Ultimamente, molti produttori cinesi offrono smartphone outdoor e si tratta quasi sempre di smartphone di fascia media. L’Ulefone offre ora l’Armor X, il cui prezzo è di poco superiore a 100€. Oltre all’ultimo processore a basso costo della MediaTek, è disponibile anche un’ampia gamma di funzioni extra. Scoprite nella nostra recensione di cosa è in grado questo dispositivo e se vale davvero il suo prezzo.

Design e qualità costruttiva

Tipico degli smartphone outdoor, l’Ulefone Armor X non è un dispositivo sottile. Misura 161 x 75 x 14mm e pesa 259g;  con queste dimensioni, l’Ulefone è ancora nella media per la sua categoria. L’Armor X segue la tendenza attuale e dispone di un display in formato 18:9, che rende il dispositivo più sottile (almeno otticamente).

Ulefone Armor X 11 Ulefone Armor X 12

Tutti gli smartphone outdoor hanno una cosa in comune, la custodia spessa fatta di un mix di plastica e gomma. Questo fa sì che tutti i dispositivi appaiano abbastanza simili, se non addirittura identici. I produttori cercano di ovviare a questo problema con piccoli stratagemmi. Per l’Armor X della Ulefone, ad esempio, si tratta di alcune strisce oblique e una piccola placca sulla quale sono incorporate le fotocamere. Entrambe sono in metallo. Oltre alla doppia fotocamera, un ulteriore dettaglio sul lato posteriore rende il telefono originale: il logo e la funzione “Wireless Charge” sono riportati su una piccola targhetta in plastica. Questo rende lo smartphone uno dei rari modelli nel settore outdoor che supporta effettivamente la ricarica wireless. Tra l’altro, questa caratteristica è rara anche per la sua fascia di prezzo.

 

Ulefone Armor X 2 Ulefone Armor X 5

Non ci sono sorprese sulla parte anteriore. 3 pulsanti soft-touch sotto il display e sopra il display come di consueto, la fotocamera anteriore, il padiglione e sensori. A bordo è presente anche un LED di notifica, che però si illumina solo in bianco. Sul lato sinistro ci sono i tasti per il controllo del volume e il pulsante di accensione. Dal lato opposto si trovano il tasto PTT, lo slot per le SIM e il sensore di impronte digitali. I pulsanti sono in plastica e hanno un punto di pressione piuttosto sensibile per essere di uno smartphone outdoor. In alto c’è un connettore jack per le cuffie e in basso una porta Micro-USB. Tutte le porte sono chiuse con un coperchio in gomma e sono assolutamente impermeabili.

Ulefone Armor X 6 Ulefone Armor X 7 Ulefone Armor X 8 Ulefone Armor X 9

Anche se lo smartphone è uno dei dispositivi outdoor più economici sul mercato, questo non influisce assolutamente sulla sua qualità. L’Armor X è prodotto in modo pulito e nessun elemento da effettivamente problemi. Naturalmente, come gli altri colleghi, l’Ulefone è dotato della certificazione IP86. La caduta da un’altezza normale non può danneggiare lo smartphone. L’Armor X è anche sopravvissuto senza problemi ad un’immersione di 30 minuti.

Con l’altoparlante, tuttavia, si riconosce chiaramente la classe di prezzo. Anche se è forte e non sovradimensionato, il suono è molto metallico.

L’Ulefone Armor X fa un’ottima prima impressione. Ha un’ottima qualità costruttiva e lo smartphone mantiene le promesse della certificazione. Per me, personalmente, il posizionamento del sensore di impronte digitali sul lato è decisamente assurdo e non è per niente utile.

Fornitura dell’Ulefone Armor X

Ulefone Armor X 13Nella confezione troviamo:

  • Manuale d’avvio rapido
  • Strumenti per aprire i coperchietti
  • Ago SIM
  • Cavo Micro-USB e adattatore
  • Pellicola protettiva per il display

Display

L’Ulefone Armor X è dotato di un display HD da 5,5″ con una risoluzione di 1440 x 720 pixel. Con 293 ppi, il display è splendidamente nitido e i singoli pixel non sono riconoscibili. Per essere uno smartphone progettato per l’uso all’aperto, la sua luminosità massima lascia molto a desiderare. Anche i valori lux massimi di 230 confermano questa affermazione. Con uno schermo puramente nero è possibile misurare anche 3 lux, il che significa un buon contrasto. Il colore del display non può essere regolato tramite MiraVision.

Ulefone Armor X 10

 

Il pannello registra fino a 5 punti di contatto contemporaneamente ed elabora direttamente ogni digitazione. Purtroppo, la Ulefone non indica se il display è protetto dai graffi, per esempio da un vetro Gorilla Glas. Durante la fase di test, tuttavia, non ho potuto graffiare il dispositivo con mezzi normali.

Il display dell’Armor X è ok. I colori sono forti, ma la massima luminosità non è sufficiente per rendere lo smartphone leggibile sotto la luce del sole. Il display è anche difficile da usare quando è bagnato.

