Il brand satellite della Huawei, la Honor, è nota per i suoi smartphone potenti appartenenti alla fascia medio-alta. I numeri delle vendite di questo produttore ci fa subito capire con che tipo di venditore abbiamo a che fare. Già nel 2017, le vendite della Honor costituivano il 40% delle vendite totali della Huawei (fonte). Anche in Italia, le quote di mercato della Honor superano quelle della Huawei.

L’Honor 7X è l’ultimo smartphone di fascia media messo sul mercato da questo produttore cinese. In Italia è venduto ad un prezzo di circa 270 €. Ad ogni modo, è possibile ordinare il dispositivo dalla Cina per poco più di 200 €. Stiamo parlando di un telefono con un ampio display da 5,93 pollici in formato 18:9, un veloce Processore Octa-Core, una qualità costruttiva incredibile e una doppia Fotocamera. Noi abbiamo testato approfonditamente il Huawei Honor 7X e abbiamo scritto per voi questa recensione. Inoltre, discuteremo dei vantaggi e degli svantaggi dell’Honor 7X se paragonato ai top smartphone della fascia media come lo Xiaomi Mi A1 e il Redmi 5 Plus.

Design e Qualità costruttiva

Il Huawei Honor 7X dimostra ancora una volta che uno smartphone di alta qualità non deve per forza costare 500€. Grazie ai suoi angoli arrotondati, il cellulare è molto comodo e maneggevole, nonostante il suo enorme display. La qualità costruttiva è eccellente e ben realizzata nei minimi dettagli. Il telefono è resistente e sia dal punto di vista visivo che dalle sensazioni al tatto, ha un aspetto decisamente elegante. La scocca è realizzata completamente in metallo e il suo design è interrotto solamente dalle due sottili linee in plastica sul retro dove sono posizionate le antenne. Considerato il suo spessore di 7,6 mm, si tratta di uno smartphone molto sottile. Inoltre, il peso ridotto di soli 165 g fa si che, l’Honor 7X, risulti molto facile da trasportare nella tasca dei pantaloni.

Huawei Honor 7X 7

L’Honor 7X non è uno smartphone senza bordi, nonostante questo, il produttore si è sforzato di ridurle al minimo (circa 2,6 mm a sinistra e destra e 9 mm in alto e in basso). Con le dimensioni di 155x75mm, il telefono è un po’ più compatto rispetto allo Xiaomi Redmi 5 Plus, con un display da 5,9 pollici in formato 18:9 e anche rispetto allo Xiaomi Mi A1 da 5,5 pollici. Ciononostante, l’Honor 7X risulta solamente mezzo centimetro più lungo. Sfortunatamente, i pulsanti Soft-Touch hanno dovuto cedere il posto all’enorme display posto frontalmente e sono stati sostituiti dai pulsanti On-Screen. L’ordine dei pulsanti a schermo può essere personalizzato, secondo le proprie preferenze, nel menu delle impostazioni del cellulare. Superiormente al display è posizionata la Fotocamera anteriore e un LED di notifica. Sul lato inferiore si trova invece un connettore per le cuffie da 3,5 mm e una porta Micro-USB. È un peccato che l’Honor 7X non abbia un connettore USB di Tipo C, che ci saremmo davvero aspettati visto il prezzo di vendita del dispositivo.

Huawei Honor 7X 9Huawei Honor 7X 8 Huawei Honor 7X 5 Huawei Honor 7X 6

Per quanto riguarda la sua qualità costruttiva, l’Honor 7X è assolutamente convincente. Le dimensioni del telefono sono contenute nonostante lo schermo gigantesco, ed è solo leggermente più grande della maggior parte degli smartphone da 5,5 pollici. Inoltre, il cellulare è incredibilmente maneggevole grazie alla sua forma arrotondata e alla sua leggerezza.

