Oramai dovrebbe essere chiaro a tutti che la Cina è il posto giusto in cui cercare, se si stessero cercando accessori elettronici a buon prezzo. Purtroppo però, molti pensano ancora che i prodotti cinesi a buon prezzo siano di mala qualità. Per questo motivo molti utenti preferiscono comprare da piccoli negozi indipendenti europei, che promettono un ottimo rapporto qualità/prezzo. Uno di questi produttori è proprio Wiko, una catena francese, la cui fama è giunta fino in Italia grazie alla qualità dei suoi smartphone. In moltissimi forum online, questi telefoni vengono descritti come l’alternativa migliore ai modelli Xiaomi Redmi, e spesso viene chiesto a coloro che utilizzano un Wiko di fare un confronto diretto con un modello Xiaomi, in modo da fare affondare la credibilità di quest’ultimo.

Noi abbiamo deciso di testare il Wiko View XL e scriverne una recensione dettagliata, per mettere una volta per tutte nero su bianco, se questo modello europeo è in grado di tenere testa ai giganteschi produttori cinesi. In Italia il Wiko View XL è disponibile per circa 170€ su Amazon. A questo prezzo la Wiko offre un display in formato 18:9 con risoluzione HD, 3GB di RAM, 32GB di memoria e un processore Snapdragon 425. Per scoprire tutte le qualità di questo telefono, continuate a leggere la nostra recensione.

Design e qualità costruttiva

WIKO View XL Display 3

Il Wiko View XL è un telefono abbastanza grande visti i 6 pollici del suo display, che è pensato per coloro che usano spesso il loro dispositivo. Le sue dimensioni sono di 158 x 76 x 8,2mm proprio come quelle di uno Xiaomi Redmi 5 Plus. Nonostante il display gigantesco, il telefono è abbastanza compatto. Ciononostante utilizzarlo con una sola mano non è molto semplice. La qualità costruttiva del telefono lo posiziona in una fascia di prezzo di circa 180€, per questo motivo direi che in sé, questo cellulare fa davvero una bella impressione. É abbastanza evidente che per quanto riguarda il design, la Wiko si sia orientata ai modelli Xiaomi, in quanto il View XL è decisamente simile al Redmi 5 Plus.

La cornice del telefono è in palstica. Per questo motivo hanno pensato di equipaggiare il telefono con una scocca in metallo. Per migliorare la ricezione sono state inserite sulla parte superiore e su quella inferiore delle lineette di antenna in plastica. Queste risaltano in grigio chiaro sulla scocca nera del dispositivo. Non mi è ancora molto chiaro il perché di queste lineette, probabilmente la Wiko si sentiva in dovere di imitare le linee di antenna dei modelli più costosi (ma a parer mio queste linee rovinano solo il design del modello). Comunque sia, non vale la pena lamentarsi per questa piccolezza, infatti la qualità di questo telefono è decisamente buona. Il telefono è ben costruito e non ha grandi mancanze. Anche i pulsanti sul lato destro sono in plastica e hanno un buon punto di pressione.

WIKO View XL Design und Verarbeitung 5WIKO View XL Design und Verarbeitung 4 WIKO View XL Design und Verarbeitung 3 WIKO View XL Design und Verarbeitung 2

Ci siamo sorpresi quando abbiamo notato che il vano per le SIM non è ibrido! Infatti ci siamo ritrovati davanti a noi un vano 3-in-1 in cui è possibile inserire due schede Nano-SIM e una MicroSD. La facciata posteriore non è rimovibile e quindi non si può estrarre la batteria. Sul alto inferiore troviamo un attacco Micro-USB. Peccato, soprattutto considerando che anche telefoni cinesi da meno di 150€ hanno già adottato l’attacco USB di tipo C. Per fortuna però, troviamo anche un attacco Jack da 3,5mm e una luce di notifica LED.

Confezione

WIKO View XL Testbericht

Alla consegna dello smartphone, nel pacchetto troveremo i seguenti accessori:

  • Adattatore
  • Cuffie
  • Libretto di istruzioni
  • Cavetto Micro-USB

Display

WIKO View XL Display 2

Il display del Wiko View XL da 6 pollici è davvero enorme. Con una diagonale dello schermo da quasi 15 cm, si ha decisamente tutto lo spazio che si desidera per guardare video, usare applicazioni o leggere testi. Otticamente, il display presenta angoli arrotondati. É un peccato che ci venga offerta solamente una risoluzione HD da 1440×720 pixel. Con una densità da 268ppi si possono purtroppo riconoscere i singoli pixel ad occhio nudo. Questo non succederebbe con un telefono cinese allo stesso prezzo. Nell’uso pratico, il display non ha grandi problemi. Il formato 18:9 è decisamente perfetto per questo telefono. Purtroppo non troviamo i classici tre tasti fisici in fondo allo schermo, ma ci dovviamo accontentare dei tasti On-Screen, la cui posizione può venire cambiata secondo il gusto dell’utente. La resa dei colori non è niente male. Però va detto che i colori vengono riportati in maniera un po’ fredda, il che non piace sempre a tutti. Purtroppo non è possibile modificare le impostazioni del display nel menu. Sarebbe stato decisamente meglio, se avessimo avuto a disposizione una funzione come MiraVision.

Wiko View XL System and Benchmarks 5Il display IPS ha un ottimo angolo di visualizzazione. La luminosità del telefono è nella media e anche in condizioni di luce molto forte, non ci sono grandi problemi a visualizzare il display. Lo schermo è protetto molto bene dai graffi. Nel nostro test abbiamo provato a graffiare lo schermo con un cacciavite e non abbiamo lasciato tracce. Abbiamo anche messo il telefono nella stessa tasca delle chiavi di casa e il display non ha mai riportato graffi. Tra le funzioni extra troviamo anche il Smart-Wake, col quale è possibile sbloccare lo schermo aprendo direttamente un applicazione qualsiasi.

Per quanto riguarda il display, il Wiko View XL guadagna decisamente punti, nonostante la risoluzione bassa. La nitidezza non è delle migliori, non è nemmeno paragonabile con quella dei modelli cinesi, ciononostante il resto è decisamente degno della concorrenza.

Prestazioni

Siamo arrivati a un punto critico per il  Wiko View XL. Lo smartphone ha installato un processore Snapdragon 425, che viene supportato da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna. Il CPU viene installato in questi telefoni ormai dal 2016 e si basa su 4 nuclei Cortex A53 a 1,5 GHz. Si tratta di un processore Low-Budget, che non dovrebbe trovarsi su telefoni che vengono a costare più di 150€. La Xiaomi attualmente installa questo processore (Snapdragon 435) solo sul suo modello Ultra-Low Budget: lo Xiaomi Redmi 5a. E il prezzo di mercato di questo modello è di soli 80€! Di conseguenza possiamo dire che la Wiko ci sta offrendo un processore ben al di sotto di quello della concorrenza cinese, al doppio del prezzo. Per 180€ bisogna decisamente prima buttare un occhio sulla concorrenza. A questa fascia di prezzo troviamo anche i dispositivi Xiaomi Redmi 5 Plus, Xiaomi Mi A1 o il Vernee Mars Pro. Come si può notare dal Benchmark, questi cellulari (almeno in teoria) offrono almeno il doppio dei PS.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

La domanda che ci poniamo in questa recensione è se almeno il Wiko adempi a questa mancanza con un sistema operativo decente. Ma dopo nemmeno un quarto d’ora di utilizzo ci siamo resi conto che la risposta era no. Il sistema inizia a tremare leggermente mentre si sta scorrendo la schermata principale, un effetto che non si verifica nemmeno sul molto più economico Xiaomi Redmi 5a. Diciamo che almeno in questo campo il produttore ha ancora molto da migliorare. Nonostante le critiche bisogna anche ammettere che le prestazioni di questo telefono non sono completamente catastrofali. Il sistema è semplicemente un po’ lento e non ha problemi a farci attendere un paio di secondi prima di ingranare la marcia.

Per quanto riguarda i moduli di memoria, il Wiko non dispone di un gran numero di GB, ma parliamo comunque di una memoria abbastanza veloce. Stiamo parlando di una velocità di lettura di 186MB/s e una velocità di scrittura di 145 MB/s. La memoria interna da 3,8GB/s è mediamente veloce.

Già dal design di classe del Wiko View XL ci è chiaro che non si tratta di un telefono per gamer incalliti. Si può certamente giocare a giochi come Asphalt 8 o RealRacing, ma solamente dopo aver cambiato le impostazioni della grafica dei giochi al livello più basso. Le prestazioni del telefono per quanto riguarda i giochi sono ai livelli di Angry Birds e Temple Run.

Per quanto riguarda le prestazioni del Wiko View XL dobbiamo dire che il cellulare si posiziona dietro ai suoi concorrenti cinesi. Purtroppo il produttore non mantiene le promesse fatte e non è in grado di offrirci un sistema decente. 

Sistema

Per quanto riguarda il sistema, il Wiko monta un Android-OS 7.1 lasciato completamente al suo stato originale, cosa che a me piace molto. La superficie è ordinata e chiara. La barra di avvio rapido non è stata modificata e il menu delle impostazioni è stato ampliato solo con alcune funzioni aggiuntive. Le icone delle applicazioni sono state modificate dal produttore e hanno una forma arrotondata. Purtroppo questo non riguarda le nuove applicazioni installate, di conseguenza ci troveremo con metà delle applicazioni rotonde, e l’altra metà con un’icona standard. Questa trascuratezza dovrebbe venire eliminata dal produttore per donare a tutte le app un aspetto omogeneo. Altrimenti possiamo dire che il telefono ha un sistema semplice che non confonde (nemmeno chi fosse alle prese con il primo smartphone) o con troppe funzioni. D’altra parte bisogna pur ammettere, che il Wiko non ci offre tante funzioni aggiuntive come invece fanno i sistemi dei grandi produttori cinesi.

Wiko View XL System and Benchmarks 3 Wiko View XL System and Benchmarks 4 Wiko View XL System and Benchmarks 7

La più grande novità che Wiko ha apportato al sistema è un’altra schermata principale che riepiloga informazioni importanti per l’utente. Qui si possono vedere, ad esempio, le app più utilizzate, i contatti, il meteo o i prossimi appuntamenti. Una bella estensione, che si adatta abbastanza bene al sistema.

Wiko View XL System and Benchmarks 23Wiko View XL System and Benchmarks 22 Wiko View XL System and Benchmarks 1

Quello che mi ha dato più fastidio del sistema all’inizio, sono state le pubblicità preinstallate. Prima di ripulire per bene il Wiko View XL, appaiono continuamente notifiche delle applicazioni preinstallate, che non hanno nulla a che vedere con il telefono, e servono solo a fare pubblicità. Ad esempio pubblicità di nuovi giochi o di concorsi a premi. Per fortuna queste applicazioni possono venire disinstallate. Dopo di che ci troviamo davanti a un sistema pulito e niente più notifiche fastidiose da applicazioni esterne.

Fotocamera

Il Wiko View XL ha una fotocamera principale da 13 megapixel e una fotocamera per i selfie da 16 megapixel. Nella descrizione del dispositivo il produttore non accenna nulla riguardo la apertura della lente o altri sensori. La qualità della fotocamera è risultata nella media. Le foto sono abbastanza nitide. Guardando con attenzione si possono però riconoscere delle sfumature nei contorni delle foto. Inoltre ci sono un po’ di problemi col bilanciamento del bianco, infatti a volte nelle foto il cielo veniva completamente monocolore o gli oggetti particolarmente sfumati. Inoltre, molte delle immagini apparivano spesso torbide, probabilmente a causa di un’apertura della lente bassa. Nonostante questo, è possibile scattare foto molto buone con il Wiko se si hanno le condizioni di luce appropriate. Sfortunatamente, le foto fatte in condizioni di luce scarsa tendono a essere gravemente sbiaditi. Ma questo è tipico per questa fascia di prezzo.

Le foto fatte con la fotocamera frontale da 16 megapixel sono a prima vista molto buone. Risultano infatti nitide e con una buona resa dei colori. A volte capita che il viso non venga molto nitido, ma ciò non rende le foto completamente da buttare.

Connettività

WIKO View XL Sim Slot 3 1Il Wiko View è un telefono dual SIM. Come già sappiamo, questo significa che è possibile inserire e utilizzare due SIM contemporaneamente.  Tutte le frequenze LTE europee vengono supportate. Un lato positivo di questo dispositivo è che la funzione dual-SIM non pregiudica la possibilità di espandere la memoria del telefono grazie a una scheda Micro-SD. La connessione è buona e quasi ovunque ho avuto accesso alle reti 4G. Durante le chiamate il Wiko View XL si è dimostrato di una qualità sufficiente. Anche il viva-voce è nella media.

L’alto parlante sul lato inferiore del telefono ci offre un suono buono. Anche con il volume al massimo il suono non risulta metallico ne si rovina. Ciononostante i bassi non vengono resi molto bene. Anche con le cuffie il suono non è male. Per la trasmissione dei dati ci viene messo a disposizione il bluetooth 4.2 e il Wifi con b/g/n (2,4GHz) standard. La ricezione è nella media e non ha dato problemi durante i nostri test.

Anche per la navigazione non ci sono stati problemi. Il segnale GPS viene trovato in poco tempo e la determinazione della posizione è abbastanza veloce. Per facilitare la navigazione a piedi ci viene messa a disposizione una funzione “bussola”.

Batteria

Il Wiko View XL ha una batteria da 3000mAh. Per un telefono da 6 pollici questi numeri non sono sorprendenti. Vista la risoluzione bassa del telefono e considerato il suo processore (Snapdragon 425) il telefono non consuma molta energia. Il Wiko View XL ha una durata della batteria nella media. Durante il giorno si può tranquillamente utilizzare il telefono 3 o 4 ore di seguito, senza che il telefono si scarichi completamente prima di fine giornata. Un video su YouTube da un ora consuma circa il 14% della batteria e nel test della batteria di PC-Mark Battery il cellulare non dura nemmeno 7 ore.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Le prestazioni della batteria sono quindi sufficienti per utenti non troppo attivi. Ad ogni modo va detto che il Wiko View XL non è ancora al livello del Redmi 5 Plus. E questo nonostante i due telefoni abbiano le stesse dimensioni e nonostante il Redmi abbia una risoluzione migliore. Quindi nemmeno in questo campo ci sentiamo di dare un buon voto al Wiko. Non parliamo di risultati completamente negativi, ma che non reggono il confronto. Il cellulare ha bisogno di circa 2:10 ore per caricarsi, quindi non possiamo parlare di una funzione di ricarica rapida.

Conclusione e alternativa

7b0527b80f61074535251c193165aaaa s131
Joscha Becking:

Il Wiko View XL è senza dubbio un buon cellulare. Ma purtroppo non stiamo parlando di un buon rapporto qualità prezzo. Per 180€, quello che ci viene offerto non è decisamente sufficiente, si avvicina forse al livello di un Samsung. Comunque sia il telefono ha un bel design e un sistema Android senza modifiche, la sua velocità è buona e quindi non mi sento in dovere di sconsigliare l’acquisto di questo modello.  Tuttavia, se diamo uno sguardo a modelli come lo Xiaomi Redmi 5 Plus, che con un display da 6 pollici sarebbe un concorrente perfetto per il Wiko, questo telefono cinese potrebbe solo battere in ritirata. Il processore è decisamente già lento, il display meno nitido e il sistema non è dei migliori.  Non c’è nemmeno la scusa che con un Wiko si ha spedizione e garanzia gratuiti in Italia, visto che su Amazon a 180€ si può comprare uno Xiaomi Redmi Note 4X con tanto di garanzia e spedizione. Con uno smartphone cinese la garanzia è assicurata già per i telefoni da 130€.

75%
  • Design e qualità costruttiva 80 %
  • Display 80 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 60 %
  • Fotocamera 90 %
  • Connettività e comunicazione 70 %
  • Batteria 70 %

Confronto prezzi

NegozioPrezzo 
RaccomandatoSolo 159,90 EUR * 2-3 giorni – Spedizione dall'Italia

* I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili.

Ordina la newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!

Scrivi un commento

 
  Subscribe  
Notificami

Achtung: Durch die weitere Nutzung (klicken oder scrollen) der Seite stimmst du der Verwendung von Cookies zu. Weitere Informationen

Die Cookie-Einstellungen auf dieser Website sind auf "Cookies zulassen" eingestellt, um das beste Surferlebnis zu ermöglichen. Wenn du diese Website ohne Änderung der Cookie-Einstellungen verwendest oder auf "Akzeptieren" klickst, erklärst du sich damit einverstanden.

Schließen