Prestazioni e sistema

L’Ulefone Armor X è dotato del nuovo processore a basso costo della MediaTek, l’MT6739, successore del noto MT6737, utilizzato nei modelli più diffusi di questa categoria di prezzo. L’MT6739 ha quattro nuclei, ciascuno con una velocità massima di 1,5 Ghz. Il processore è supportato da 2 GB di RAM e da una GPU PowerVR GE8100, che supporta un clock massimo di 570 MHz. La memoria interna è di 16 GB e può essere espansa tramite una scheda Micro-SD, rinunciando però alla funzione Dual-SIM.

La RAM ha una frequenza massima di 3600 Mhz, che è assolutamente nella media. Purtroppo, i 2 GB non sono troppo buoni, motivo per cui il multitasking non è il talento del dispositivo. La memoria interna è, purtroppo, abbastanza lenta con una velocità di lettura di 78 MB/s. Non è stato possibile determinare la velocità di scrittura con un’applicazione di benchmark. Tuttavia, questo sarà altrettanto basso.

In generale, le prestazioni dell’Armor X sono molto limitate. Anche le attività standard richiedono tempo e tutto sembra un po’ lento. Il gaming è fuori discussione. Una volta che sono aperte più applicazioni contemporaneamente, la situazione peggiora. Se usi il tuo smartphone solo per Whatsapp, Google Maps e occasionalmente per navigare, avrai sempre la velocità necessaria, ma non ti dovresti aspettare un sistema veramente veloce.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato

L’Ulefone Armor X funzuiona con un Android 8.1 aka Oreo. Mentre molti produttori hanno ancora difficoltà a mettere sul mercato dispositivi con l’ultimo Android, la Ulefone sta lanciando il suo smartphone di low budget sull mercato con il sistema più attuale – un punto a favore della Ulefone. La Ulefone non ha quasi per niente modificato il sistema, sono state aggiunte solo alcune funzioni extra. Nella schermata iniziale è impostata la ricerca di Google come impostazione predefinita e la schermata di sinistra serve come feed di notizie. Tuttavia, il feed delle notizie può essere disattivato. Le funzioni speciali extra includono il consueto controllo multi-touch e gestuale.

Al sensore di impronte digitali possono essere assegnate diverse funzioni. Per me, tuttavia, questo non è un punto positivo, perché lo scanner delle impronte digitali si trova al lato del display e spesso le funzioni sono attivate involontariamente. Si trova semplicemente in un punto in cui il cellulare viene afferrato normalmente quando lo si tiene in mano. Avrebbero dovuto pensarci meglio. Dopo tutto, il sistema è pulito, senza app fastidiose e privo di malware.

La Ulefone fornisce l’Armor X con un puro Android 8.1, che è stato solo completato con pratiche funzioni speciali. Purtroppo, il menu delle impostazioni non è stato tradotto correttamente in italiano, quindi alcune traduzioni suonano strane, ma si capisce tutto abbastanza bene. Purtroppo, allo smartphone manca un pulsante SOS, sarebbe stato meglio non implementare il pulsante PTT, e invece includere la funzione SOS. PTT significa push-to-talk, ma il servizio non è mai stato davvero famoso in Italia e oggigiorno, non è più disponibile, il che rende questo pulsante superfluo per noi.

Il sito web promette una funzione di sblocco tramite riconoscimento facciale, ma non c’è alcuna opzione per questo nelle impostazioni. Questo sarà probabilmente disponibile in futuro con un aggiornamento.

Fotocamera dell’Ulefone Armor X

La fotocamera principale dell’Armor X è una doppia fotocamera con una risoluzione di 8 + 5 MP (interpolata 13 + 5). Il secondo sensore, tuttavia, è, come spesso accade, solo un falso e non è responsabile dell’effetto bokeh, che viene generato dal software. Le immagini saranno abbastanza buone per uno smartphone outdoor, soprattutto in questa fascia di prezzo. La nitidezza e i colori sono solitamente ok, solo il bilanciamento del bianco e l’esposizione spesso non sono giusti, motivo per cui sono necessari alcuni tentativi prima di ottenere un buon risultato. La messa a fuoco è piacevolmente veloce, ma il tempo di scatto no. In modalità HDR si ottiene un po’ di più dalle immagini, ma il rumore diventa sempre più forte. Per uno o due scatti, tuttavia, la fotocamera è più che accettabile ed è già un fatto notevole in questa fascia di prezzo!

La fotocamera anteriore ha una risoluzione di 5 MP (8 interpolati). Qui si ottengono risultati significativamente peggiori, le immagini sembrano pallide e sono un po’ mosse, inoltre la fotocamera anteriore ha un tono rossiccio abbastanza forte. Per qualche selfie occasionale è sufficiente, ma non bisogna aspettarsi troppo.

Tutto sommato, la Ulefone offre risultati accettabili per essere uno degli smartphone outdoor più economici sul mercato.

Connettività dell’Ulefone Armor X

Il dispositivo supporta tutte le frequenze 2G, 3G e 4G (LTE) necessarie per il funzionamento in Italia. Ciò significa che anche la banda 20, che per noi è importante, è a bordo. La ricezione è stata sempre buona e l’LTE era quasi sempre a mia disposizione. Solo nella rete 3G di tanto in tanto è peggiorata la qualità di ricezione. Nell’Ulefone è possibile utilizzare 2 schede Nano-SIM oppure 1 scheda SIM con una scheda Micro-SD: si tratta quindi di uno slot ibrido.
La qualità della chiamata è accettabile, l’auricolare produce un suono un po’ metallico, ma il mio interlocutore è sempre stato facile da capire. Lo stesso vale per il contrario. Anche la mia voce era abbastanza metallica.

Quando si tratta di standard di trasmissione, l’Armor X eccelle ancora una volta e offre una serie completa ad un basso prezzo. Oltre al WIFI nella gamma 2.4 e 5Ghz e con standard a/b/g/n, sono disponibili anche il Bluetooth 4.1 e persino l’NFC. La ricezione WIFI è sempre stata ottimale, lo stesso vale anche per la qualità di trasmissione con Bluetooth. Come al solito, il GPS è semplicemente il top nei cellulari di questa categoria. Il GPS trova la posizione giusta in pochi istanti e la navigazione è sempre molto accurata. Sulla pista di prova a piedi e in macchina, quindi, non c’è mai stato alcun errore di localizzazione. Tipico per uno smartphone outdoor è anche la generosa dotazione di sensori. Oltre ai 3 sensori standard (sensori di prossimità, luminosità e accelerazione), sono presenti anche un sensore giroscopio e una bussola elettronica. Inoltre, sul lato del dispositivo è presente il sensore di impronte digitali. Questo sblocca il dispositivo in modo affidabile in 9 tentativi su 10, ma ci vogliono 2 secondi prima che sia pronto per l’uso.

Durata della batteria

ulefone armorx pcmarkLa batteria dell’Ulefone Armor X dispone di 5500 mAh, almeno secondo le informazioni date dal produttore. La nostra misura di prova ha dimostrato un valore tra 4500 e 4800 mAh, quindi un po’ al di sotto delle specificazioni. Nel benchmark, il cellulare arriva a una durata di 13h e 11 minuti. Nel funzionamento effettivo, il che significa che con un’unica carica si può arrivare a 2-3 giorni con uso normale e giocandoci un pochino. Ma gli utenti hardcore riusciranno sicuramente a scaricare la batteria in 2 giorni. L’Ulefone Armor X è dotato di una funzione di ricarica rapida, ma richiede quasi 3 ore per una carica completa.

In mezz’ora di carica è possibile ottenere già il 20% della batteria. Inoltre, l’Ulefone Armor X supporta anche la ricarica wireless, che funziona alla stessa velocità purché il modulo supporti la ricarica rapida. Ma c’è bisogno di un po’ di pazienza, perché lo smartphone deve essere posizionato in modo molto preciso perché la ricarica wireless funzioni. Anche se si trova la posizione giusta, il telefono impiega alcuni istanti per rilevare il modulo e avviare la ricarica in modalità wireless.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Conclusione e alternativa

6ea339e8bb2cc41b1e819f16b2fc3e34 s131
Mathias:

La domanda che rimane è se l’Ulefone Armor X è quindi il miglior smartphone outdoor a basso prezzo!? Sicuramente sì! Per il prezzo, si ottiene un pacchetto completo armonioso e robusto, con le solite pecche di questa fascia di prezzo. Le prestazioni sono scarse, ma il dispositivo fa tutto il necessario. Il sensore di impronte digitali sarebbe stato posizionato meglio sul retro e un pulsante SOS invece del pulsante PTT sarebbe stato migliore. Altrimenti, l’Armor X è uno smartphone outdoor di lunga durata con una fotocamera decente e vantaggi come la ricarica wireless, l’Android più recente e tutti gli standard attuali. Quindi, se vuoi uno smartphone resistente, ma non ti interessano troppo le sue prestazioni, l’Armor X è la scelta migliore!

77%
  • Design e qualità costruttiva 90 %
  • Display 60 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 60 %
  • Fotocamera 70 %
  • Connettività e comunicazione 100 %
  • Batteria 80 %

Confronto prezzi

"Ni hao! Se il nostro rapporto di prova vi ha aiutato, saremmo lieti di ricevere il vostro sostegno. Cliccando sul nostro confronto dei prezzi, ci supporti con il tuo acquisto. Così ci aiutano a gestire Chinahandys.net ulteriormente in modo indipendente e senza pubblicità. Grazie mille".
Solo 117 EUR*
5-9 giorni – DHL espresso
Vai al negozio
119 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
130 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 19.08.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!

Scrivi un commento

 
  Subscribe  
Notificami