoli pixel possono ancora essere riconosciuti a distanze molto ravvicinate, ad esempio nelle lettere rotonde, ma non più con l’uso normale. Alla massima luminosità dello schermo, siamo stati in grado di misurare 575cd/m² e lo confermiamo anche all’esterno: il phablet può ancora essere utilizzato alla luce diretta del sole.

Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 2 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 1 Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 3

I colori del pannello IPS sono a un livello normale – il Mi Max 3 fa un lavoro ancora migliore – e offre un’immagine naturale con colori attraenti e anche un buon valore del nero. Nelle impostazioni è possibile regolare liberamente la temperatura del colore o utilizzare i preset “Standard”, “Freddo” e “Caldo”. Anche le modalità “risoluzione intelligente” e “luce notturna” sono a bordo.

Honor 8X Max Testbericht Screenshots 1 1

Il notch dell’8X Max non è così incredibile come sembra. Prima di tutto devo dire che non ho problemi con i display con un notch, ci sono abituato. D’altra parte, non influisce in alcun modo sul sistema, ad esempio con l’OnePlus 6, il cui notch è simile ma non scende così in basso nel display. Con l’Honor 8X Max la tacca arriva molto più in basso nel display. Quindi, il notch è più aggressivo qui, ma si visualizzano sicuramente tutte le icone di notifica.

Nelle impostazioni è possibile nascondere il notch e lasciare nere le aree a sinistra e a destra dell’incisione. Questa è una buona alternativa per chi non ama per niente il design con un notch. Ma purtroppo non si ottiene un nero profondo con il pannello IPS.

Prestazioni

Come già con lo Xiaomi Redmi Note 5 o col Mi Max 3, è lo Snapdragon 636 che decide la frequenza dell’Honor 8X Max. La Serie 600 di Qualcomm è sempre stata conosciuta per l’efficienza energetica e offre un grande compromesso alle prestazioni. L’Octa Core è prodotto in un processo a 14nm ed è costituito da un cluster di potenza e da un cluster di risparmio energetico: quattro nuclei da 1,8GHz e quattro da 1,6GHz ciascuno. La GPU Adreno 509 riprende i calcoli grafici del SoC. La memoria ha 4GB di RAM e 64GB di memoria di sistema. Lo spazio di archiviazione può anche essere facilmente aumentato utilizzando una scheda Micro-SD.

Honor 8X Max Testbericht Screenshots 3 Honor 8X Max Testbericht Screenshots 4 Honor 8X Max Testbericht Screenshots 2 Honor 8X Max Testbericht Screenshots 7

Honor 8X Max Testbericht Screenshots 5

La RAM è quindi veloce con 5,2GB/s, mentre la ROM è solo una memoria eMMC, che è ancora piacevolmente veloce con 292MB/s in lettura e 200MB/s in scrittura. Una variante con 6GB di RAM appare sporadicamente in rete, ma attualmente ci sono solo 4GB di RAM:

  • 4GB + 64GB – 250€
  • 4GB + 128GB – 270€

Con lo Snapdragon 636, l’Honor 8X Max raggiunge un’ottima velocità di lavoro. Fino ad ora il sistema EMUI si presentava per lo più in combinazione con il Kirin 970, ma non si può quantificare nulla qui. Per le app che consumano tanta energia sembra diverso – con l’8X Max e SD636 l’uso è divertente. La RAM è piacevolmente dimensionata con 4GB e non ha problemi con il multitasking. Quindi si potrebbe facilmente usare 10 applicazioni allo stesso tempo e passare da un’applicazione all’altra velocemente. Dal momento che abbiamo solo la memoria eMMC, è necessario prendere un po’ di tempo extra quando si installano nuove applicazioni – ma non è un vero svantaggio.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

Il gioco Asphalt 9 dal Google Play Store serve come secondo punto di riferimento grafico e per testare le prestazioni dell’hardware. Il gioco funziona bene  con qualità grafica standard, ma si può anche giocare in modo super fluido ad alta qualità, senza che si fermi. Rispetto all’OnePlus 6 con lo Snapdragon 845, fa una brutta figura – l’OP6, per esempio, leviga anche i bordi delle immagini. Lo sviluppo del calore dello Snapdragon 636 non si nota mai nell’8X Max.

Sistema – EMUI sull’8X Max

Honor 8X Max Testbericht Screenshots 2 1

Il nostro Honor 8X Max è arrivato con EMUI 8.2, basato su Android 8.1. La patch di sicurezza è ancora abbastanza aggiornata a settembre 2018, ma purtroppo raggiunge solo il livello L3 di Widevine. Poiché manca ancora una versione globale dell’8X Max, ci sarà una ROM cinese, ma può essere utilizzata senza restrizioni rispetto alla ROM globale. Quasi tutte le lingue sono disponibili, i servizi Google Play Service e Play Store erano già installati e ci sono normali aggiornamenti OTA – con noi già due nella fase di test. Tutto quello che dovevamo fare era dare manualmente tutti i permessi a Google Play e così potevamo impostare liberamente l’Honor 8X Max. Questo include la tastiera Gboard, alcune delle app di Google mancanti e la disinstallazione delle app cinesi.

Il sistema è abbastanza un classico EMUI, come lo conosciamo già da tutti gli altri smartphone della Huawei o Honor. L’EMUI può essere adattato abbastanza bene e offre molte più impostazioni di Android stesso e con EMUI ci sono anche molte applicazioni più o meno utili. Queste app chiedono al primo avvio se vogliamo utilizzare la “Versione Italiana”. Ora tocca alle preferenze personali dell’utente se vuole usare l’8X Max come smartphone con uno schermo sovradimensionato o riempire i pollici extra con contenuti utili. Quest’ultimo può essere fatto con le applicazioni giuste e alcuni widget, nonché utilizzando la versione desktop di alcuni siti web in Google Chrome (o un altro browser Internet). D’altra parte, mia madre era molto felice per il grande display e non ha dovuto mettere gli occhiali da lettura per usarlo 😉.

Nel complesso, l’Honor 8X Max con lo Snapdragon 636 offre prestazioni di sistema decenti. Niente sembra dare problemi qui, le animazioni e lo scorrimento funzionano perfettamente e le applicazioni funzionano quasi come dai modelli di punta. Sul divano il phablet può essere usato per guardare dei filmato. Quello che è davvero fastidioso è la mancanza della certificazione Widevine: con uno smartphone da 6 pollici non fa molta differenza, ma con l’8X Max diventa davvero fastidioso.

Fotocamera

Come al solito, l’Honor 8X Max è dotato di tre sensori: uno sulla parte anteriore per i selfie e due sulla parte posteriore, uno dei quali è responsabile per gli scatti bokeh. Sul retro c’è un sensore da 16MP con un’apertura di f/2.0, ma il secondo da 2MP e f/2.4 fornisce solo informazioni di profondità. Sulla parte anteriore, nel notch, c’è un sensore da 8MP con un’apertura f/2.0 per i selfie.

In aggiunta, c’è la fantastica app della fotocamera della Huawei: questa è vasta, offre molte funzioni e una piacevole post-elaborazione delle foto. Anche l’AI – Artificial Intelligence – di Huawei è presente: se questa è attivata, il software riconosce il motivo / scena e regola i parametri di conseguenza. Se si fotografano le piante, il verde diventa più ricco, un tramonto più pittoresco – semplice, ma se si confrontano le foto con altre, l’intelligenza artificiale fa una bella impressione. Non è esente da errori e a volte anche ci sono immagini non riuscite bene .

Le foto sono buone per la fascia di prezzo. Qui non puoi paragonarlo a uno smartphone della Xiaomi della classe media, perché un Redmi Note 6 Pro supererebbe l’Honor 8X Max. Anche lo Xiaomi Mi Max 3 fa un lavoro migliore, anche se la differenza non è così evidente. Una cosa che la Honor ha fatto veramente bene sono le immagini, che sono belle da guardare. Alzando il contrasto e colori più ricchi, gli scatti sembrano molto più belli. Tuttavia, quando si ingrandisce, si nota che il livello dei dettagli è basso. Gli aghi dei pini si fondono sullo sfondo con il resto e il pelo degli animali diventa un’unica massa.

I video, d’altra parte, possono essere registrati al massimo in Full-HD ma una stabilizzazione dell’immagine non è presente.

I Selfie riescono molto bene con il sensore da 8MP. Penso che sia bello che si può sempre vedere lo sfondo e non è super sfocato o totalmente sovraesposto. È inoltre possibile capovolgere l’Honor 8X Max e scattare selfie con l’aiuto del regolatore del volume, ma questo da foto più sfocate. L’effetto bokeh può essere ottenuto in questo modo.

Gli scatti di bokeh con gli smartphone della Honor o Huawei di solito riescono molto bene, cosa che può essere attribuita al software. Il secondo sensore con 2MP fornisce solo informazioni di profondità. All’inizio si poteva scegliere tra ritratto e diaframma nell’applicazione fotocamera: la modalità ritratto non ha dato buoni risultati e con l’ultimo aggiornamento è scomparsa. Questo porta anche le foto desiderate con la sfocatura di profondità. È possibile selezionare il grado di sfocatura per rendere lo sfondo visibile o completamente sfocato artisticamente. Le foto diventano veramente buone e rispetto alla concorrenza: si può davvero impostare qualsiasi oggetto come soggetto bokeh. Quando si scatta, tuttavia, si nota che lo Snapdragon 636 deve lavorare tanto, perché a volte è un po’ in ritardo quando si cambia rapidamente e si deve aspettare brevemente nell’anteprima prima di poter vedere la foto. Altri smartphone della Huawei e Honor scattano selfie bokeh esclusivamente col software con un solo sensore. Per il momento non è necessario farlo con l’8X Max, ma potrebbe comunque essere aggiornato.

Connettività

L’Honor 8X Max è dotato di un triplo slot, cioè due schede Nano-SIM possono essere utilizzate contemporaneamente e la memoria può essere espansa in modo permanente con una scheda Micro-SD. Entrambi gli slot SIM possono essere utilizzati insieme. Ma le bande LTE per l’Italia con l’Honor 8X Max purtroppo sono poche:Honor 8X Max Testbericht Produktfotos 16

  • GSM 850, 900, 1800, 1900
  • CDMA 800 & TD-SCDMA / HSDPA 850, 900, 2100
  • LTE B1, B3, B5, B8, B38, B39, B40, B41

A casa ho avuto la migliore ricezione e un LTE veloce (55mb/s up, 10mb/s down). Ma se siete un po’ in viaggio, allora ci sono già alcuni posti dove dovete accontentarvi del 3G o potrete usare WhatsApp solo con il 2G. Grazie all’eccellente altoparlante superiore, fare una telefonata funziona alla perfezione, cosa che si può dire anche del vivavoce. VoLTE è supportato in teoria, ma non funzionava nella rete Telecom.

Le reti locali sono accessibili via WiFi nello standard ac e la rete a 5GHz nello standard n. Il bluetooth è purtroppo disponibile solo nella versione 4.2 e bisogna fare a meno dell’NFC. Un connettore jack da 3,5mm e una porta Micro-USB sono integrati – USB-C dovrebbe ormai essere standard. 

Honor 8X Max Testbericht Screenshots 9

La navigazione è altrettanto facile con l’8X Max. È possibile determinare la posizione anche in pochi secondi, dopo circa 20s siamo a 12m di precisione. All’esterno, la posizione è determinata entro 3m. L’Honor utilizza i servizi GPS, A-GPS, GLONASS e BeiDou per questo scopo. Una bussola elettronica aiuta a trovare la giusta direzione. Nella prova di navigazione durante la guida, all’inizio si è ovviamente entusiasti del display gigante e della batteria che dura tanto. Ma è meglio caricare il percorso prima del viaggio, così da non correre il pericolo di non avere più connessione 4G. Ci sono tre standard a bordo per i sensori: luminosità, prossimità, accelerazione. Inoltre, la bussola elettronica, un giroscopio e anche un contapassi sono integrati.

A questo punto devo elogiare gli altoparlanti dell’Honor 8X Max – succede spesso che possiamo elogiare il set acustico della Huawei/Honor. Nel phablet ci sono probabilmente di nuovo altoparlanti certificati di Dolby Atmos. In configurazione stereo, uno è sopra il notch e l’altro è nella cornice inferiore. E sono entrambi ugualmente forti, il che suona alla grande. Con questi mi piace guardare i video di YouTube tramite l’altoparlante, dove di solito già il 40% del volume totale è sufficiente per l’esperienza audio completa. Inoltre, possono anche riprodurre un po’ di bassi e sono probabilmente tra i migliori altoparlanti che ho visto tra gli smartphone a basso prezzo.

Il sensore delle impronte digitali e la fotocamera anteriore sono disponibili per lo sblocco biometrico. Il problema maggiore con lo sblocco con il dito è quello di raggiungere il sensore. Con uno smartphone così grande, ho dovuto in parte girare il telefono per raggiungerlo. Poi sblocca l’8X Max dallo standby in circa mezzo secondo e si arriva alla schermata iniziale. Su 10 tentativi questo funziona ogni volta – in pratica circa il 90%. Inoltre, Face Unlock è disponibile, che viene gestito tramite la fotocamera anteriore. Consuma un pochino di più della batteria ma è molto piacevole all’uso: Lo smartphone Honor rileva il viso automaticamente quando si solleva il cellulare – poi inizia il riconoscimento del volto, che viene segnalato da un piccolo lucchetto e il dispositivo viene sbloccato in meno di un secondo nella mano.

Durata della batteria

Con la batteria da 5000mAh e l’economico Snapdragon 636, l’Honor 8X Max non si scarica quasi mai in un giorno. L’Honor 8X Max mi è durato facilmente 2 giorni e mezzo alla volta. Ho raggiunto un tempo con display attivo di 12,5 ore, che è stato raggiunto da ben 4 ore di musica in streaming via Spotify. Nel test ho potuto osservare due scenari che già si differenziano l’uno dall’altro: se siete la maggior parte del tempo connessi al WIFI – che è anche il caso con molti – allora il Max 8X si scaricherà molto lentamente. Se, d’altra parte, sei in viaggio tutto il giorno e a volte usate il phablet come dispositivo di navigazione in auto, allora il modulo trasmettitore avrà bisogno di molta energia. Se si esegue lo streaming di video nella rete locale, il phablet richiede solo l’8% all’ora – visualizzazione a media luminosità e mezzo volume sugli altoparlanti. Nel benchmark della batteria PC Mark, l’8X Max è durato ben 13 ore.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Con l’alimentatore incluso è possibile ricaricare i 5000mAh velocemente. La SuperCharge della Huawei non si avvicina a 9V / 2A, ma il termine “QuickCharge” è appropriato. È possibile ottenere dal 10% al 75% in 75 minuti. L’ultimo 25% poi bisogno di altri 45 minuti, in modo da arrivare esattamente a 2:15 ore alla fine. Il tempo è grande per le dimensioni della batteria.

Conclusione e alternativa

f721819e0f1d724c31e0f8438c69ede3 s131
Erik Zürrlein:

L’Honor 8X con il massiccio display da 7,12 pollici non è solo il più grande, ma anche il primo phabel con il notch a formato “Waterdrop”. Ma non mi piace molto quest’ultimo. Altrimenti, l’Honor 8X Max per 250€ offre un pacchetto di grande successo. Lo Snapdragon 636 è una buona scelta, la memoria è ben dimensionata e la durata della batteria è generosa. Non è necessario nascondere la fotocamera, il design e il sistema.

Naturalmente, le poche bande LTE rimangono punti negativi nella mia memoria, anche se non ho avuto alcun problema con loro vicino alla città. Un’altro punto critico è la parte posteriore in plastica. Capisco che uno vorrebbe risparmiare non usando il vetro o metallo, ma poi si prega di lavorarla più precisamente. E così l’Honor 8X Max è soggetto al più grande concorrente, lo Xiaomi Mi Max 3. Per il prezzo si ottiene semplicemente il dispositivo migliore dalla Xiaomi. Ma se volete un dispositivo Honor, potete dare un’occhiata più da vicino all’8X Max. In qualche fascia di prezzo al di sopra di questa varrebbe anche la pena di dare un’occhiata all’Honor Note 10.

82%
  • Design e qualità costruttiva 75 %
  • Display 85 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 85 %
  • Fotocamera 75 %
  • Connettività e comunicazione 70 %
  • Batteria 100 %

Confronto prezzi

4+64GB
A partire da 209 EUR
4+128GB
A partire da 241 EUR
Solo 209 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
270 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
278 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
241 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
299 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
319 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 15.02.2019

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
giovanni Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
giovanni
Ospite
giovanni

Ciao, al momento sono in Cina, se acquisto qui l’honor 8x max, ho dei problemi a usarlo in italia? google play si può installare? Ciao
Giovanni