La Ulefone sostiene che il suo nuovo modello, l’Armor 2, sia il miglior telefono outdoor. Effettivamente, stiamo parlando di un cellulare con dei dati tecnici impressionanti. Finora, sono stati davvero pochi i cellulari outdoor a sorprenderci con una buona memoria o con un buon display. Ma visto che oramai gli smartphone outdoor stanno diventando sempre più importanti, i produttori cinesi cercano di concentrarsi anche su altri fattori, e non più solo sulla resistenza del telefono. Con una RAM da 6GB, una batteria da 4700 mAh, il processore Helio P25 e un hardware niente male, il dispositivo suona veramente convincente. Inoltre la Ulefone ci offre anche qualche funzione extra: un sensore per misurare la frequenza cardiaca, un pulsante SOS e persino un barometro. Noi abbiamo testato dettagliatamente l’Ulefone Armor 2 per vedere se questo telefono riuscirà davvero a distinguersi dalla massa, scopritelo nella nostra recensione!

Design e qualità costruttiva

Per creare l’Ulefone Armor 2 hanno preso un’armatura e l’hanno schiacciata fino a farla diventare delle dimensioni di un cellulare. Almeno questa è stata la nostra impressione. Il telefono pesa 265g e misura 159×78,3×14,5mm, questi valori lo rendono decisamente un telefono massiccio. Il cellulare non risulta scivoloso se tenuto in mano, ma a causa della sua grandezza non è proprio maneggevole. Soprattutto con una mano sola, il dispositivo è difficile da utilizzare.

I materiali utilizzati nella costruzione del cellulare sono: metallo, gomma e plastica (a detta del produttore si tratta di: policarbonato rinforzato con fibra di vetro e un poliuretano termoplastico). Tutto ciò garantisce una buona resistenza contro possibili urti o cadute. Se dovesse caderti il telefono per terra, dovresti preoccuparti di più per l’incolumità delle piastrelle che per quella del telefono. La facciata posteriore è decisamente interessante. Qui troviamo gli scompartimenti delle schede SIM e della Micro-SD, chiusi con un coperchietto che viene fissato con delle piccole viti. I bordi risultano un po’ più ruvidi, in modo da offrire una presa migliore sul telefono. La fotocamera sporge un po’ dall’involucro, ma mai quanto le coperture in gomma, la cui forma assicura una protezione maggiore per la facciata posteriore. Proprio sulla facciata posteriore troviamo anche un modulo NFC anche lui protetto da un coperchietto di plastica. In questo caso la Ulefone ha scelto la plastica semplicemente perché se avesse utilizzato il metallo, la NFC ne sarebbe stata influenzata.

Ulefone Armor 2 Display 3 Ulefone Armor 2 Rückseite Ulefone Armor 2 Design Verarbeitung 2 Ulefone Armor 2 Home Button

I lati hanno ben 6 tasti: tra questi troviamo il tasto SOS, la fotocamera, i tasti per regolare il volume, i tasti d’accensione e il tasto Push-to-talk. Il tasto Push-to-talk funziona collegato con un’applicazione preinstallata, e dovrebbe agire da radiotrasmettitore. Tutti i pulsanti sono grandi, in metallo, e hanno un buon punto di pressione. Secondo me, avrebbero però potuto distribuirli meglio. Infatti, ogni tanto mi è capitato di premere il tasto sbagliato (ho premuto il tasto Push-to-talk, invece di quello d’accensione). Per proteggere lo schermo del cellulare, la Ulefone ha pensato di affidarsi a un vetro Gorilla Glas 3, e vi ha aggiunto delle cornici in gomma che lo circondano. Sopra al display troviamo una luce di notifica LED. Lo scanner delle impronte digitali è situato sotto al display. Purtroppo, questo funziona solo come scanner, e non come pulsante home. Il telefono si comanda completamente attraverso tasti On-Screen. Non troviamo nessun attacco AUX per le cuffie.

Ulefone Armor 2 Rückseite ablösbarInsomma, l’Armor 2 fa davvero il suo lavoro. L’intero telefono è protetto da una corazza resistentissima. Troviamo tanti pasaggi da un materiale all’altro, ma il telefono è lavorato così bene che non ce ne si accorge troppo.

 

Confezione dell’Ulefone Armor 2

Ulefone Armor 2 Lieferumfang 2Nella confezione dell’Armor 2 troviamo:

  • Un cavetto USB tipo C
  • Un adattatore
  • Un adattatore da USB tipo C a Micro-USB
  • Un cacciavite
  • Un libretto per le istruzioni
  • Un adattatore da USB ad AUX

Qualità all’aperto

La sua elaborazione perfetta conferisce all’Ulefone Armor 2 ottime capacità come telefono da usare all’esterno. È per questo motivo che l’Armor 2 ha ricevuto la certificazione IP68. Nemmeno una breve immersione in acqua è stata un problema per il telefono. Anche se maneggiato con le mani umide, il telefono risponde molto bene ai comandi. Quindi niente paura in caso di pioggia. Inoltre, il telefono è molto resistente. Noi stessi abbiamo lasciato cadere il dispositivo sul pavimento a qualche metro di altezza e possiamo confermarlo. Per di più, su Youtube si trovano parecchi video che dimostrano la resistenza dell’Ulefone Armor 2. Il dispositivo pare infrangibile. Secondo me, il display si potrebbe rompere solo nel caso in cui cadesse su un sasso appuntito.

Screenshot 20180103 2231051Anche per quanto riguarda il software, il telefono ci offre una grande quantità di funzioni utili all’aperto. La bussola ormai è un sensore standard, ma un barometro che può anche indicare l’altitudine non l’avevamo mai visto! Inoltre troviamo anche un sensore per misurare la frequenza cardiaca, un sensore che misura un determinato rumore in decibel e un contapassi. Un’altra cosa interessante è uno strumento in grado di misurare gli oggetti che ci circondano. Tutto sommato la Ulefone è stata ingegnosa con queste idee. Oltre a tutto questo, troviamo anche un’altra funzione molto utile: il pulsante SOS, con questo è possibile impostare un numero di telefono preferito che viene chiamato rapidamente non appena si preme il tasto.

Insomma possiamo dire che l’Ulefone Armor 2 fa una bella figura nella categoria dei telefoni outdoor. La resistenza incredibile dell’involucro e un software eccellente ci hanno davvero convinto.

Display

Lo schermo da 5 pollici dell’Ulefone Armor 2 è nitidissimo con i suoi 1920×1080 pixel. Il risultato è una densità di 441 pixel per pollice. Quindi i pixel singoli non risultano riconoscibili. La resa dei colori è eccellente. Tramite la funzione MiraVision è possibile personalizzare la saturazione dello schermo. Considerato che si tratta di un display IPS, è ovvio che il contrasti e la resa del nero non sono sullo stesso livello di un display Amoled, ma ciò non influenza negativamente l’impressione che ci ha fatto questo modello. L’angolo di visuale è buono, i colori e il contrasto dell’immagine non cambiano se cambiamo la prospettiva dalla quale guardiamo lo schermo.

Ulefone Armor 2 Display 2

Visto e considerato che noi testiamo i modelli in Germania, non è stato semplice trovare un po’ di sole, soprattutto dato che siamo in inverno, quindi non ho potuto testare la luminosità del display in condizioni di luce forte. Per quanto l’ho potuto testare, mi è sembrato avere valori abbastanza buoni. In uno smartphone outdoor però, la luminosità dovrebbe essere altissima. Il touchscreen funzionava senza problemi e registra fino a 5 tocchi contemporaneamente. Gli amanti della funzione Tap-to-Wake non resteranno delusi. Toccando il display due vole il telefono si risveglia dallo stand-by.

Prestazioni

Il cuore dell’Ulefone Armor 2 è il suo processore Helio P25 di MediaTek. Nella pubblicità viene presentato con una frequenza da 2,6 GHz. In realtà a noi con una CPU-Z è risultata solamente da 2,4 GHz. I nuclei di risparmio energetico arrivano fino a 1,6 GHz. La RAM è grandissima grazie ai suoi 6GB. Ma con una velocità di 4,3 GB/s risulta un po’ lentina. Nella pratica, il telefono ci mostra buone prestazioni con pochi ritardi. Grazie alla RAM così grande è possibile tenere aperte tante applicazioni contemporaneamente. La memoria interna da 64GB ha una veolocità di lettura di 100 MB/s e una velocità di scrittura da 140 MB/s. I valori non sono niente male ma si potrebbe ancora migliorare.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato 3D Mark Risultato

L’Ulefone Armor 2 non è fatto per giocare, ciononostante le sue prestazioni non si dimostrano niente male. Anche i giochi più esigenti come Asphalt 8 possono essere giocati con una grafica impostata al massimo livello, a meno che non si vogliano 60 fps. Il cellulare non si è ma surriscaldato.

Screenshot 20180103 231710 Screenshot 20180103 224635  Screenshot 20171228 144855

Android 7.0

Il sistema preinstallato non ha grandi particolarità (eccetto la Outdoor-Toolbox piena di sensori) siccome Android è stato poco modificato. Per questo motivo è disponibile un Appdrawer. Vale la pena menzionare la navigazione attraverso il sistema. Questa avviene esclusivamente tramite i pulsanti on-screen. Lo scanner delle impronte digitali purtroppo non ha la funzione di un pulsante home. Durante l’utilizzo giornaliero abbiamo avuto qualche problema con questo, visto che continuavamo a tentare di ritornare alla home premendolo. La barra di navigazione nel sistema è decimata a solo circa la metà di quella a cui siamo abituato. Ma dopo un po’ ci si abitua. Il vantaggio qui è che la barra non consuma gran parte della superficie del display come avviene di solito.

Gli aggiornamenti del sistema sono impostati tramite un OTA, il che significa che vengono scaricati tramite WiFi e poi vengnono installati. Tutto sommato: il sistema lavora affidabilmente e stabilmente. Non ci siamo accorti di Bugs o altri problemi. Anche una scansione antivirus eseguita con Malewarebytes ha confermato che l’Ulefone Armor 2 è privo di qualsiasi software dannoso.

Screenshot 20180104 0011011 Screenshot 20180104 0010451 Screenshot 20180104 0010521

Fotocamera

La fotocamera dell’Ulefone Armor 2 è nella media. Le foto sono per lo più nitide ma i coloro potrebbero essere un po’ più vivaci. La fotocamera da 16 MP e una apertura da f/2.0 fa buoni scatti anche di notte. Ovviamente sono un po’ sfocati, ma il risultato finale mi è piaciuto molto.

La modalità HDR non serve a niente. Pur attivandola ma non cambia assolutamente niente, tutto rimane come con la modalità standard. La modalità Pro però è decisamente tutta un’altra cosa: qui si può anche personalizzare qualche valore come ad esempio il contrasto, valori ISO e la saturazione. La messa a fuoco automatica è precisa e veloce, anche scattando foto da lontano. La velocità di scatto potrebbe però essere migliorata un po’. La fotocamera per i selfie ha 8 MP e la qualità è appena sufficiente per fare un selfie ogni tanto.

In modalità FHD (1920 x 1080 px) vengono registrati video che però non sempre risultano molto buoni. Se ci si muove un po’ il video risulta sfocato.

Comunicazione e connettività

Ulefone Armor 2 SIM EmpfangL’Ulefone supporta tutte le reti necessarie in Italia, quindi anche tutte le bande LTE, banda 20 inclusa. Di conseguenza, la qualità della ricezione dell’Ulefone Armor 2 è buona. Durante il test ho sempre avuto accesso almeno alla rete 3G. Il microfono e anche l’altoparlante offrono una qualità del suono ottima durante le chiamate. L’interlocutore si sente sempre bene. L’altoparlante principale è buono anche se il volume non è molto alto. I bassi non vengono quasi mai riprodotti. Solo uno dei due altoparlanti funziona veramente. Chi si aspettasse un altoparlante stereo rimarrà deluso. La ricezione del WiFi è nella media, riesce a ricevere frequenze da 2,4GHz e da 5GHz. Anche la funzione NFC è a bordo, cosa rara negli smartphone outdoor. Il GPS è buono e insieme alla bussola aiuta benissimo per la navigazione. 

Per quanto riguarda i sensori, l’Ulefone Armor 2 è ben equipaggiato. Sono disponibili i sensori standard di luminosità e di avvicinamento. Oltre a queste funzioni abbiamo anche una bussola, un giroscopio, un cardiofrequenzimetro, un barometro e un sensore per le impronte digitali. Il sensore di accelerazione sembra essere programmato male. Questo si nota soprattutto quando si gioca con il telefono, dove pur tenendo lo smartphone dritto la macchina sterza a sinistra. L’errore viene confermato anche utilizzando l’applicazione preinstallata “Picture Hanging”. Tutto ciò potrebbe anche essere un caso isolato. Se la cosa si ripresentasse anche su altri dispositivi, speriamo che pensino a una soluzione tramite un aggiornamento. Il sensore per impronte digitali non funziona molto velocemente. Il dito deve rimanere sul sensore per po’ prima che venga riconosciuto.
Screenshot 20180104 1745091
Durata della batteria 

Screenshot 20171230 1010141L’Ulefone Armor 2 è ben dotato con una batteria da 4700 mAh. Insieme al processore pensato apposta per il risparmio energetico, è possibilè una durata della batteria fino a 2 giorni. Ovviamente questo dipende dall’intensità dell’uso del dispositivo, ma se non si è utenti incalliti forse si riuscirebbero a superare anche 3 giorni. Soprattutto se in stand-by, il telefono non consuma molta batteria. Se non si usa molto il telefono durante il girono, è addirittura possibile arrivare a sera e trovarlo al 90% di batteria (coi dati mobili spenti però). Nel test di PCMark la batteria è durata ben 10 ore.

La ricarica rapida non è affatto veloce. Per ricaricare la batteria completamente ci vogliono tre ore piene. Normalmente i dispositivi non supreanno quasi mai le 3 ore di ricarica, in questo caso l’Ulefone Armor 2 è un’eccezione negativa.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

 

Conclusione e alternativa

8c7a0dcc6ce775a5445f4f047a9420aa s131
Michael Froschauer:

L’Ulefone Armor 2 svolge il suo lavoro in maniera impeccabile, sembra un telefono infrangibile. Per quanto riguarda la resistenza e le funzioni all’aperto, l’Armor 2 sembra uno smartphone eccellente. Anche con la sua durata della batteria e le sue prestazioni, il telefono non fa che guadagnare punti. Chi cercasse un compagno di avventure all’aperto, con l’Ulefone Armor 2 non farebbe nulla di sbagliato. A meno che volesse anche una buona fotocamera, cosa che l’Ulefone ci offre. Un altra pecca è il sensore per le impronte digitali che non funziona tanto bene.
Tutto sommato però possiamo consiglervi senza problemi questo smartphone outdoor. Esiste però anche un’alternativa che vale la pena guadare: Il Doogee S60 , che somiglia tanto all’Ulefone Armor 2 ma dispone di una fotocamera migliore e una batteria ancora più potente. Il prezzo non è nemmeno tanto diverso. L’unica cosa è che lo schermo del Doogee S60 è un po’ più piccolo, misurando solo 5,2 pollici.

83%
  • Design e qualità costruttiva 100 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 60 %
  • Connettività e comunicazione 80 %
  • Batteria 90 %

Confronto prezzi

201.62 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
236.99 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
239.99 EUR*
10-15 giorni – Spedizione economica
Vai al negozio
Solo 263 EUR*
1-3 giorni – Spedizione dall'europa
Vai al negozio
289 EUR*
2-3 giorni – Spedizione dall'Italia
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il

Ordina la newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!

Scrivi un commento

 
  Subscribe  
Notificami