Display

Huawei Honor 7X 2

L’Honor 7X cavalca la moda attuale e dispone di un display da 5,93 pollici in formato 18:9. Lo schermo ha una risoluzione di 1080×2160 pixel. Con una densità di pixel di 407 ppi, non è più possibile distinguere i pixel singoli, anche a distanze molto ravvicinate. Oltre alla sua nitidezza, il display convince anche grazie ai suoi colori forti e alla buona luminosità. Confrontandolo direttamente con lo Xiaomi Mi A1, l’Honor 7X è un po’ meno luminoso, ma questo non risulta molto evidente nell’uso quotidiano. Lo schermo IPS offre anche angoli di visione decisamente buoni e un ottimo contrasto. Non esiste una modalità per migliorare la leggibilità alla luce del giorno e, in caso di luce solare molto forte, il telefono riflette la luce solare leggermente di più rispetto al modello Xiaomi. Nel complesso, possiamo dire che il display è davvero molto buono e ha una luminosità sufficiente per essere utilizzato all’aperto.

La resa dei colori dell’Honor 7X è un po’ troppo fredda per i miei gusti. Il bianco appare quasi azzurrino sul display. Tuttavia, questo difetto può essere facilmente corretto regolando la temperatura dei colori nell’apposito menu delle impostazioni. Lo schermo è resistente ai graffi essendo un Gorilla Glass, la cui versione non viene però specificata dalla Honor. Nonostante questo, dopo 2 settimane di prova non abbiamo riscontrato nemmeno un graffio sul display.

Il software ci offre molte funzioni aggiuntive niente male. Ad esempio, troviamo una modalità di lettura col filtro della luce blu adatta alle ore serali. Inoltre, obbligatoria per un grande display da 6 pollici, è presente ovviamente la modalità Split-Screen. Purtroppo, non tutte le applicazioni sono compatibili con questa modalità della suddivisione dello schermo. Oltre a queste modalità, l’Honor 7X ci offre anche l’opportunità di ovviare alle barre nere presenti quando si guarda un video su YouTube a causa del formato 18:9: infatti, è possibile zoommare sul video, in modo da ingrandire l’immagine e riempire l’intero schermo. Ovviamente in questo modo verranno leggermente ritagliate le immagini.

Anche per quanto riguarda lo schermo, l’Honor 7X è impressionante. A parte alcune piccolissime critiche, come la leggibilità non così eccellente alla luce del sole e la rappresentazione un po’ fredda dei colori, il display è perfetto per gli appassionati dei contenuti multimediali.

Prestazioni

Per quanto riguarda le prestazioni, gli smartphone della Honor sono sempre interessanti da testare, perché sono dotati dei processori di casa Huawei. Certamente, i prodotti Qualcomm sono i concorrenti più potenti, ma la Huawei con i suoi processori HiSilicon supera quasi sempre quelli degli americani. L’Honor 7X monta a bordo un HiSilicon Kirin 659. La CPU è stata introdotta a metà 2017 e si posiziona nella classe medio-alta. Il telefono possiede un cluster per le massime prestazioni da 4 core Cortex A53 a 2,36 GHz e altri 4 core a 1,7 GHz nel cluster per il risparmio energetico. Questo chipset non può certo tenere il passo con le prestazioni del processore Snadragon 660 (che troviamo nello Xiaomi Mi Note 3), ma sono abbastanza simili alle prestazioni di uno Snapdragon 625 (montato sullo Xiaomi Redmi 5 Plus o nello Xiaomi Mi A1). In ogni caso, nell’uso quotidiano l’Honor 7X non avrà praticamente mai rallentamenti e non farà attendere l’utente per caricare pagine o applicazioni. Le app si aprono alla velocità della luce e grazie alla memoria RAM molto capiente, non vi sono nemmeno restrizioni nel multitasking. Nell’uso delle applicazioni che richiedono maggiori risorse, l’Honor 7X è persino un po’ più veloce dello Xiaomi Mi A1, che è appartenente ad una fascia di prezzo simile. Al contrario, il processore grafico Mali-T830 offre una potenza leggermente inferiore rispetto ai suoi concorrenti. Sebbene tutti i giochi attuali possano ancora essere riprodotti tranquillamente sull’Honor 7X, ci sono alcuni impuntamenti con conseguenti cali di frames e rallentamenti (lag) nei titoli più impegnativi, cosa che non accade nei dispositivi con GPU Adreno di casa Qualcomm.

I 4 GB di RAM sono molto veloci con i suoi 6 GB/s. La memoria interna da 64 GB raggiunge solo valori medi pari a 140 MB/s in lettura e 50 MB/s in scrittura.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

Anche in termini di prestazioni, il Huawei Honor 7X fa bella figura. Il processore HiSilicon offre al telefono una buona velocità d’esecuzione delle app e nell’utilizzo dei contenuti multimediali. Inoltre, i giochi attuali sono eseguiti senza problemi sullo smartphone, anche se i processori Snapdragon dello Xiaomi Mi A1 e del Redmi 5 Plus consentono prestazioni leggermente superiori.

Sistema operativo

Il Huawei Honor 7X è basato su un Android 7 con la EMUI 5.1. L’aggiornamento ad Android 8 è previsto per luglio 2018. Indipendentemente dalla versione di Android in uso, il sistema EMUI della Huawei risulta essere pesantemente modificato che non lascia trapelare sembianze della versione stock del sistema operativo. Tutto sommato, durante la fase di test mi sono divertito molto con il sistema EMUI dell’Honor 7X, dato che offre diverse funzioni utili. Oltre ad avere una buona velocità di sistema e una vasta scelta di Temi diversi, sono particolarmente utili le funzioni aggiuntive che rendono la EMUI molto interessante per gli utenti esperti. Ad esempio, è possibile impostare che sia presente o meno un menu con tutte le app (drawer), oppure se si vuole tutte le app nella schermata iniziale. Anche le funzioni dei pulsanti On-Screen possono essere impostate a piacere. Nelle impostazioni della sicurezza e delle notifiche, è possibile configurare con precisione a quali app concedere i diritti di accesso, o quali modalità di visualizzazione possono essere utilizzate per le notifiche. C’è anche una funzione per clonare le applicazioni, ma finora è possibile creare copie solamente di Messenger e di Whatsapp.

Honor 9 Android 1 Honor 9 Android 2 Honor 9 Android 3 Honor 9 Android 7 Honor 9 Android 8 Honor 9 Android 9

Questo sistema così maturo è certamente da lodare, ma deve anche essere detto che la Honor ha preinstallato sul telefono molte app insignificanti di terze parti. Queste possono essere facilmente disinstallate, ma la cosa rimane comunque un po’ fastidiosa.

Fotocamera

L’Honor 7X ha una doppia Fotocamera sul retro, che dispone di un sensore da 16 megapixel con apertura focale f/2.2. e di un’altra Fotocamera da 2 megapixel. In pieno giorno le immagini dell’Honor 7X sono molto belle. Si ottiene una resa cromatica molto forte e una quantità abbastanza buona di dettagli. In confronto diretto con lo Xiaomi Mi A1 possiamo dire che i due modelli si assomigliano abbastanza. Con lo Xiaomi otteniamo qualche dettaglio in più e, in alcune situazioni, fornisce una resa dei colori più fedele alla realtà. Nel complesso, tuttavia, la differenza è marginale. Il tempo di scatto è appena percettibile e la messa a fuoco automatica PDAF lavora egregiamente in maniera affidabile. Gli scatti in condizioni di luce scarsa, tuttavia, risultano opacizzati e un po’ grigi a causa dell’apertura focale della lente. Inoltre al buio, le foto dei soggetti in movimento, sono quasi sempre sfocate. Se si avesse voglia di perdere un po’ di tempo ad impostare i valori di esposizione manualmente nella modalità Pro della Fotocamera, si otterrebbero immagini leggermente migliori. Ciò non toglie che l’Honor 7X in condizioni di scarsa illuminazione è chiaramente inferiore allo Xiaomi Mi A1, che riesce ad ottenere buoni scatti anche con le impostazioni standard.

La Fotocamera da 8 megapixel ci ha fatto un’impressione molto positiva. Acquisisce molti dettagli, la resa dei colori è realistica e le registrazioni video sono sopra la media. I video possono essere registrati in qualità Full HD @30FPS. Ancora una volta, la qualità è molto buona, a patto di mantenere il telefono fermo durante le registrazioni. Le registrazioni in movimento risultano un po’ troppo mosse a causa della mancanza di uno stabilizzatore delle immagini. Sfortunatamente, non esiste una modalità Full-HD a 60FPS o registrazioni 4K.

Funzioni Dual-Camera

La seconda Fotocamera sul retro ha solamente 2 megapixel e quindi non deve essere considerata come un teleobiettivo completo, come è invece il caso dello Xiaomi Mi A1. Pertanto, non esiste un doppio zoom ottico. La funzione della doppia fotocamera è quella di migliorare le foto in condizioni di scarsa illuminazione e permette di avere una modalità nativa per gli scatti bokeh/ritratto. Tuttavia, non siamo stati convinti che vi sia un miglioramento delle prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione nel nostro test. Gli scatti bokeh sono disponibili con l’Honor 7X, ma il risultato non è realmente buono neanche in questo caso. Anche dopo decine di tentativi, non siamo stati in grado di produrre un singolo scatto decente, perché la separazione del soggetto dallo sfondo non funziona egregiamente. Lo Xiaomi Mi A1 o l’Honor 9 hanno ottenuto risultati decisamente migliori.

Connettività e comunicazione

Huawei Honor 7X 10

L’Honor 7X è uno smartphone Dual-SIM. È possibile utilizzare contemporaneamente due schede SIM (Nano) o una scheda SIM e una scheda Micro-SD per l’espansione della memoria. La versione per il mercato europeo supporta tutte le frequenze LTE necessarie in Italia, compresa la banda 20. Oltre ai negozi online italiani, anche il negozio online Gearbest mette a disposizione la versione europea. Comunque, i negozi online offrono anche la versione cinese dell’Honor 7X. Questa versione supporta tutte le frequenze LTE richieste in Italia, ad eccezione della banda 20. Lo smartphone da noi testato ci è stato fornito da Lightinthebox e non aveva la banda 20 LTE. Per chi vive in città o in prossimità, non avrà problemi di connessione acquistando la versione cinese con la rete 3G. Ma una copertura di rete migliore è indubbiamente presente a bordo della versione europea.

La qualità della chiamata rimane quasi sempre soddisfacente e non lascia nulla a desiderare. Per migliorarne ancora la qualità è possibile usufruire della funzione Voice over LTE (VoLTE).

Per quanto riguarda la riproduzione del suono dell’Honor 7X, l’altoparlante integrato è di qualità media. Sebbene sia sufficiente per i video ogni tanto su YouTube, il telefono riproduce i suoni in maniera abbastanza metallica e si posiziona decisamente alle spalle dello Xiaomi Mi A1 o al Redmi 5 Plus. L’ascolto in cuffia tramite il jack per le cuffie da 3,5 mm fornisce un suono abbastanza buono.

In quanto a sensori, l’Honor 7X offre una bussola, un giroscopio e, naturalmente, i sensori di prossimità, accelerazione e luminosità. La visualizzazione di contenuti VR funziona abbastanza bene sullo smartphone. Dobbiamo rinunciare alle funzioni extra come l’NFC o il trasmettitore a infrarossi. Anche per quanto riguarda il modulo Wifi, la Honor ha deciso di risparmiare, infatti questo non supporta l’ultimo standard .ac. Ciononostante, la portata e la trasmissione dei dati sono sufficienti per la navigazione e lo streaming, quindi non dovresti considerare questo come un grosso punto negativo. Anche il Bluetooth 4.2 viene supportato dallo smartphone e funziona perfettamente.

Il ricevitore GPS integrato è molto buono per la navigazione in auto e a piedi. L’Honor 7X determina la posizione in pochi secondi e la navigazione è fluida senza interruzioni o perdite di segnale.

Vorremmo sottolineare ancora una volta l’ottimo sensore per le impronte digitali sul retro. Questo sblocca lo smartphone in modo affidabile. Lo scanner funziona molto più velocemente della maggior parte degli altri telefoni della sua fascia di prezzo e garantisce che il cellulare sia sempre pronto per l’uso.

Durata della batteria

Honor 7X PCMark BatteryL’Honor 7X dispone di una batteria da 3340mAh. Per trattarsi di uno smartphone da 5,93 pollici, non è una capacità elevata purtroppo. A quanto pare però, la capacità ridotta della batteria viene aiutata dal Processore HiSilicon ad alta efficienza energetica. Durante la fase di test si è sempre arrivati a fine giornata senza che la batteria si scaricasse completamente. Un video Full-HD su YouTube di un’ora con luminosità del display media, consuma il 10% circa di batteria. Giocando la batteria si scarica di circa 15/20% ogni ora. Con un utilizzo medio di circa 3 ore al giorno, l’Honor 7X durerà più o meno un giorno e mezzo. Questo è un buon valore, anche se il telefono viene ancora una volta chiaramente superato dallo Xiaomi Mi A1 o dallo Xiaomi Redmi 5 Plus.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

È un peccato, tuttavia, che la Honor non abbia dato al suo 7X una funzione di ricarica rapida decente. Ce la saremmo aspettati per un telefono da oltre 200€. Sono necessarie circa 2 ore affinché lo smartphone si ricarichi completamente con l’alimentatore incluso da 5V/2A.

Conclusione e alternativa

7b0527b80f61074535251c193165aaaa s131
Joscha Becking:

L’Honor 7X ci ha fatto assolutamente una buona impressione. È indubbiamente uno dei migliori cellulari di fascia media disponibili sul mercato italiano. Durante il nostro test siamo rimasti particolarmente colpiti dalla sua ottima qualità costruttiva, dal suo bellissimo display da 5,93 pollici e dal suo sistema operativo veloce. Anche la Fotocamera e la durata della batteria possono essere classificati come buoni. Ma il 7X non è privo di difetti. La Fotocamera non fornisce risultati soddisfacenti in modalità scatto bokeh o notturna, manca anche un moderno connettore USB di Tipo C e non è prevista alcuna funzione di ricarica rapida. A parte questo, il telefono vale il prezzo d’acquisto. Tuttavia, l’Honor 7X deve fare i conti con una concorrenza davvero accanita:

Lo Xiaomi Mi A1 è probabilmente il concorrente più pericoloso per l’Honor 7X. Offre una Fotocamera decisamente migliore e un sistema Android 8 stock non modificato; tutto questo ad un prezzo inferiore. Offre anche prestazioni di gioco leggermente migliori e una durata della batteria leggermente più lunga. Però l’Honor 7X è superiore al Mi A1 per quanto riguarda il design e la qualità costruttiva.

Se invece quello che ti interessa è un display da 6 pollici in formato 18:9 e puoi fare a meno della doppia Fotocamera dell’Honor 7X, puoi pensare di comprare lo Xiaomi Redmi 5 Plus, un dispositivo molto più economico che però è veloce come l’Honor 7X e offre anche una maggiore durata della batteria. In termini di design, qualità costruttiva e qualità della fotocamera, il Redmi 5 Plus rimane però inferiore all’Honor 7X.

Un ultimo consiglio è il modello LeEco Le Pro 3 Elite. Anche se il telefono costa solo € 130, con il suo Processore Snapdragon 820 è molto più veloce di tutti gli smartphone sopra elencati. Ma è necessario installare una ROM personalizzata. Di conseguenza, il Le Pro 3 Elite è un buon consiglio solo per gli utenti Android esperti.

85%
  • Design e qualità costruttiva 100 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 80 %
  • Connettività e comunicazione 80 %
  • Batteria 80 %

Confronto prezzi

NegozioPrezzo 
184,35 EUR * 10-15 giorni – Priority Direct Mail
179,59 EUR *  5-10 giorni – DHL Economy
RaccomandatoSolo 200,49 EUR * 

* I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili.

Ordina la newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!

Scrivi un commento

 
  Subscribe  
Notificami

Achtung: Durch die weitere Nutzung (klicken oder scrollen) der Seite stimmst du der Verwendung von Cookies zu. Weitere Informationen

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen