I tablet stanno affrontando un destino simile a quello dei navigatori qualche anno fa. A quel tempo, i dispositivi di navigazione della TomTom, della Garmin e Co. erano estremamente popolari. Le vendite sono state sorprendentemente elevate, soprattutto nel periodo natalizio. O almeno, questo è quello che dicevano le pubblicità ai consumatori. Con gli anni, gli smartphone sempre più veloci e soprattutto più grandi, l’offerta di app di navigazione negli app store, così come il sistema di navigazione installato di serie nelle “auto digitali”, nessuno ha più bisogno (correggetemi se sbaglio) di un dispositivo di navigazione supplementare per la sua auto. Con l’iPad della Apple, il tablet è entrato nel salotto dei consumatori o addirittura in numerose aziende. Ma anche qui, gli smartphone o phablet (senza margini) con display diagonale oltre i 6″ superano lentamente il tablet. Mentre i nuovi tablet sono arrivati sul mercato 3 o 4 anni fa, la gamma è ormai piuttosto rara. Ma per il produttore cinese Teclast, questo non è un motivo per rinunciare completamente al mercato dei tablet. Il produttore sarà sicuramente ben noto ai lettori diligenti di CH.net per la sua vasta gamma di tablet e ultrabook. Con il Teclast M20, abbiamo a che fare con un tablet con un grande display. Se l’investimento ne vale la pena, l’abbiamo esaminato più da vicino per voi.

Design / Qualità costruttiva / Fornitura

Il dispositivo viene consegnato in una scatola di cartone con scritta arancio-neon con coperchio bianco. All’accensione del tablet, la tipica indicazione che si tratta di un dispositivo Android è seguita dalla scritta Teclast, sempre in arancione, che continua la colorazione della confezione. Il Teclast M20 con i suoi 590g non è davvero un peso piuma. Tenere il dispositivo in mano è quindi come fare un po’ di esercizio. Le dimensioni del tablet sono 244,0 x 175,0 x 10,2mm.

Il dorso è un corpo unico in lega di alluminio. Solo il coperchio per gli slot per schede Micro-SD & SIM card è in plastica. Per dare unità al design, al di sopra dell’obiettivo della telecamera viene applicato un ulteriore coperchio in plastica che si estende fino al bordo dell’Unibody. Questo ha certamente una buona influenza anche sulla ricezione.

Teclast M20 Lautsprecheröffnung

Oltre al nome del modello e al numero di serie, l’M20 ha 8 fori a sinistra e a destra per gli altoparlanti stereo. Uno sguardo più attento rivela che gli incavi non sono completamente ben lavorati. Questo è appena percettibile, ma noi di CH.net guardiamo le cose molto dettagliatamente. 🙂

Sul lato superiore, c’è un connettore jack da 3,5mm accanto al connettore Micro-USB non ancora estinto, per collegare le sue cuffie. I pulsanti per il volume e l’accensione si trovano in alto a destra. Hanno un po’ di gioco, ma un punto di pressione perfettamente ragionevole. La funzione dei pulsanti sul retro può essere letta direttamente sui pulsanti. L’M2 ha anche un pulsante di reset. Per azionarlo è necessario utilizzare un oggetto appuntito.

Teclast M20 SIM SlotIl Teclast M20 offre una funzione Dual-Sim. Inoltre, la memoria può essere espansa fino a un massimo di 256 GB senza dover sacrificare uno slot per schede SIM. Per raggiungere le fessure, è necessario prima rimuovere il coperchio di plastica, che a volte può finire in un certo armeggiare e da l’impressione di valere poco.

Nella scatola dell’M20 troviamo:

– Tablet
– Caricatore USB
– Adattatore per il caricatore
– Istruzioni d’uso.

Teclast M20 scope of delivery

La lavorazione del tablet M20 va bene, finora, ma in qualche modo, non si avverte una sensazione di alta qualità. Il tablet è resistente, ma per il resto ha un aspetto piuttosto blando. In qualche modo, si nota che i tablet non sono stati realmente ulteriormente sviluppati negli ultimi anni. Il tablet potrebbe essere altrettanto un modello del 2010, quando andavano tanto di moda i tablet. Si potrebbe pensare che l’M20 sia piuttosto un passo indietro nella tecnologia del design? Ciò che era buono nel 2010 può ancora essere buono nel 2018? Naturalmente, questo è sempre una questione di gusto personale. Sembra semplicemente che abbiano riutilizzato un design relativamente vecchio, apportando giusto le modifiche minime indispensabili (che non sono comunque ancora sufficienti) – non è stato implementato nemmeno un sensore per le impronte digitali.

Display

Teclast M20 front side

L’M20 ha un display 2,5k della Sharp da 10,1 pollici con una risoluzione di 2560 x 1600. La densità dei pixel di 298ppi è appena al di sotto del valore della retina. I singoli pixel non sono distinguibili da nessuna parte. Il Multitouch Screen riconosce fino a 10 tocchi allo stesso momento. Anche questo è relativamente preciso. In alcune situazioni, tuttavia, si possono notare lievi ritardi. Soprattutto con movimenti più veloci, alcuni comandi non vengono riconosciuti. Il pannello IPS offre una tonalità naturale e buoni valori medi di contrasto. La luminosità media è di 334 lux nella parte superiore del display, 335 nella parte centrale e 301lux nella parte inferiore dello schermo. Questo è relativamente poco per un display IPS. Alla luce diretta del sole, o quando si utilizza il tablet all’aperto, possono esserci problemi di leggibilità. Tuttavia, non vi è alcun problema con l’uso in casa. Inoltre, la stabilità dell’angolo di visione è molto buona, come solito con i display IPS, ma il display riflette molto fortemente. Se usato all’esterno, a volte non si vede nulla. Come di consueto con MediaTek SoC, la resa cromatica può essere personalizzata con MiraVision. L’M20 viene comandato esclusivamente con i pulsanti sullo schermo. Purtroppo, il dispositivo non dispone di un sensore di luminosità e nemmeno di un LED di notifica. Quindi, la luminosità deve essere regolata manualmente. Purtroppo, non c’è nemmeno una modalità notturna che facilita il lavoro agli occhi durante le ore serali e notturne. Il tablet è dotato di una pellicola di protezione per il display dal produttore. Anche questa è certamente utile, poiché non è stato utilizzato un vetro Gorilla Glass antigraffio. Almeno, una pellicola di protezione del display è montata di serie.

C’è una cosa che devo togliermi dal petto a questo punto: All’inizio ho menzionato il design “vecchio stile” del dispositivo. Per quanto riguarda il display, personalmente devo fare lo stesso giudizio qui. Naturalmente, si tratta di un tablet molto economico e la risoluzione, la colorazione e la velocità di reazione del display IPS lasciano poco spazio alle critiche, ma dov’è il progresso qui? Nel frattempo, ci siamo abituati agli smartphone senza margini o addirittura a schermo intero, ma nel debole settore dei tablet, in generale, non sembra esserci alcun passo avanti in questa direzione. Sì, anche con un notch potrei vivere, ma l’M20, con un rapporto schermo/corpo di appena il 73%, è ben lungi dall’essere “moderno”. Questa non dovrebbe essere una critica diretta al Teclast M20, ma dovrebbe riferirsi a tutte le nuove uscite nella categoria dei tablet.

 Prestazioni

Teclast M20 GeeckbenchTeclast M20 AntutuTeclast M20 3DMark

 Teclast M20 CPU Z“Equipaggiato con migliori prestazioni e molta potenza per il loro utilizzo”, questo è quello che promette il produttore, e possiamo, essere d’accordo su questo per il momento. Octa Core era ieri! L’M20 funziona con un processore Deca Core (10 core) della MediaTek. L’Helio X23 (MT6797D) dell’anno 2016 è un processore di classe media che è prodotto nel processo a 20nm ed è diviso in 3 cluster. 2 nuclei potenti A72 con massimo 2,30GHz e due cluster A53 a 4 nuclei per compiti meno impegnativi, con una frequenza con massimo 1,39GHz. La GPU Mali-T880, che registra un massimo di 780MHz, è al fianco dell’X23 durante i giochi. I giochi attuali, come ad esempio Asphalt 9, possono essere giocati facilmente, ma molti avversari o manovre di guida efficaci funzionano spesso a scatti. Il tablet si riscalda solo in misura limitata a pieno carico. Il sistema stesso funziona senza intoppi e con 4GB di memoria LPDDR3, le attività multitasking non sono un grosso ostacolo. La memoria a breve termine ha un throughput di quasi 4,3GB/s, che è un valore ragionevole. Il tablet ha abbastanza spazio di archiviazione per impostazione predefinita. 64GB dovrebbero essere più che sufficienti nella pratica.

Teclast M20 SD Bench

Se avete bisogno di ancora più spazio, è possibile comprare una scheda SD ed espandere la memoria fino ad un massimo di 256GB. C’è uno slot separato per questo. La funzione Dual-SIM viene mantenuta in quanto non è uno slot ibrido. Anche se la memoria interna è un po’ più veloce di quella del Chuwi Hi9 Pro recentemente testato, 118MB/s per la lettura dei dati e 140MB/s per la lettura dei dati non sono molto. Al contrario, sono abbastanza lenti. Devi fare a meno della veloce memoria UFS in questa fascia di prezzo. Qui viene utilizzata solo la memoria eMMC più lenta.

 

Sistema

Teclast M20 App DrawerTeclast M20 SystemTeclast M20 DRM

Gli amanti dello Stock Android saranno soddisfatti con l’M20. Una versione pulita di Android 8.0.0. è preinstallata sull’M20, ed è anche libero da qualsiasi bloatware o malware. Solo il programma DuraSpeed della MediaTek è disponibile come software aggiuntivo per il controllo dei processi in background. Anche tutte le Google App sono implementate come standard. Il sistema sembra essere molto maturo e funziona perfettamente. Non si sono verificati errori durante la fase di test di 2 settimane. Gli aggiornamenti sarebbero comodamente installati tramite OTA, ma è improbabile che ciò avvenga dato il prezzo.

Certo, un tablet di queste dimensioni è perfetto per guardare film, Netflix e simili. Tuttavia, con l’M20 non è possibile vedere video in qualità HD, il che rappresenta un grosso svantaggio. Il tablet ha solo il Widevine Security Level 3, quindi non è possibile guardare i film su Amazon e Netflix in HD. Tuttavia, il dispositivo condivide questo destino con molti altri rappresentanti Android, poiché la certificazione richiede troppo tempo per i produttori più piccoli.

Teclast M20 F SecureTeclast M20 MalwarebytesTeclast M20 Norton

Da un lato, Stock Android è bello perché semplicemente non è sovraccarico di funzioni. Qui, ci si limita esclusivamente all’essenziale. Nessun system manager, nessuna funzione extra e certamente nessun tema. Sì, è un po’ noioso. Se non ti piace il Launcher di Google, puoi facilmente scaricarne un altro dal Play Store e usarlo come predefinito. È anche possibile cambiare il font a piacere. Nel Font Manager è possibile scaricare il font desiderato e impostarlo direttamente.

Il vantaggio di un display di queste dimensioni è la possibilità di variare sia il font che la dimensione dei contenuti. Questo rende la navigazione in rete davvero divertente. Se si imposta il font e la visualizzazione al livello più basso, i 3 pulsanti Android Home verranno divisi. I pulsanti Indietro e Home ora sono a sinistra, mentre l’icona quadrata si sposta a destra. Quando viene utilizzato con 2 mani, questa è una bella caratteristica. 

Fotocamera

Di questo punto possiamo parlarne velocemente. Perché dovrebbe esserci qualcosa di nuovo e innovativo, quando non c’è nulla del genere nemmeno in termini di design ed esposizione? Il Teclast M20 ha una fotocamera principale da 5 megapixel. La fotocamera frontale scatta istantanee con un massimo di 2 megapixel. Per i tablet, il massimo che le fotocamere possono offrire è una qualità sufficiente giusto per Skype o le videochiamate. I video possono essere registrati al massimo in qualità HD a 30 fotogrammi al secondo. Se le condizioni di illuminazione sono buone, è possibile vivere con questa qualità delle foto abbastanza bene, anche se le foto HDR risultano troppo innaturali. Ma, detto onestamente, cosa vi sareste aspettati dalla fotocamera di un tablet? Gli scatti normali, alle volte, hanno troppa luce. Gli scatti notturni risultano in immagini sgranate e mosse. Non c’è il flash LED.

Connettività

Gli smartphone cinesi fungono probabilmente da modello per il Teclast M20. Proprio come la maggior parte di questi, il tablet ha una funzione Dual-SIM. Entrambi gli slot supportano il funzionamento in parallelo in 4G. Grazie a uno slot separato per la scheda di memoria, non è necessario uno slot SIM per avere più spazio di memoria.

Sono supportati le frequenze seguenti:

Teclast M20 SIM1 (2100 MHz)

2 (1900 MHz)

3  (1800 MHz)

5 (850 MHz)

8  (900 MHz)

38 (2600 MHz)

39 (1900 MHz)

40 (2300 MHz)

41 (2500 MHz)

La navigazione a velocità LTE con la banda a onde corte 800 MHz 20  purtroppo non è supportata. Navigare con il Teclast è molto divertente. Non siamo riusciti a trovare alcun problema di ricezione. Se non vi dispiace fare chiamate in pubblico tramite altoparlanti, potete anche chiacchierare felicemente con l’M20. A causa della mancanza del padiglione auricolare, questo è possibile solo tramite la funzione vivavoce. Se si dispone di auricolari, è anche possibile collegarli per effettuare chiamate. Anche senza cuffie, la persona dall’altro capo può essere chiaramente compresa, anche se il volume avrebbe potuto essere un po’ più alto. A causa delle dimensioni del tablet, la navigazione in auto è alquanto difficile. I proprietari di un SUV da 2,5t, un furgone o un camion, tuttavia, avranno a disposizione un parabrezza sufficientemente largo per ospitare l’M20 in qualche modo senza bloccare completamente il campo visivo. 🙂

Teclast M20 GPSTeclast M20 NavigationTeclast M20 WiFi

Sia come sia, la navigazione funziona abbastanza bene grazie al supporto di GPS, Glonass, Beidou e A-GPS, ma la ricezione lascia qualcosa a desiderare. Sono necessari alcuni secondi prima che il tablet determini la posizione.

Il modulo WiFi integrato opera nello standard 802.11b/g/g/n/ac in entrambe le gamme di frequenza 2.4 e 5.0 GHz, garantendo buone velocità di WIFI. Anche il segnale è molto stabile. Grazie a OTG è possibile collegare una chiavetta USB o mouse e tastiera al dispositivo e utilizzarlo. Il modulo bluetooth funziona perfettamente, anche se è “solo” disponibile nella versione 4.0. Non ci sono moltissimi sensori a bordo, purtroppo. La Teclast ha fornito un solo sensore di accelerazione all’M20. E non funziona nemmeno molto bene. O per lo meno, durante il nostro test, non ha sempre funzionato come avrebbe dovuto. I doppi altoparlanti, invece, sono una bella idea, uno per lato. Questo è un bene per la qualità del suono, anche se gli altoparlanti sono forti, il suono risulta estremamente metallico e tende a sovraccaricarsi. 

Durata della batteria

Teclast M20 Battery

Il tablet ha una batteria da 6600mAh. Naturalmente, all’inizio suona abbastanza bene, ma l’Helio X23, che è ancora prodotto con il processo a 20nm, non è certo famoso per essere un processore a risparmio energetico. In combinazione con un display molto grande di 10,1 pollici, l’M20 raggiunge quindi solamente 6 ore nel nostro test di durata della batteria. Utilizzando il dispositivo intensamente, si potrebbe arrivare a usarlo 2 giorni prima di dover ricaricare il dispositivo. Se guardi spesso video su YouTube e Co., per i quali un tablet di queste dimensioni è il più adatto, perderai il 13% della batteria in 1 ora con la luminosità del display impostata a metà. L’M20 viene fornito con un adattatore di ricarica 5V/2.5A. La ricarica completa del tablet richiede 3 ore e 10 minuti a causa della mancanza di una funzione di ricarica rapida.

Conclusione e alternativa

7f383487dbcb98209350596a690860ea s131
Christian Müller:

Non sono sicurissimo di che giudizio dare al Teclast. Naturalmente, ha un grande display ed è dotato di un hardware relativamente aggiornato. Di conseguenza, film, Netflix e Co. possono essere visti comodamente anche mentre si è in viaggio. Però, il tablet è pesante e ha un aspetto un po’ antiquato. No, il dispositivo non è davvero attraente. Il lato positivo, tuttavia, è che ha una funzione doppia SIM, che in un certo senso è un punto di vendita unico nel suo genere. Anche la ricezione è impeccabile. L’M20 è anche più che sufficiente per i giochi, anche se qui e là possono verificarsi piccoli bug. Tablet di queste dimensioni di solito costano circa 300-500€ se provengono della Samsung, per esempio. Per il Teclast M20, si paga molto meno di 200€, il che lo rende di nuovo attraente nel mercato dei tablet. Come alternativa, possiamo consigliare lo Xiaomi Mi Pad 4 o il Lenovo Xiaoxin, anche se entrambe le alternative sono più costose.

68%
  • Design e qualità costruttiva 60 %
  • Display 70 %
  • Prestazioni e sistema 80 %
  • Connettività e comunicazione 70 %
  • Durata della batteria 60 %

Confronto prezzi


A partire da 117 EUR
Solo 117 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
130 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
137 EUR*
29-42 giorni - AliExpress Standard Shipping
Vai al negozio
155 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 16.12.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami