Dalla sua fondazione nel 2016, la Vernee si è fatta un nome, pur essendo una nuova arrivata, con dispositivi come il Vernee Mars Pro e il Thor. Soprattutto con quest’ultimo, la Vernee ha potuto dimostrare agli altri produttori ciò che è possibile fare nella fascia di prezzo fino a 100 €. Il Mars Pro, d’altra parte, è uno smartphone incredibile nella fascia media. Tutti i dispositivi precedenti si sono presentati con un’ottima qualità costruttiva e, nell’ottobre 2017, abbiamo testato anche il successore indiretto del Thor, il Vernee M5. Poco più di sei mesi dopo, la Vernee lancia ora il suo successore diretto, l’M6. Nella recensione che segue, scoprirete se possiamo raccomandarvi l’acquisto del dispositivo o se l’M6 segue solamente la corrente.

Design / Qualità costruttiva / Confezione

L’M6, come già il modello precedente, ha una scocca in alluminio arrotondata e pesa 150.8g, solo leggermente più pesante dell’M5; il display è cresciuto di dimensioni da 5.2″ a 5.7″, ha un formato di 18:9 ed è quindi diventato un po’ più lungo grazie al display più grande. Le dimensioni dell’M6 sono 153,8 x 73,1 millimetri rispetto ai 148,0 x 73,0 millimetri dell’M5.

Vernee M6 Design 1Vernee M6 Design 3Vernee M6 Design 2Vernee M6 Design 6

Tuttavia, la Vernee è riuscita a ridurre lo spessore dell’M6 di 1,1 mm a soli 6,9 mm (almeno se si crede che le dichiarazioni di Vernee siano vere). Naturalmente, abbiamo misurato esattamente e siamo arrivati ad uno spessore di 7,7 mm. Un errore? Una svista? Bugie di marketing? Naturalmente, non possiamo rispondere a questa domanda con sicurezza.

I bordi del display da 3 millimetri ricordano molto quelli dell’M5. Come spesso accade, il coperchio posteriore e il telaio sono separati. Inoltre, il coperchio posteriore è dotato dei tipici “tappi in plastica”. Tuttavia, questi sono difficilmente distinguibili dalla copertura posteriore. Una transizione evidente è difficilmente percettibile. Rispetto al modello precedente, non ci sono nuovi colori, perché c’è ancora una volta la scelta fra nero e blu. L’M6 si adatta molto bene alla mano e non da la sensazione di essere un dispositivo a basso costo. Una sorta di “modello premium a basso costo”, per così dire. A questo contribuiscono anche i passaggi ben fatti e arrotondati dal display al telaio.

Lo scompartimento delle SIM si trova sul lato sinistro. A destra sono presenti il regolatore del volume e il pulsante di accensione. Questi sono solo in plastica, il che non si nota, tuttavia, sono facilmente accessibili e hanno un punto di pressione piacevole. Come il suo predecessore, anche il sensore di impronte digitali si trova sul retro ed è facilmente raggiungibile e percepibile. La ricarica dello smartphone avviene ancora tramite la “connessione tradizionale”  Micro-USB.

Nella parte superiore del display, il padiglione auricolare si trova al centro e la fotocamera anteriore e il LED di notifica si trovano a sinistra di esso. A destra, non visibili, ci sono tutti i sensori necessari. Il comando avviene esclusivamente tramite i pulsanti sullo schermo. La copertura posteriore opaca non ama molto le dita unte. Quindi, è meglio lavarsi le mani dopo aver mangiato e solo dopo, prendere il vostro smartphone in mano. 🙂

Vernee M6 LieferumfangNella confezione del Vernee M6 sono inclusi:

  • Smartphone
  • Cavetto Micro-USB
  • Adattatore per il caricatore
  • Manuale d’istruzioni
  • Cover TPU in silicone
  • Due pellicole protettive per il display

Già dal aspetto, l’M6 fa una prima impressione positiva, anche se in qualche modo manca di un certo valore. Per un prezzo di acquisto di circa 100€, questo è abbastanza sopportabile. Il risultato è un design semplice, ma senza difetti di lavorazione, come tipico di Vernee. Non sorprende inoltre che il successore dell’M5 si stia evolvendo verso un display da 6″ in formato 18:9. Il Vernee M6 non attira certo l’attenzione. Nessuno si stupirà alla vista del telefono o lo prenderà per un dispositivo troppo chic. Ma qui va anche detto che tutto questo è trascurabile, anche se Vernee imbroglia un po’ con le misure. Ad un prezzo di circa 100€, non ci si può aspettare un iPhone.

Ecco un piccolo estratto direttamente dal sito web del produttore. Vernee sembra un po’ confuso qui, non è vero? 🙂

Display

Vernee M6 Display 1Vernee M6 Display 2

Vernee M6 No Pixel

Nessun pixel singolo visibile

L’M6 ha un display IPS da 5,7″ con un formato 18:9. Il display ha una risoluzione di 720 x 1440 pixel. Il risultato sono 283 pixel per pollice. Il rapporto schermo/corpo è moderato al 75%. Tuttavia, tutti i contenuti e i testi visualizzati sono visualizzati in modo sufficientemente nitido da rendere non più riconoscibili i singoli pixel. Se non vi piacciono i valori preimpostati di colore, contrasto e luminosità, è possibile utilizzare il noto strumento “MiraVision” di MediaTek. Anche alla luce del giorno è ancora possibile vedere abbastanza sul display.

Vernee M6 Lesbarkeit

Leggibilità all’estreno

Come al solito con un display IPS, la luminosità complessiva del display è molto costante. Nella parte superiore del display si raggiunge un massimo di 510 lux. Al centro dello schermo raggiungiamo i 502 e nella parte inferiore del display sono ancora 463 lux. Anche la stabilità dell’angolo di visione è buona come al solito. I bordi del display sono leggermente arrotondati grazie al vetro 2.5D. L'”effetto 2.5D” è ancora leggermente intensificato dalla cornice arrotondata del display. Il display riconosce solo un massimo di 5 tocchi alla volta, il che dovrebbe essere sufficiente nella pratica. Il touchscreen capacitivo a 5 punti reagisce in modo preciso e rapido senza alcun disturbo. Non sappiamo se Vernee ha installato un vetro Gorilla Glas. Ma anche senza il marchio, il vetro è abbastanza resistente ai graffi nell’uso quotidiano.

Prestazioni

Vernee M6 AnTuTuVernee M6 3D MarkVernee M6 GeekbenchVernee M6 CPU Z

Come il suo predecessore, l’M6 utilizza l‘MT6750 di MediaTek. Questo SoC è molto popolare, specialmente tra i produttori più piccoli, ed è situato nella gamma medio-bassa in termini di prestazioni. L’Octa-Core Cortex-A53 è composto da 2 cluster da 4x 1.5 GHz e 4x 1.0 GHz. L’utente ha a disposizione 4 GB di RAM come memoria lavorativa. La sua velocità di trasmissione dati è di 3,9 GB al secondo. L’M6 è perfettamente adatto per attività standard come navigare in Internet, Whatsapp e simili e offre prestazioni sufficienti per il multitasking. Anche decine di applicazioni aperte non hanno ridotto la velocità di reazione dello smartphone.Vernee M6 SpeicherCon il Vernee M6 è possibile giocare occasionalmente senza problemi.  Il gioco Asphalt 8 funziona in modo completamente fluido, anche con i dettagli impostati al massimo – qui la bassa risoluzione dello schermo giova allo smartphone. I calcoli grafici sono eseguiti dalla GPU veloce Mali T860.

La memoria principale è di 64 GB. Naturalmente, la memoria può anche essere espansa, se si può fare a meno di una seconda scheda SIM. Una scheda Micro-SD (di massimo 128 GB) può occupare questo spazio (slot ibrido). La memoria interna raggiunge una velocità di 118 MB/s in lettura e 134 MB/s in scrittura. Questo lo pone sullo stesso piano del suo predecessore, l’M5. L’M6 probabilmente ottiene un piccolo aumento di velocità dal sistema Android Stock o il cosiddetto sistema “VOS” (Sistema Operativo Vernee). Lo smartphone non ha troppe funzioni inutili e il VOS offre le migliori prestazioni possibili. Il Vernee M6 offre prestazioni sufficienti per l’utilizzo quotidiano, soprattutto considerando il basso prezzo.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

Android

Vernee M6 HomescreenVernee M6 ApDrawerVernee M6 System

Come già accennato, l’M6 lavora sul sistema operativo Vernee, il VOS (Vernee Operation System). Il VOS è fondamentalmente un sistema Stock-Android, che è stato migliorato con alcune nuove funzionalità. Gli amanti di un sistema nitido e incontaminato ne saranno davvero soddisfatti.

Vernee M6 Update

Nessun aggiornamento?

L’utilizzo del dispositivo è rapido e senza ritardi. Tuttavia, è un po’ irritante che Vernee pubblicizzi sul sito web che il sistema VOS dell’M6 è basato su un Android 8.1. Non viene spiegato ulteriormente che cosa significhi esattamente. Probabilmente si tratta semplicemente di una piccola bugia di marketing. Tuttavia, potrebbe far pensare al compratore che si tratti di Android Oreo. Ma se si legge con più attenzione, si noterà che lo smartphone ha solo un Android Nougat… ovvero solo la versione 7.0!

È un po’ fastidioso che non tutte le applicazioni di terze parti vengano visualizzate nel formato 18:9. Alcune applicazioni appaiono “schiacciate” nel formato 16:9, il che porta a un’immagine poco attraente. Tuttavia, questo fenomeno non si verifica in tutte le applicazioni preinstallate o in tutte le applicazioni di sistema. Infine, ma non per questo meno importante, il processo di avviamento dell’M6 richiede un po’ più di tempo.

Anche se Vernee è in realtà abbastanza affidabile quando si tratta di aggiornamenti, non ci aspettiamo che l’M6 ottenga un aggiornamento del software ad Oreo, siccome sarebbe troppo costoso per uno smartphone in questa fascia di prezzo. Se lo fosse, gli aggiornamenti possibili sarebbero importati via OTA, cioè “Over-The-Air”. Le patch di sicurezza del sistema sono state rilasciate nel marzo 2018 e tutte le principali applicazioni di Google sono preinstallate come standard.

Come solito della Vernee, tutti i test per virus o altre applicazioni indesiderate sull’M6 sono stati eseguiti senza gravi complicazioni. “Dura-Speed” della Vernee, che aiuta a ottimizzare un’applicazione in esecuzione in primo piano, o dovrebbe limitare le attività in background di un’applicazione selezionata, è preinstallato. In caso contrario, tuttavia, il programma può essere semplicemente disattivato.

Vernee M6 Akkuverbrauch

Consumo energetico alto con bluetooth attivo

Il consumo energetico del modulo bluetooth è piuttosto sorprendente (negativamente). Lo avevamo già notato con il modello precedente. Se si lascia permanentemente attivato il bluetooth, indipendentemente dal fatto che sia collegato o meno a un terminale, si perde ¼ della capacità della batteria.

Vernee M6 Boot Fail

E ora? 🙂

Sembra troppo. Forse la Vernee lo risolverà con un piccolo aggiornamento? In ogni caso, nulla è cambiato in questa categoria durante il test.

Ultimo ma non meno importante, un piccolo ma fastidioso bug nel sistema: se si avvia il dispositivo e si immette il pin della scheda SIM, il dispositivo viene sbloccato, ma a volte si blocca. Apparirà quindi una schermata iniziale vuota, più il pulsante “Indietro” di Android. Tuttavia, qualsiasi input è inutile. L’unica soluzione è premere due volte il pulsante di accensione per spegnere e riaccendere il display. Poi il telefono può essere usato come al solito.

Fotocamera

Vernee utilizza un sensore da 13 megapixel nell’M6. Le foto vengono interpolate a 16 MP tramite il software. Ciò che lodiamo alla Vernee è la mancanza di una doppia fotocamera, che, normalmente, nei telefoni in questa fascia di prezzo risulta essere solo una bugia di marketing. Ottimo che la Vernee si distingua così positivamente, rinunciando a tale “fantoccio”. Quindi nessun effetto bokeh reale, ma anche nessun effetto bokeh “falso”. Come di solito accade con le fotocamere in questa fascia di prezzo, il sensore richiede un bel po’ di luce per produrre foto accettabili. Meno luce è disponibile, più le immagini perdono di nitidezza e di livello di dettaglio.

Vernee M6 Design 4Di notte puoi lasciare tranquillamente lo smartphone in tasca. Gli scatti notturni fanno semplicemente piangere. La modalità HDR dovrebbe migliorare leggermente la qualità delle foto e la luminosità dell’immagine. Tuttavia, non ci si può aspettare foto incredibilmente belle con l’M6. La qualità è sempre sufficiente per qualche istantanea.
La fotocamera anteriore da 8 MP produce selfie buone, che a loro volta sono migliorate otticamente a 13 MP da software.
L’applicazione della fotocamera è la versione Stock-Android. Qui non è possibile effettuare regolazioni di precisione.

I video possono essere registrati al massimo in Full-HD. Viene inoltre fornito uno stabilizzatore elettronico dell’immagine (EIS) per ridurre il tremolio della fotocamera. Ciò che disturba è il fatto che il suono del pulsante di scatto si può sentire anche nei video. Va inoltre notato che la modifica delle dimensioni predefinite per l’anteprima delle foto o la modifica del formato dell’immagine da 4:3 a schermo intero ridurrà anche il numero massimo di pixel. Se la finestra di anteprima ridotta (rapporto di aspetto 4:3) ha ancora un massimo di 16 MP, la finestra a schermo intero, cioè nel formato 16:9, ha solo un massimo di 9 MP. Nella fascia di prezzo di 100€, le foto dell’M6, proprio come quelle del suo predecessore, sono OK. Tuttavia, non ci si dovrebbe aspettare mergavigle.

Qui un paragone diretto fra il Vernee M6 und Vivo X20:

Connettività e comunicazione

Vernee M6 SIM Netz Empfang

Il Vernee M6 supporta tutte le principali reti 3G e 4G necessarie in Italia. La ricezione della rete e del GPS sono sempre convincenti. La navigazione, a piedi o in auto, è veloce e priva di errori. Dopo l’attivazione del servizio di localizzazione, la posizione viene registrata in pochi secondi con una precisione di 2 m. L’M6 utilizza GPS, A-GPS e Glonass.

L’M6 ha un’ottima ricezione WiFi e supporta 802.11b/g/n nella gamma di frequenze 2.4 e 5.0 GHz. Sono stato in grado di navigare tranquillamente alla fermata del tram, che si trova nelle immediate vicinanze dell’appartamento, tutto tramite il mio WiFi. Anche qui la forza di ricezione era ancora media. Lo smartphone lascia un’impressione contrastata quando si tratta della qualità della chiamata. Mentre la telefonia normale è chiara e senza rumori di sottofondo, la qualità del vivavoce è terribile. Anche in un ambiente tranquillo, l’interlocutore può essere sentito solo in modo molto vago. Sembra anche che l’altra persona sia raffreddata, tanto nasale quanto sembra la voce. Non sorprende quindi che il diffusore non dia buoni risultati quando si ascolta musica. Il suono è chiaramente troppo silenzioso e allo stesso tempo metallico. Ascoltate la musica solo con le cuffie! Inoltre, grazie all’OTG, i dispositivi possono essere collegati direttamente al Vernee M6.

Vernee M6 BT Pairing

Il bluetooth svolge il suo lavoro in modo molto affidabile una volta che il dispositivo è stato finalmente collegato. Nel mio caso, cambiare la connessione bluetooth da un dispositivo a un altro è stata una vera e propria sfida. Di tanto in tanto il tentativo di collegamento non è andato a buon fine. Dopo 2-3 tentativi, tuttavia, ha funzionato. Naturalmente, va detto qui che si tratta solo di casi isolati per me. Forse non ci saranno incidenti di questo per altre persone. Anche il controllo del volume bluetooth può essere ottimizzato. Se il volume è a circa il 20%, risulta ancora troppo basso, ma aumenta incredibilmente al 30%. Lo smartphone ha tutti i sensori più comuni. Vernee M6 SensorsQuesti includono sensori di accelerazione, prossimità e luminosità, nonché una bussola, un sensore Hall e uno magnetico. Tutti i sensori MediaTek funzionano perfettamente nella pratica. Anche il sensore di impronte digitali fa esattamente ciò che dovrebbe. Anche questo in un modo molto affidabile. Nella fase di test non ci sono stati tentativi sbagliati. Solo lo sblocco potrebbe essere un po’ più veloce. Purtroppo, l’NFC non è integrato. L’utente trova anche una radio FM. Come di consueto, le cuffie fungono da antenna (non incluse).

Batteria

Vernee M6 AkkuVernee M6 Akku Gsam

Si dice che il Vernee M6 abbia una batteria di 3300mAh. Questo è il modo in cui il produttore pubblicizza il dispositivo sul suo sito web. Ma se si guarda più da vicino le specifiche dello smartphone, ci si rende subito conto che l’M6 ha solo una batteria da 3000mAh. Il nostro test lo ha confermato!

Vernee M6 Battery Charging

Ricarica della batteria da 0 a 98%

La domanda qui è se il team marketing di Vernee ha semplicemente dichiarato il valore sbagliato per sbaglio o se è stato “voluto”? Lo faremo notare a Vernee in modo amichevole – ripensando divertiti al Vernee Apollo X. Con soli 3000mAh, il telefono non sarà mai un vero e proprio maratoneta. Con l’uso normale si può ancora facilmente arrivare a fine giornata. Al più tardi al pomeriggio seguente, il telefono va ricaricato. Il test della durata della batteria “Work 2.0 Battery Life Test” è stato completato dopo 6 ore e 35 minuti, ovvero esattamente 62 minuti in meno rispetto all’M5. Guardare un video di un’ora su YouTube consuma il 18% della batteria. Il telefono è caricato con un caricabatterie 5V/2A tramite una connessione Micro-USB standard. Per arrivare dallo 0 al 98% di batteria è necessaria un’ora e 45 minuti.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Conclusione e alternativa

7f383487dbcb98209350596a690860ea s131
Christian Müller:

Nella fascia di prezzo dei 100€, il Vernee M6 può già convincere, ma non offre quasi nessun vantaggio degno di nota o quasi nessun valore aggiuntivo rispetto al suo predecessore, l’M5. Solo il display più grande può essere menzionato come miglioramento rispetto al predecessore. Ed è proprio qui che si indebolisce il display, altrimenti buono, o proprio qui c’è ancora spazio per miglioramenti nel software. Molte applicazioni non vengono visualizzate nel formato appropriato sull’M6, con conseguenti effetti indesiderati. Inoltre, il modulo bluetooth soffre di alcuni problemi iniziali. Anche le informazioni poco chiare da parte di Vernee sulla capacità della batteria offuscano un po’ l’impressione generale.

Se i piccoli punti deboli del Vernee M6 non vi disturbano troppo, potrete acquistarlo in tutta sicurezza. L’utente ottiene uno smartphone ben costruito con un sistema Android pulito, anche se solo nella versione 7.0. Tuttavia, non si può parlare di un miglioramento reale rispetto al suo predecessore. In alternativa, possiamo consigliarvi il LeEco LeRee Le 3, lo Xiaomi Redmi 5 Plus o il Cubot X18 Plus.

75%
  • Design e qualità costruttiva 80 %
  • Display 80 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 70 %
  • Connettività e comunicazione 70 %
  • Batteria 70 %

Confronto prezzi

"Ni hao! Se il nostro rapporto di prova vi ha aiutato, saremmo lieti di ricevere il vostro sostegno. Cliccando sul nostro confronto dei prezzi, ci supporti con il tuo acquisto. Così ci aiutano a gestire Chinahandys.net ulteriormente in modo indipendente e senza pubblicità. Grazie mille".
130 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
Solo 141 EUR*
5-9 giorni – DHL espresso
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 19.08.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!

Scrivi un commento

 
  Subscribe  
Notificami