Dopo l’Honor 8, il produttore Honor è uscito dall’ombra della Huawei, e, con il nuovo Honor 10, è ora pronto per il grande salto. Il nuovo Honor 10 – “Beauty in AI” – è più di un semplice Huawei P20 ad un buon prezzo, è un modello fantastico, che tiene testa alla competizione e che si fa riconoscere tra i cellulari cinesi.

lossless Honor 10 Testbericht Sample 2 lossless Honor 10 Testbericht Sample 1

Attualmente viene utilizzato il chip più veloce della Huawei, l‘HiSilicon: il Kirin 970 è in uso nel modello Huawei Mate 10 Pro, nell’Honor View 10, nell’Huawei P20 e nel P20 Pro. La fotocamera dovrebbe, in teoria, fare un passo avanti e scattare foto intelligenti. Nel caso dell’Honor 10, troviamo un display da 5,8 pollici in formato 19:9 con un notch – che in realtà non è un difetto, come vedremo più avanti. Con il sensore di impronte digitali sulla parte anteriore e la connessione jack da 3,5 mm, possiamo già riconoscere che l’azienda ha ascoltato i desideri della comunità. Il prezzo è di 400€ per la versione da 64GB o 450€ per la versione da 128GB, aggiungendo anche l’agonia di scelta tra quattro colori diversi. L’Honor 10 gioca nella Serie A degli smartphone attuali – abbiamo forse davanti a noi il miglior smartphone “Huawei” del momento?

Design e qualità costruttiva

L’Honor 10 offre una forma incredibile unita ad un display da 5,84 pollici (che è ancora abbastanza compatto). Honor 10 Testbericht Honor 10 12Il dispositivo misura 149,6 x 71,2 x 7,7 mm e pesa 153g. Inoltre, troviamo tutti i comfort possibili e immaginabili: sensore di impronte digitali sulla facciata anteriore, USB tipo C e connettore jack da 3,5 mm, la fotocamera selfie è al posto giusto e, naturalmente, il notch (un piccola parte nera nella parte superiore del display).

La facciata anteriore è occupata dal lungo display a schermo intero, che però non la domina completamente. Qui la Honor è riuscita a fare davvero un buon lavoro: a sinistra e a destra, il display non è completamente senza bordi, il che è un bene per il maneggio del telefono. Sopra e sotto al display, troviamo il sensore di impronte digitali, che funziona come un pulsante multifunzione, e d’altra parte un notch, che consente un “design a tutto schermo” unito al corretto posizionamento della fotocamera.

Honor 10 Testbericht Honor 10 2 Honor 10 Testbericht Honor 10 5

Honor 10 Testbericht Honor 10 6 1 Honor 10 Testbericht Honor 10 7 1

La parte anteriore è sempre nera, ma la posteriore è semplicemente sorprendente grazie ai colori moderni e all’effetto luminoso. I colori disponibili sono: nero (nero lucido), Glacier Grey (grigio ghiaccio lucido), Phantom Blue (blu/viola lucido) e Phantom Green (verde/viola lucido).

Descriverei il nostro modello grigio come un azzurro/blu ghiaccio. Peccato, perché il grigio con effetti blu lucidi sarebbe stato davvero bello. La maggior parte delle persone probabilmente acquisterebbe il modello nero. Il modello “Phantom Green” è disponibile solamente nella versione da 128GB. Inoltre, sul lato posteriore, c’è la doppia fotocamera orizzontale sul retro, accanto ad essa una scritta lucida che dice “AI Camera” e la scritta “Honor” in basso al centro.

Honor 10 Testbericht Honor 10 3 Honor 10 Testbericht Honor 10 4

L’Honor 10 è più piccolo di un OnePlus 5, nonostante il display sia più o meno delle stesse dimensioni. In questo modo è perfettamente maneggevole e può anche essere utilizzato con una mano sola. La qualità costruttiva è grandiosa e di prima classe: qui niente errori, niente graffi, e una maneggevolezza eccezionale. La scocca laccata, come il display in vetro, hanno un tatto “morbido”. Solo i colori brillanti e gli effetti abbaglianti non fanno pensare ad un telefono elegante (parere personale). L’unico inconveniente: il sensore di impronte digitali si trova sotto il vetro del display – purtroppo, utilizzando una pellicola protettiva del display, diventa praticamente irraggiungibile.

Confezione dell’Honor 10

Honor 10 Testbericht Honor 10 1

Nella confezione dell’Honor troviamo:

  • Honor 10
  • Huawei Super Charger
  • Cavetto USB tipo C
  • Ago SIM
  • Manuale di istruzioni
  • Cover in silicone

Display

L’Honor 10 è dotato di un display da 5,84 pollici con una risoluzione Full HD+ che lo porta con 2280 x 1080 pixel ad una densità di pixel di 432 PPI. In primo luogo, il vetro del display è ben arrotondato (2.5D) ai lati e protegge il pannello con un vetro Corning Gorilla Glas. Il display stesso è in formato 19:9, il che è dovuto principalmente al notch. Il notch: “Imparate ad amare il notch” (Carl Pei, co-fondatore di OnePlus). Sì, il taglio nel display è un colpo d’occhio, ma aiuta a creare una visualizzazione a schermo intero. Naturalmente, otticamente non è bellissimo, ma è necessario. A me, personalmente questa parte nera in alto al display piace molto!

Honor 10 Testbericht Honor 10 8 Honor 10 Testbericht Honor 10 9

Ancora meglio, naturalmente, sarebbe avere un display OLED invece di un IPS (vedete qui l’One Plus 6). In tal caso, il nero sarebbe ancora più profondo. Le due piccole aree in alto vengono utilizzate per i simboli di stato in bianco sullo sfondo nero. È possibile vedere il notch solo trascinando la barra di stato dall’alto verso il basso.

Honor 10 Testbericht Honor 10 10 Honor 10 Testbericht Honor 10 11

Xiaomi Mi 8 SE Notch 2 Xiaomi Mi 8 SE Notch 1

Il sensore di impronte digitali/pulsante multifunzione sotto il display offre un aspetto ancora più simile a quello di un Full-Screen. Sarebbe possibile ottenere di più solo se si facesse come l’OnePlus 6 e si installasse un display di grandi dimensioni, si spostasse il sensore di impronte digitali sulla parte posteriore e si utilizzasse il controllo dei gesti. Nelle impostazioni è possibile scegliere tra 4 varianti: i pulsanti sullo schermo e il pulsante all’esterno saranno probabilmente i più popolari. Il sensore di impronte digitali è peggiore in confronto a quello dell’Honor View 10, ma insomma, si trova sotto il vetro e reagisce anche alle dita bagnate. In pratica, l’Honor 10 può essere facilmente sbloccato con il pollice, e in circa il 70% dei tentativi può essere sbloccato immediatamente. In combinazione con lo sblocco facciale ben congegnato non si avranno più problemi. Se lo usi per navigare nel sistema Android, le funzioni “Home” e “Back” funzioneranno come al solito. Con le “app recentemente aperte” abbiamo avuto i nostri problemi e ci sono voluti pazienza e tempo per abituarvisi.

Prestazioni

La Huawei/Honor utilizza da tempo il Kirin 970 come processore principale. Il chip dell’affiliata HiSilicon è stato utilizzato fin dall’Huawei Mate 10 Pro. L’Octa Core è prodotto in un processo da 10 nm ed è suddiviso in un gruppo per prestazioni alte e in un gruppo per il risparmio energetico. Quattro core A73 hanno una frequenza fino a 2.4GHz e quattro A53 una frequenza fino a 1.8GHz. L’ARM Mali-G72 è utilizzato come unità grafica.

Honor 10 Testbericht Screenshot Antutu 1Honor 10 Testbericht Screenshots Benchmarks 5Honor 10 Testbericht Screenshots Benchmarks 3Honor 10 Testbericht Screenshots Benchmarks 4

L’Honor 10 con l’attuale Android 8 e il top Kirin 970 ha una velocità lavorativa che non è in alcun modo inferiore a quella dei migliori telefoni sul mercato attualmente. Se si considerano i parametri dei benchmark, il Kirin 970 è alla pari con lo Snapdragon 835, o forse il Kirin è addirittura un po’ meglio. Contro il nuovissimo SD845, che lavora nel il Mi Mix 2S, il chip della HiSilicon è un po’ inferiore – ma si tratta solo di numeri. Le prestazioni dell’Honor 10 sono al top; si possono ottenere risultati ancora migliori solo con un sistema sottile e ben ottimizzato, come ad esempio l’Oxygen della OnePlus. La nostra opinione: per 400€, attualmente anche solo 370€ su Amazon, si ottengono delle prestazioni niente male con l’Honor 10!

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato

L’unico svantaggio della CPU incredibilmente veloce è la GPU: purtroppo, la Mali non riesce a tenere il passo con le sue controparti di Adreno. È ancora possibile giocare a tutti i giochi senza problemi: PUPG Mobile al secondo livello di dettagli/grafica e Asphalt 8 al massimo livello di dettagli/grafica. Ma se i giochi richiedono ancora più potenza, la GPU Mali del Kirin 970 sarà probabilmente la prima a causare qualche problemino.

Honor 10 Testbericht Screenshots Benchmarks 2

Si può anche lodare la memoria: la memoria UFS 2.0 veloce permette alle applicazioni di aprirsi molto velocemente. La memoria arriva a una velocità di 500 mB/s di lettura e 200 mB/s di scrittura – i 6 GB/s di RAM sono un valore più che accettabile. L’Honor 10 è disponibile in due versioni di memoria in Europa: 4+64GB che costa 400€ e 4+128GB che costa 450€. Ma è necessario riflettere bene prima dell’acquisto di quanto spazio nella memoria si ha bisogno, perché non è possibile espandere la memoria tramite Micro-SD. Personalmente, per me 64GB sono sufficienti e posso anche tenere tantissime foto sul dispositivo. La versione da 6GB di RAM è disponibile solo in Cina. Ma va bene: noi abbiamo la versione da 4GB di RAM e non abbiamo mai raggiunto i limiti dei 4GB durante la fase di test. Android e EMUI, così come tutti i servizi che funzionano in background, hanno bisogno di circa 2GB. Con i restanti 2GB, multitasking, giocare a due (o più) giochi contemporaneamente e anche file enormi non sono un problema.

EMUI & Software

L’ultima versione di EMUI è preinstallata nell’Honor 10: sia EMUI che Android sono integrati nella versione 8.1. EMUI non è cambiato molto con l’aggiornamento ad Android 8.1 – questo lo abbiamo già menzionato nella recensione dell’Honor View 10:

“Oh EMUI, o lo amate, o lo odiate – o semplicemente vi abituate. In realtà, l’EMUI non è così male come si pensa, me ne sono accorto nel corso dei miei test su Huawei e Honor. È semplicemente fondamentalmente diverso dal puro sistema operativo Android 7/8 o Oxygen OS della OnePlus. Il sistema operativo di Huawei è più complesso, sovraccaricato e ha un aspetto più esagerato. Android rimane comunque la sua base, e ogni utente – anche utenti di iOS – dovrebbero riuscire ad abituarvisi in fretta… Molte persone si lamentano di una cosa di EMUI: le app preinstallate, chiamate anche bloatware… Disinstallare Bloatware richiede meno di 5 minuti, 2 o 3 click nelle impostazioni e nel menu del programma di avvio e il problema si è risolto da solo”.

Honor 10 Testbericht Screenshots EMUI 5Honor 10 Testbericht Screenshots EMUI 2Honor 10 Testbericht Screenshots EMUI 3Honor 10 Testbericht Screenshots EMUI 1

Dopo tre dispositivi di test con EMUI, l’Huawei Mate 10 Pro, l’Honor View 10 e ora l’Honor 10, sono molto soddisfatto del sistema. Il design non è così fine come quello dell’Oxygen e meno complesso del MIUI, è più in direzione iOS o Samsung, ma meglio. Almeno a mio parere: nelle impostazioni troverete abbastanza opzioni per personalizzare EMUI in base alle vostre esigenze. Inoltre, ci sono buone e utili funzioni aggiuntive. Direi che, fondamentalmente, tutti andranno d’accordo con l’EMUI e ci si abitueranno – ma non posso far finta di non capire (almeno in parte) quelli che lo odiano e lo rifiutano categoricamente.

Fotocamera

L’Honor 10 ha a doppia fotocamera composta da un sensore da 24MP con apertura f/1,8 e un secondo sensore monocromatico da 16MP con apertura uguale. Fin dall’inizio, tuttavia, la risoluzione è impostata su 16 MP, il che ha senso. Utilizzando la tecnologia di LightFusion, 4 pixel vengono interpolati, questo funziona anche con selfies. La fotocamera anteriore ha una risoluzione di 24MP e un’apertura di f/2.0, ma si deve ancora vivere con alcune restrizioni: le foto bokeh sono create elettronicamente (ciò non toglie che l’effetto è ottimo) e anche lo zoom ibrido con doppio ingrandimento è solo elettronico.

La fotocamera AI e il software intelligente migliorano la qualità delle foto. Il software delle fotocamere EMUI per i modelli capoclasse è molto ampio e lussuoso. Bisogna ammettere che la fotocamera ti fa venire voglia di sperimentare per ottenere di più dalle tue foto. Mi piace tanto, ma l’applicazione della fotocamera Stock Android o OnePlus è più semplice – semplice e veloce da usare, ma senza incentivi artistici.

All’inizio, poco dopo il rilascio, c’erano ancora alcuni errori nella funzione AI intelligente, come frammenti o labbra rosa. Meno di una settimana dopo, tuttavia, è arrivato un aggiornamento con il quale gli errori sono stati eliminati. La foto che più mi ha convinto è stata quella dell’auto d’epoca americana della galleria! La modalità AI l’ha riconosciuta come un veicolo e ha migliorato notevolmente la verniciatura. La Ford era trascurata, ma nella foto sembra appena lucidata. Il software intelligente praticamente prova a migliorare ogni foto, anche se aumenta solo il contrasto e la gamma dinamica. Impostando i parametri e selezionando automaticamente le singole modalità (apertura, ritratto, HDR), la fotocamera Honor 10 AI è la garanzia di una ripresa ottimale.

Honor 10 Testbericht Screenshot Kamera 1Honor 10 Testbericht Screenshot Kamera 2Honor 10 Testbericht Screenshot Kamera 5Honor 10 Testbericht Screenshot Kamera 3

Naturalmente, a non tutti piace quest’effetto. Questo è lo svantaggio dell’Honor 10: purtroppo, non c’è la tecnologia Leica in questo caso, che è invece riservata agli smartphone più costosi della Huawei. Si rimane indietro, perché un buon sensore per la fotocamera costa troppo. È possibile ottenere molto dal software e direi che il 90% degli utenti saranno totalmente entusiasti della fotocamera – me compreso. Per 400€ è assurdo, davvero – ma non ancora di classe superiore. Questo è dimostrato da un alto valore ISO e rumore nelle immagini con poca luce:

Connettività

Honor 10 Testbericht Honor 10

L’Honor 10 offre spazio per due schede Nano-SIM, che supportano entrambe LTE e VoLTE. La velocità di trasmissione dati è buona, ma bisogna dire che altri smartphone hanno prestazioni migliori di circa 5 mBit/s nel test della velocità. Ma non è un problema, come avrebbe dovuto essere, l’Honor 10 dispone della banda 20 LTE. Per quanto riguarda le telefonate, sono disponibili anche le chiamate Voice over LTE e Wifi. I due microfoni trasportano la voce in modo molto pulito all’interlocutore, ma le cuffie tendono a distorcere il suono a pieno volume. Ad ogni modo, non vi è nulla di cui lamentarsi al momento per quanto riguarda la ricezione dell’Honor 10.

Honor 10 Testbericht Screenshot GPS

Inoltre, l’Honor 10 trasmette con una dual-band (2,4 e 5,0 GHz) al WiFi .ac e anche la portata è completamente ok. È un peccato che a bordo ci sia solo un bluetooth 4.2, ma almeno la NFC è disponibile. Con l’Honor 10 si naviga molto bene: da un lato si determina la posizione in modo molto preciso e dall’altro si registrano i percorsi molto velocemente senza problemi. La posizione viene determinata tramite GPS, A-GPS, Beidou e GLONASS; una bussola elettronica supporta la navigazione pedonale.

L’altoparlante incorporato, purtroppo, ha un suono scarso: questo è va bene per un video su YouTube ogni tanto. Il collegamento jack da 3,5 mm lo rende migliore. Ma prima di tutto, grazie a dio che lo hanno installato! Dato che sempre più produttori tendono ad eliminarlo. Il chip audio fa il suo lavoro correttamente e gli effetti sonori “HiListen” sono accettabili. Gli auricolari (In Ears, OverEars, Earplugs) migliorano il suono – ma è fondamentalmente una questione di gusti, si può anche usare l’equalizzatore. Tra l’altro, abbiamo provato gli auricolari In Ears della Xiaomi con USB tipo C ed erano completamente utilizzabili con tutte le funzioni.

Inoltre, nell’Honor 10 sono installati alcuni sensori: il sensore di impronte digitali funziona bene anche con le dita bagnate ed è ben installato sotto il vetro del display. Ma lo sblocco funziona solo circa il 70% delle volte e i gesti hanno bisogno di più sensibilità nel pollice. Se il dito viene rilevato, è possibile arrivare alla schermata iniziale in poco più di un mezzo secondo. Inoltre c’è un trasmettitore a infrarossi e un “telecomando universale” – nel test, il nostro dispositivo Samsung Smart TV (di 5 anni) non è stato riconosciuto (anche MIUI non ha questa TV nel database). Sono installati anche i seguenti sensori: luminosità, prossimità, posizione, accelerazione, giroscopio, sensore Hall per cover intelligenti e barometro. Nel notch è presente anche un piccolo LED di notifica.

Durata della batteria

Honor 10 Testbericht Screenshots Benchmarks 1

Nell’Honor 10, che è abbastanza compatto, è stata installata “solo” una batteria da 3400mAh. L’Honor 10 è riuscito a resistere per 1,5-2 giorni di fila senza ricarica. Sia l’EMUI che l’app fotocamera sono una tentazione a provarlo, e molti hanno anche voluto provare l’Honor 10 per la sua scocca brillante o il suo notch. Nel benchmark di PC Mark Battery, ha raggiunto ben 8:37 ore. Questo è sufficiente, considerando il tempo con display attivo di 4:50 ore, il telefono dura circa due giorni, il che è sufficiente per quasi tutti gli utenti. Un video di YouTube di un’ora richiede il 14% della batteria a media luminosità. L’Honor 10 richiede una notevole quantità di energia visto il display molto luminoso.

L’Honor 10 viene caricato tramite la porta USB tipo C. Il cellulare viene fornito con un Super Charger Huawei che va dallo 0 al 100% in 73 minuti. Se si desidera ricaricare il dispositivo di tanto in tanto, il Super Charger carica il 25% nella batteria in 20 minuti. Il Trend della ricarica Wireless, purtroppo, non è disponibile, nonostante il retro sia in vetro.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Conclusione e alternativa

f721819e0f1d724c31e0f8438c69ede3 s131
Erik Zürrlein:

L’Honor 10 è un ottimo smartphone determinato a raggiungere il primo posto nella sua categoria: buona fotocamera con molte funzioni, un processore molto veloce, design accattivante, sensore di impronte digitali sul davanti. Ma alcuni aspetti dell’Honor 10 sono semplicemente geniali. Finalmente un piccolo smartphone di nuovo: 5,8 pollici suona molto, ma questi sono raggiunti solo grazie al notch. Se lo si converte nel vecchio formato 16:9, l’Honor 10 non è più grande di un  cellulare da 5,2 pollici. Utilizzarlo con una sola mano è completamente possibile e ha un sensore di impronte digitali sul pannello frontale che sostituisce i pulsanti sullo schermo e dispone di un jack per cuffie da 3,5 mm. L’ultimo punto è il prezzo: la versione da 4+64GB dovrebbe essere sufficiente per la maggior parte degli utenti e costa 400€ – forse un po’ meno a seconda dell’offerta.

I punti negativi possono essere elencati rapidamente perché sono ovvi: la parte posteriore è un magnete per le ditate, il sensore di impronte digitali funziona con dite bagnate, ma non è così veloce. Inoltre, l’EMUI non piace a tutti, così come il notch – ma entrambi possono essere regolati.

Un concorrente potrebbe essere lo Xiaomi Mi A2 / attualmente ancora Mi 6X: è più grande, ma anche molto più economico, la fotocamera produce risultati altrettanto buoni, soprattutto nella categoria degli scatti bokeh, e lo Snapdragon 660 è un mostro – non sulla carta o nei benchmark, ma nella velocità lavorativa e nelle prestazioni degli utenti. Si può anche menzionare lo Xiaomi Mi Mix 2 o il Mix 2S. Finora manca solo una “piccola” alternativa. Il Mi 8 SE potrebbe essere un candidato, ma fino ad allora vi raccomandiamo assolutamente l’Honor 10!

90%
  • Design e qualità costruttiva 100 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 90 %
  • Fotocamera 90 %
  • Connettività e comunicazione 90 %
  • Batteria 80 %

Confronto prezzi

Gerade im Sale!
Huawei Honor 10 (4/128GB, blu) a soli 331€
Zum Angebot
301 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
Solo 319 EUR*
2-3 giorni – Spedizione dall'Italia
Vai al negozio
381 EUR*
5-9 giorni – DHL espresso
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 13.12.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami