La Oneplus lentamente si è fatto un nome anche in Italia per quanto riguarda il mercato dei cellulari cinesi di lusso. Con la fama crescente della compagnia però, cresce ovviamente anche il prezzo dei suoi dispositivi. Ciò è stato argomento di molte critiche nei confronti della Oneplus. Poco dopo aver messo sul mercato europeo il modello Oneplus 5, il produttore ha già pronto il prossimo! Ovvero il Oneplus 5T. Ora questo cellulare è disponibile ad un prezzo di 499€!

La novità di questo modello è il display da 6 pollici senza cornici! In questo modo il Oneplus 5T si fa largo tra la concorrenza e conquista un posticino tra Xiaomi, Samsung e Apple. Ma non è solo per quanto riguarda il design che il nuovo Oneplus costa così tanto. Ci sono anche altre caratteristiche particolari come la sua Dual-Camera e la funzione Face-Unlock, cioè lo sblocco del telefono tramite riconoscimento facciale. Se questo smartphone vale davvero i 500€ che costa, e se vale la pena comprarlo, lo scoprirete nella nostra recensione.

Oneplus 5T 10

Design ed qualità costruttiva

Il Oneplus 5 è già un modello molto buono, ben elaborato, che ha dimostrato che la Oneplus per quanto riguarda il design e la qualità costruttiva ci sa fare! Nonostante questo, mancava ancora qualcosa allo smartphone, quel qualcosa è stata aggiunta nel modello Oneplus 5T. Guardando i telefoni posteriormente non si riscontra nessuna differenza. In realtà con il Oneplus 5T abbiamo un enorme display da 6 pollici. La parte frontale del telefono è occupata quasi totalmente dal display. Nonostante ciò non possiamo definire questo cellulare “borderless” siccome troviamo un margine di 3mm a destra e a sinistra e uno di 9 mm sopra e sotto. Rispetto allo Xiaomi Mix 2, il Oneplus 5T è meno sorprendente. Sorprendente è invece il design meraviglioso del Oneplus 5T.

Oneplus 5T 6Oneplus 5T 4

Si può quindi notare che è stato fatto un passo avanti verso il futuro col nuovo design del Oneplus 5T. Ma ci sono solo migliorie rispetto al suo predecessore? Come già accennato il Oneplus 5T ha quasi le stesse dimensioni del suo predecessore. Infatti misura 156x75x7,9mm ovvero è 3mm più lungo. Tuttavia, questa differenza è trascurabile dato il display molto più grande. Ciò che colpisce è lo spessore, che ora misura 7,9 mm contro i 7,3 mm come il modello precedente. Anche questa è una differenza minimale, ma non parliamo più di un telefono molto sottile. Ci siamo anche accorti che la fotocamera sporge di 1,3 mm posteriormente dal telefono, mentre nel Oneplus 5 solamente di 0,6mm. Comunque sia, il peso del cellulare è di 162 grammi, quindi è molto leggero.

Oneplus 5T 8 Oneplus 5T 7

A causa del display da 6 pollici c’è un altra piccola differenza nel design: lo scanner delle impronte digitali si trova sul lato posteriore e non più frontalmente con la funzione anche di tasto home home. A parte questo, lo sblocco avviene in maniera rapida ed efficace, anzi in questo campo il Oneplus supera addirittura il nuovo Samsung Galaxy S8. Il pulsante home non c’è sul 5T, al posto suo però, si può utilizzare il telefono con i tasti virtuali sul display. La Oneplus è ovviamente consapevole che molti utenti preferiscono sbloccare lo smartphone senza dover cercare lo scanner per le impronte posto sul retro; per questo motivo, il Oneplus 5T possiede la funzione di sblocco attraverso il riconoscimento facciale. A differenza del nuovo Iphone X, viene utilizzata la fotocamera frontale invece della scansione a infrarossi. Per utilizzare la funzione, bisogna toccare due volte il display o semplicemente premere il pulsante di accensione, quindi viene scannerizzato il viso e il telefono si sbloccherà. Nella pratica funziona molto bene! Infatti, sblocca il telefono in modo così veloce che non si avrà nemmeno il tempo di visualizzare la schermata di blocco in 9/10 casi. Secondo Oneplus, lo sblocco richiede solo 0,4 secondi. Siamo disposti a credere a questo valore: non appena si guarda il telefono e si preme il pulsante di accensione, lo smartphone è già sbloccato. Casi di errore sono estremamente rari e, anche in ambienti bui, il Face-Unlock funziona bene, se la luminosità dello smartphone è stata impostata su un valore superiore al 50%. Con un’immagine o un video dell’utente, l’algoritmo di riconoscimento non può essere ingannato, così che il metodo di sblocco possa essere valutato come sicuro.

Oneplus 5T 13

Il Oneplus 5T ha un display molto più grande. Tuttavia, se sottrai i pulsanti sullo schermo dall’area di visualizzazione, la differenza rispetto al suo predecessore non è più così grande.

L’entrata jack per le cuffie è fortunatamente presente anche nel Oneplus 5T, ciò è stato enfatizzato particolarmente anche durante la presentazione del nuovo cellulare. Il corpo in metallo e i pulsanti a sinistra rimangono gli stessi. Possono essere inserite due Nano SIM sul lato sinistro del telefono. C’è anche una LED di notifica.

La Oneplus con il 5T ci mostra un design nuovo e originale o sta semplicemente seguendo l’attuale trend seguito anche nell’iPhone X e nel Mi Mix 2? Il display è diventato più grande e può competere con i migliori smartphone di Xiaomi, Apple e Samsung in termini di rapporto scocca/schermo. La qualità costruttiva è di livello premium e lo smartphone è ancora abbastanza compatto, nonostante le sue dimensioni. Consideriamo anche l’integrazione del meccanismo di sblocco tramite il riconoscimento facciale una bella pensata, visto che il lettore delle impronte digitali è spostato sul lato posteriore. Comunque, lo smartphone è anche leggermente più spesso rispetto al suo predecessore e la sensazione di alta qualità di uno Xiaomi Mi Mix 2 non è la stessa che troviamo con il Oneplus 5T.

Se il Oneplus 5T stia o meno percorrendo la strada giusta per quanto riguarda il design, potremmo stare qui a discuterne per ore. Si tratta semplicemente e indubbiamente di un telefono molto bello con elaborazioni di alta qualità, con cornici sottilissime attorno al grande display da 6 pollici.

Contenuto confezione del Oneplus 5T

Nella confezione di questo cellulare è compreso (oltre al telefono) un caricatore DASH CHARGE, un cavetto USB di tipo C, un libretto di istruzioni, un adattatore per il caricatore e un accessorio per estrarre il vano SIM. Inoltre sul telefono vi è una pellicola protettiva per il display. Chi volesse anche una cover, dovrà cercarne una su oneplus.net, dove troverà dei modelli abbastanza costosi. Cover meno care le troverete su Amazon o Aliexpress.

Chi vuole ordinare il cellulare dalla pagina ufficiale oneplus.net, e necessita di una ricevuta comprensiva dell’IVA, verrà amaramente deluso. Oneplus non emette una fattura con IVA, né l’azienda ha un centro o una filiale adeguata in Europa. In caso di problemi in garanzia, non vi troverete in una situazione migliore, nel negozio ufficiale, rispetto a un negozio online cinese.

Display

Il display di Oneplus 5T ha una risoluzione Full HD+ da 2160×1080 pixel. La risoluzione piuttosto insolita deriva dal formato 18:9 dello schermo. Complessivamente, si ha una densità di pixel di 401ppi, già presente nel modello precedente. Questo è più che sufficiente per avere un’immagine nitida. Uno schermo con una risoluzione ancora più alta sarebbe stato utile solo nelle applicazioni VirtualReality e avrebbe causato un maggiore consumo di energia. Il display è basato ancora sulla tecnologia SuperAMOLED e offre colori nitidi e un contrasto infinitamente alto. La rappresentazione del colore è tipica degli schermi AMOLED, un po’ sopra le righe, e l’immagine è più nitida che realistica. È possibile notare una leggera tendenza al rosso nelle immagini. Ciononostante, il Oneplus 5T offre un display ottimo e la luminosità è abbastanza elevata per l’uso all’esterno.

Oneplus 5T 11

Oneplus 5T Android Benchmarks 8

La modalità di lettura che riduce la quantità di luce blu, può essere impostata automaticamente in determinati orari. Inoltre, è possibile modificare la temperatura dei colori nelle impostazioni dello schermo, dove sono disponibili anche varie funzioni Smart-Wake. A causa del formato 18:9, appaiono delle barre nere sopra e sotto il display quando si riproducono video 16:9. Nelle normali app e nel sistema comunque, non appaiono barre nere. A proteggere lo schermo dai graffi c’è un vetro Gorilla Glass 5.

Nel complesso, il grande display di Oneplus 5T ci è piaciuto tantissimo durante la fase di test. Con una diagonale da 6 pollici c’è decisamente molto spazio per i contenuti. Allo stesso tempo, è doveroso dire che lo spazio utilizzabile non risulta molto più grande rispetto al suo predecessore, poiché il Oneplus 5 ha i tasti soft-touch, che ora invece sono visualizzati sotto forma di una barra nella parte bassa del display. Se si calcola lo spazio occupato a partire dai tasti soft-touch, il display è solo 0,6 cm più lungo nella parte superiore. Quindi non si può parlare di grande rivoluzione, anche se il display così ampio fa visivamente maggiore impressione e ovviamente i pulsanti sullo schermo possono essere nascosti.

Prestazioni

Prestazionalmente il Oneplus 5T rimane lo stesso. Lo Snapdragon 835 è ancora il processore mobile più veloce, offrendo prestazioni eccellenti sul Oneplus e viene abbinato a 6 o addirittura 8 GB di RAM LPDDRX4. Il processore octa-core è costituito da 4 core Kryo 280 che lavorano ad un massimo di 2,45 GHz quando è richiesta la potenza massima. Gli altri 4 core sono Kryo 280 con una frequenza di clock più bassa pari a 1.9 GHz quando non è richiesta la massima potenza e per le funzioni di risparmio energetico. Il processore ha prestazioni molto elevate e allo stesso tempo è molto efficiente nei consumi energetici. Tutte le app e i giochi possono essere utilizzati senza problemi e il multitasking è molto veloce. La memoria interna è di 64 o di 128 GB a seconda della versione e non può essere espansa. È una memoria Dual-Lane UFS 2.1, prestazionalmente simile ai moderni SSD. La velocità è sorprendentemente alta, 475 MB/s in lettura e 220 MB/s in scrittura. Anche la memoria RAM raggiunge valori di picco pari a 7 Gb/s.

Il Oneplus 5T è prestazionalmente eccelso. La velocità non è superiore a quella del Oneplus 5, ma non è nemmeno necessario che lo sia. Attualmente non c’è uno smartphone più veloce del Oneplus 5T.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

Sistema operativo

Anche per quanto riguarda il sistema operativo non vi sono molti cambiamenti. Il Oneplus 5T monta la OxygenOS basato su Android 7.1.1. L’aggiornamento ad Android 8 è già stato annunciato dal produttore. Per il Oneplus 5 è già disponibile una versione beta basata su Android Oreo, mentre il 5T riceverà il suo aggiornamento all’inizio del prossimo anno. Il sistema ora come ora ha già moltissimi fan. Il motivo è semplice: a differenza dei sistemi operativi pesantemente modificati da quasi tutti gli altri produttori, la OxygenOS mantiene l’aspetto pulito di Android stock ed aggiunge al sistema solo alcune funzioni aggiuntive. Il risultato è un’incredibile velocità del sistema.

Oneplus 5T Oxygen OS 1 Oneplus 5T Oxygen OS 2 Oneplus 5T Oxygen OS 3

Tra le funzioni aggiuntive troviamo tutto ciò che un sistema Android ha da offrire, e anche di più! E’ disponibile una modalità a schermo diviso con rapporto 50/50 o 70/30, funzione utilissima su uno schermo così grande. Inoltre, si possono impostare minuziosamente i permessi di accesso e notifiche di tutte le app. La posizione dei pulsanti sullo schermo può essere spostata e i pulsanti possono essere mostrati o nascosti. Le icone nella barra di avvio veloce possono essere personalizzate. È disponibile anche una funzione per la clonazione delle applicazioni: sono supportate però solo alcune app (incluso Facebook e Whatsapp). Complessivamente, la OxygenOS offre praticamente tutto ciò che vorreste da un sistema operativo per smartphone. Soprattutto ci siamo accorti di ciò che non dovrebbe essere trovato a bordo del sistema operativo: non sono presenti app di terze parti inutili, nessuna app non necessaria del produttore o funzioni aggiuntive di cui nessuno ha bisogno. Molto bene!

Fotocamera

La fotocamera è una delle differenze principali tra i modelli. Come il suo predecessore, è presente ancora una dual-camera, ma il funzionamento è un po’ diverso. La fotocamera principale ha un sensore da 16 megapixel e uno da 20 megapixel. Nel secondo sensore, troviamo la prima differenza, infatti qui non c’è più un teleobiettivo: non è più presente la funzione di zoom 2x.Il Oneplus ha sempre una funzione di doppio zoom che ora è realizzato attraverso una combinazione dei due sensori, ma questa è una pura dichiarazione commerciale che ha poco a che fare con la realtà. La vera novità della seconda fotocamera del 5T è la qualità delle foto in condizione di luce scarsa. Il sensore da 20 megapixel ha la stessa apertura focale f/1.7 della fotocamera principale. In condizioni di scarsa illuminazione, entrambi i sensori scattano una foto, le due foto vengono poi comparate ed elaborate dal software per restituire un’immagine con maggiore nitidezza. In linea di principio, questa è una buona idea, perché le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione sono più importanti di un doppio zoom, che è comunque difficile da utilizzare per la maggior parte degli utenti. Ma vi è un reale miglioramento negli scatti notturni? Dopo aver giocato tanto con entrambe le fotocamere dei cellulari, siamo giunti alla conclusione che in alcuni casi sono state scattate foto notturne migliori. Ma non in maniera eclatante. Apparentemente, la sovrapposizione non funziona sempre: infatti in alcune immagini, il Oneplus 5T scatta foto migliori, mentre altre immagini non ci convincono pienamente. Il tasso di successo è attorno al 50% e i primi piani rendono l’algoritmo molto più affidabile.

Indipendentemente dal confronto con il suo predecessore, gli scatti notturni non sono affatto male.

Il Oneplus 5T è come molti cellulari ancora molto lontano dal Samsung S8, ma il risultato non è comunque malaccio. Soprattutto nei momenti in cui il software della fotocamera lavora perfettamente.

La funzione della seconda dual-camera è soprattutto buona per i ritratti con lo sfondo sfocato, chiamati anche scatti Bokeh. Questa funzione viene svolta dal 5T, come anche dal suo predecessore, in maniera convincente. Il soggetto in primo piano è molto nitido ed è scontornato molto bene dallo sfondo sfumato. E’ davvero possibile scattare foto incredibili con questa funzione.

La qualità della fotocamera durante gli scatti quotidiani è la stessa che troviamo a bordo del Oneplus 5. La resa cromatica è molto buona e le immagini sono ricche di dettagli. La messa a fuoco automatica è veloce e affidabile e le foto sono molto convincenti.

Lo stabilizzatore ottico delle immagini, che troviamo anche nello Xiaomi Mi6 e nel Samsung S8, non c’è. I video vengono stabilizzati da uno stabilizzatore elettronico. Anche in questo campo la Oneplus esce a testa alta. I video sono di buona qualità e i movimenti risultano molto fluidi. Non possiamo dire la stessa cosa delle registrazioni in 4K siccome non supportano la stabilizzazione delle immagini. Comunque sia il Oneplus non sfigura nemmeno in questo caso; è necessario però avere un polso fermo per girare i video con ottimi risultati.

Oneplus 5T Oxygen OS 4Oneplus 5T Oxygen OS 5 Oneplus 5T Oxygen OS 6

Anche la fotocamera frontale è cambiata. Qui abbiamo un sensore Sony IMX 376K da 20 Megapixel. La qualità delle foto è buona in condizioni sufficienti di luce, i selfie risultano nitidi e ricchi di dettagli. A causa del numero di pixel, in condizioni di luce scarsa, la qualità delle foto diminuisce un po’. Le immagini sono comunque ancora buone, ma a volte risultano leggermente sfocate.

Connettività

Oneplus 5T 9

In termini di connettività, fortunatamente, non è cambiato molto. Per quanto riguarda l’utilizzo della rete dati mobile, il OnePlus 5T fornisce ottime caratteristiche. Supporta tutte le frequenze LTE in Italia, inoltre, sono supportate tante altre band LTE, ciò è particolarmente comodo se si viaggia spesso. Per fortuna, non sono più presenti versioni specifiche per ogni paese e anche nella versione cinese, tutte le bande LTE sono disponibili. Se sei pronto a far compromessi sui servizi post-vendita per pagare meno, potrai farlo con il OnePlus 5T senza esitazioni. La ricezione della rete dello smartphone è forte ed è possibile avere attive in contemporanea entrambe le schede nano-SIM nel telefono. Tuttavia, non c’è modo di espandere la memoria di archiviazione. La qualità audio in chiamata è di alto livello sia per il chiamante che per il ricevente: il suono è ottimo da entrambi i lati. Inoltre, il Oneplus 5T possiede ottimi altoparlanti. Mentre nel Oneplus 5 il suono era forte ma poco corposo, nel Oneplus 5T il suono è degno di nota, anche se è presente l’audio stereo.

Il cellulare supporta il Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac con supporto alla banda 2,4 GHz e 5 GHz. La capacità di trasmissione (throughput) dei dati Wi-Fi del suo predecessore era deludente, abbiamo sperato prima del test che il Oneplus 5T funzionasse meglio. Fortunatamente è stato così: il flusso dei dati a circa 15 metri di distanza dal router è significativamente più alto rispetto al suo predecessore. Il Oneplus 5T guadagna punti grazie al supporto del Bluetooth 5.0. Sono presenti altri sensori: un sensore di luminosità, sensore di accelerazione, sensore di prossimità, l’NFC e il giroscopio. Gli occhiali VR possono quindi essere facilmente utilizzati con il OnePlus 5T, anche se si ottiene una migliore esperienza VR con un display 2K come quello del Samsung S8. La navigazione in auto è possibile grazie al GPS, GLONASS, Galileo e BeiDou mentre la navigazione pedonale è supportata da una bussola elettronica.

Batteria

Lo smartphone Oneplus 5 da 5,5 pollici ha una batteria da 3300 mAh. Il Oneplus 5T ha la stessa capacità della batteria nonostante il display sia più grande (6 pollici). Prima del test, abbiamo ipotizzato che la durata fosse significativamente inferiore rispetto a quella del suo predecessore. Fortunatamente non è così e il Oneplus 5T è ancora un campione. La Oneplus ha fatto uno sforzo e ha progettato un software ancora più efficiente energeticamente. Nel nostro test, il Oneplus 5T ha perso solo circa il 6% di batteria durante la visualizzazione di un video Full HD con la luminosità impostata al 50%. Durante il gaming con titoli pesanti, si consuma circa il 10% di batteria ogni ora (luminosità media). Con un utilizzo normale, la batteria dura poco più di due giorni circa, e anche per gli utenti più esigenti, il dispositivo regge un giorno intero. Fantastico!

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

In modalità di ricarica DASH CHARGE il telefono è connesso tramite cavo USB di tipo C. La ricarica si è già dimostrata di una velocità incredibile con il suo predecessore e funziona altrettanto bene sul nuovo 5T. Dopo mezz’ora, lo smartphone è ricaricato del 60% di batteria. Dopo 70 minuti giunge al 95% e per ricaricarlo completamente è necessaria 1 ora e 20. Questi sono risultati ottimi che confermano che la ricarica rapida fornisce energia sufficiente per un periodo di tempo prolungato.

Conclusione e alternativa

7b0527b80f61074535251c193165aaaa s131
Joscha Becking:

È tempo di riassumere i risultati della nostra recensione del Oneplus 5T: il produttore ha sicuramente fatto un passo in avanti con il Oneplus 5T. In termini di design, il Oneplus 5T è convincente. L’ampio display AMOLED da 6 pollici impressiona e ha i bordi sottili conferendo al telefono un aspetto straordinario. Anche se il Oneplus 5T non è incredibile quanto lo Xiaomi Mix 2, ottiene comunque un voto di tutto rispetto. Lo scanner delle impronte digitali spostato nella parte posteriore non piacerà a tutti. Tuttavia, l’eccellente metodo di sblocco tramite riconoscimento facciale compensa facilmente questo difetto. Le prestazioni del processore Snapdragon 835 sono ancora il top a livello mondiale e, insieme al sistema leggero OxygenOS, l’esperienza è estremamente piacevole. È anche notevole, nonostante il grande display, la durata della batteria. Per quanto riguarda la fotocamera del Oneplus 5T, non siamo rimasti delusi. Gli scatti con luce diurna sono eccellenti e anche la modalità ritratto è molto buona. Il miglioramento degli scatti in condizioni di luce scarsa grazie alla seconda fotocamera non funziona sempre, ma a volte ci regala scatti notturni davvero belli.

È anche piacevole che, oltre alle “grandi novità”, sia stata prestata attenzione anche ai dettagli. L’altoparlante offre un suono più corposo e la capacità di trasmissione dati in Wifi è finalmente di tutto rispetto. Riassumendo, consigliamo l’acquisto del Oneplus 5T. In alternativa si potrebbe optare magari per lo Xiaomi Mix 2. Soprattutto se stai cercando un cellulare dal look elegante, un telefono Edgeless, con bordi ancora più piccoli e il retro in ceramica che è decisamente molto più elegante. Ciò però rinunciando al jack per le cuffie da 3,5 mm e alla doppia fotocamera.

Dopo tutte queste lodi al nuovo Oneplus, devo esprimere una critica generale al produttore. Perché il Oneplus 5 è stato rimosso dal mercato prima dell’ingresso del successore? Non sarebbe stato meglio per molti acquirenti se il predecessore venisse offerto ad un prezzo inferiore? Soprattutto questo e l’aumento del prezzo, potrebbe togliere fascino all’acquisto del Oneplus.

93%
  • Design e qualità costruttiva 90 %
  • Display 100 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 100 %
  • Fotocamera 90 %
  • Connettività e comunicazione 90 %
  • Batteria 90 %

Confronto prezzi

448 EUR*
10-15 giorni – Spedizione dalla Cina
Vai al negozio
499 EUR*
Vai al negozio
Solo 502 EUR*
2-3 giorni – Spedizione dall'Italia
Vai al negozio
545 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 16.12.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami