Ecco il primo smartphone cinese progettato interamente per il gaming, lo Xiaomi Blackshark. Il suo aspetto non da assolutamente dell’occhio, il display da 6 pollici in formato 18:9 è dotato di una normale barra di navigazione. Gli elementi del design in verde (Razer) si trovano sia sulla scocca che sulla superficie del sistema. Ma il vero punto forte è nascosto dietro la scocca: uno Snapdragon 845, con almeno 6GB di RAM, una doppia fotocamera e una batteria da 4000mAh. Per soli 450€, si tratta di una vera e propria offerta!

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Samples 1 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Samples 1

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Produktfotos 1 Kopie

Sembra che il Blackshark e, ovviamente, il suo predecessore, abbiano dato il via ad un’ondata di smartphone progettati per il gaming. Oltre al Nubia Red Magic e l’Honor Play, arriva ora anche l’ASUS ROG (Republic of Gamers), che raggiunge sicuramente un livello ancora più alto. Ma anche altri produttori provano a integrare una “modalità di gioco” o cercano di entrare a far parte dei cellulari adatti al gaming con funzioni come la “GPU-Turbo dell’Honor. Ora mancano solamente i giochi buoni! Il termine “smartphone progettato per il gaming” presuppone due funzionalità: in primo luogo, deve essere davvero adatto al gioco, quindi offrire un valore aggiuntivo rispetto ad altri modelli di punta. In aggiunta, deve essere in grado di eseguire tutti i comandi tipici degli altri smartphone “campioni di incassi”. Nessuno vuole pagare 400€ solamente per un cellulare secondario. Varrà davvero la pena comprare questo nuovo dispositivo dalla Cina?

Design & Qualità costruttiva

Lo stile al quale si ispira questo modello non è semplice: dovrebbe infatti risultare “speciale”, ma non tanto da risultare poi un giocattolo. La facciata anteriore è completamente in nero semplice e non vi si trova nessun logo – nemmeno i tasti vengono illuminati, dato che poi distrarrebbero dal design. Il resto è in metallo, nero o grigio/argento a seconda della variante scelta. In alternativa, ed esclusivamente per la versione con memoria da 128GB, è disponibile anche la versione Royal Blue.

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Samples 3 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Samples 4

Lo Xiaomi Blackshark misura 161,6 x 75,4 x 9,3mm (5,1mm nel punto più sottile), con i suoi 190g è un po’ più pesante della concorrenza. Va detto che l’attenzione è stata rivolta anche al miglioramento della maneggevolezza, cercando di rendere comodo l’uso del telefono sia con una che con due mani. A questo scopo, i margini nella parte superiore e inferiore sono più spessi, di modo che non sia possibile toccare involontariamente il display con la mano. Sul retro, si trovano a sinistra e a destra delle rientranze per l’indice, il medio o l’anulare. Altri elementi da “gioco” sono, ad esempio, il cursore che attiva la modalità SharkSpace o il logo Shark illuminato sul retro.

Xiaomi Blackshark 7 Xiaomi Blackshark 2 Xiaomi Blackshark 3 Xiaomi Blackshark 4

Il resto del dispositivo è abbastanza semplice. Sulla parte anteriore c’è un pulsante ‘home’ che riconosce i gesti e agisce come un sensore di impronte digitali. A sinistra e destra ci sono due pulsanti che sono completamente nascosti sotto il vetro nero. Sul lato destro sono presenti il pulsante di accensione e il pulsante per regolare il volume. Nella parte inferiore si trova la porta USB-tipo-C – non è disponibile un jack da 3,5 mm – e due griglie per l’altoparlante. In alto a destra è presente un LED di notifica.

Lo smartphone Xiaomi BlackShark Gaming è grande e abbastanza lungo, ma si adatta perfettamente alla mano. Mi piace molto che il passaggio dalla cornice alla parte posteriore sembri arrotondado. I piccoli elementi, come la rientranza per la cornice verde o le rientranze, garantiscono una presa sicura con una sola mano. L’utilizzo con una sola mano è possibile per navigare su Internet o sui social media, scattare una foto o semplicemente fare qualcosa in fretta. Per la digitazione di solito ho utilizzato il cellulare con entrambe le mani. Inoltre, accade spesso di prendere in mano il BlackShark sottosopra a causa del suo design simmetrico.

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Produktfotos 6

OnePlus 6 – Honor 10 – Xiaomi Blackshark

Xiaomi Blackshark 6

Questo design non è progettato per persone introverse, perché un tale smartphone si distingue sicuramente dalla massa. Il verde è davvero pazzesco (deve piacere) e il logo Blackckshark sul retro raramente si illumina. La qualità costruttiva è tipica della Xiaomi: tutto è ordinatamente ritagliato e unito, non ci sono grandi errori e il tutto da una sensazione di lusso, nonostante lo stile sia un po’ speciale.

Consegna del Blackshark

La cover protettiva che si trova nel pacchetto è diversa dale cover in silicone trasparenti a cui siamo abituati. Si tratta solamente di un telaio in plastica nera che lascia libera tutta la parte posteriore per la gestione del calore e la presa. Con questo, i bordi e gli angoli sono protetti, ma non ci sono sporgenze nella parte anteriore, che quindi si troverà a diretto contatto con la superficie quando lo si appoggerà. Sono inoltre inclusi i soliti manuali di istruzione, una pellicola protettiva per lo schermo, un alimentatore Quick Charge 3.0 con spina cinese, cavo USB-C e un adattatore per il jack da 3,5 mm.

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Produktfotos 7 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Produktfotos 10

Xiaomi Blackshark 10 Xiaomi BlackShark Gaming Smartphone 13

Quello che, purtroppo, non è stato incluso è il gamepad, che era stato annunciato direttamente con lo smartphone. Questo gamepad viene attaccato a sinistra in modo da sembrare. Il prezzo è di poco meno di 40€.

Display

Lo Xiaomi BlackShark è dotato di un display LCD IPS da 5,99 pollici in formato 18:9, con una risoluzione di 2160 x 1080 pixel, che risulta in una risoluzione Full HD + con una densità di pixel di 403 PPI. Con le due grandi barre in alto e in basso si raggiunge solo il 76% di rapporto schermo/corpo, ma il BlackShark non puntava decisamente a questo, dato che anche i suoi bordi a destra e sinistra sono larghi circa 3mm. Per lo meno non utilizza i pulsanti sullo schermo, bensì i vecchi cari pulsanti soft-touch.

Xiaomi Blackshark 9 Xiaomi Blackshark 8

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot DisplayNelle impostazioni, si può personalizzare il display, è possibile scegliere tra tre modalità: Cinema, Naturale e Eye Care ed è possibile regolare tra colori caldi e freddi con un cursore. A causa del prezzo, nel BlackShark non troveremo un display ultra fluido a 120Hz, come quello del Razer Phone. Però il produttore cerca di fare del suo meglio con la “Modalità Super Cinema” e, presumibilmente, un chip che si prende cura solo della riproduzione sul display. Non prendetevela per quello che sto per dire: ma io non riconosco la differenza tra i due display. Giocando, tutto funziona senza problemi, ma questo è anche il caso con l’OnePlus 6.

Il contrasto del BlackShark è indicato con 1500:1, dato che un display IPS non è in grado di raggiungere i valori di nero di un display AMOLED. per quanto riguarda la luminosità, abbiamo misurato un massimo di 623 lux, che è abbastanza per l’uso all’aperto, solo che il display riflette troppo. Questo lo rende più brillante, ma abbastanza fastidioso all’aperto. Il vetro del display non mi sembra molto resistente: comunque sia, nel test con la chiave, non siamo riusciti a lasciare nessuna traccia, anche se nelle poche settimane di utilizzo qualche micrograffio lo abbiamo riscontrato. Il touch screen registra fino a 10 punti di contatto contemporaneamente e reagisce immediatamente alle input. Vale anche la pena menzionare la protezione contro le ditate, la parte posteriore verniciata è così opaca, come anche la parte anteriore in vetro, che non si vedono assolutamente le ditate.

Prestazioni

Di cosa dovrebbe essere capace uno smartphone progettato per il gaming: riprodurre ogni applicazione e ogni gioco in ogni situazione senza alcun ritardo. E credo che il BlackShark faccia molto bene il suo lavoro. È il suo processore attualissimo che rende ciò possibile: lo Snapdragon 845 fa miracoli sia sul BlackShark che su altri smartphone. È composto da quattro nuclei Kyro 385 a 2,8 GHz e quattro nuclei Kyro 385 a 1,7 GHz. La GPU Adreno 630 integrata si occupa dei calcoli grafici. Ed è proprio questa combinazione che stabilisce il record di velocità: quasi 272.000 punti nel test AnTuTu, sono più della media.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato 3D Mark Risultato

In questo caso si tratta solamente di numeri, ma il telefono ASUS ROG dovrebbe avere una frequenza fino a 2,85 GHz per raggiungere ancora più punti. A seconda della versione, nel Black Shark viene utilizzata una memoria a due canali LPDDR4x da 6 o da 8GB, a 14GB/s non lascia nulla a desiderare. La memoria del sistema è collegata via UFS 2.1 e raggiunge una velocità di lettura di 730mB/s e di scrittura di 200mB/s. Il BlackShark è disponibile con 6+64GB o 8+128GB. Purtroppo, è necessario decidere in anticipo la quantità di memoria desiderata, perché non è possibile espanderla tramite una scheda Micro-SD. Dato che i giochi complessi consumano ben due gigabyte (GTA: San Andreas 1.9GB), 64GB significa che devi cancellare le app inutilizzate più spesso.

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Benchmark 4Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Benchmark 2Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Benchmark 5Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Benchmark 3

Per garantire che lo Xiaomi BlackShark mantenga le prestazioni promesse, l’SD845 viene mantenuto a una temperatura ottimale grazie a uno speciale sistema di raffreddamento a liquido. All’inizio l’idea del raffreddamento a liquido ci aveva fatto ridere e lo avevamo considerato più una minaccia per l’hardware. Ma abbiamo dovuto ricrederci, dato che riesce a mantenere lo Snapdragon 845 ad una temperatura perfetta. Il benchmark throttling della CPU simula il pieno carico per l’hardware e osserva quanto le prestazioni vengono limitate – per evitare il surriscaldamento. Nel corso del processo si verificano dei brevi ritardi o arresti, ma anche dopo 15 minuti le prestazoni non vengono ridotte. Per fare un confronto: un Mi Mix 2S si arresta già dopo 5 minuti. Anche dopo un’ora nel congelatore, il BlackShark è sopravvissuto (Non vi consigliamo comunque di farlo!).

In termini di prestazioni, non ci aspettavamo altri risultati! Da un lato, il raffreddamento è un argomento a favore dello smartphone, che può mantenere le prestazioni necessarie molto più a lungo rispetto ai suoi concorrenti. D’altro però, non è nemmeno la scoperta dell’acqua calda. Trovare un hardware migliore non è possibile, perché non esiste ancora sul mercato – e quindi non si può trovare un dispositivo una potenza notevolmente maggiore.

Sistema Joy UI & SharkSpace

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot System Launcher 3 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot System Launcher 4 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot System Launcher 2Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Malwarebytes

Il BlackShark della Xiaomi funziona ancora con un Android 8.0 con la patch di sicurezza di metà febbraio 2018. La superficie che vedete si chiama Joy UI. Ma, di per sé, è un sistema MIUI ritoccato e il tutto è completato con le caratteristiche di gioco. Attualmente, è ancora in esecuzione nella versione 1.0, ma gli aggiornamenti OTA sono quasi settimanali. Cosa cambia? Boh, perché il registro delle modifiche è in cinese! Il nostro BlackShark ci è stato mandato da Honorbuy ed è stato installato solo il Play Store di Google. Ma questo significa anche che si ha solo la scelta tra il cinese e l’inglese come lingua di sistema. Tuttavia, le traduzioni offerte sono molto buone e sicuramente sufficienti. Il sistema Android è facile da usare – fondamentalmente è il MIUI – e sono stato in grado di impostarlo nel modo in cui sono abituato. Ora veniamo alle caratteristiche speciali del BlackShark:

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Shark Space 3 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Shark Space 4 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Shark Space 1

In primo luogo c’è lo SharkSpace, che può essere attivato tramite l’interruttore sul lato sinistro. Questo ti porta in un’area che è letteralmente separata dalla “vita quotidiana dello smartphone”: non ci sono notifiche, chiamate o altri fattori di disturbo; tutto per poter giocare senza distrazioni. Qui avrete una panoramica dei vostri giochi sullo smartphone, che poi vengono eseguiti con prestazioni più elevate (ad esempio anche benchmark). Passando il dito sul pulsante ‘home’ si apre un piccolo menu dall’alto per selezionare rapidamente i singoli fattori: svuotare la memoria lavorativa, gamepad, bloccare i tasti, NightMode, ecc. Al di fuori dello SharkSpace, è anche possibile passare il dito al pulsante home per aprire un menu rapido per poter deporre gli shortcut. La schermata di blocco è bella da guardare: qui sotto potete vedere degli screenshot da noi fatti durante l’utilizzo:

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Xiaomi Game Center 3 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Xiaomi Game Center 2 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot System Launcher 5 Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot System Launcher 1

Un MIUI semplice sarebbe stato troppo monotono, ed è così che il Joy UI si distingue dal sistema normale. Non preoccupatevi: il tutto è fatto in modo moderato – senza animazioni esagerate, effetti o caratteristiche speciali. L’interfaccia utente Joy si adatta bene allo smartphone Blackckshark Gaming, ma ci sono ancora alcuni punti interrogativi: viene aggiornata altrettanto bene quanto il MIUI? Sono in attivo aggiornamenti, patch di sicurezza e nuove funzionalità? Senza aggiornamenti, infatti, un altro bestseller della Xiaomi con MIUI sarebbe preferibile al BlackShark a lungo andare! E se si pensa che un iPhone sia meglio per il gaming: il rapporto qualità/prezzo non ne vale la pena, le applicazioni sono in parte migliori, ma anche più costose. L’Android permette anche di installare emulatori con poco sforzo per installare vecchie console classiche come la PSX, Gameboy Advanced o SNES sul cellulare.

Fotocamera

È uno smartphone progettato per giocare, ma è anche pensato per essere un best seller, e quindi il BlackShark dovrebbe e può fare del suo meglio in ogni categoria. Purtroppo, non si sa quali sensori della fotocamera funzionino sul telefono. Sul retro, sulla fotocamera si trovano due sensori e un flash. La fotocamera principale ha una risoluzione di 12MP, la dimensione dei pixel è di 1,25μm e l’apertura è f/1,75. Il secondo sensore è probabilmente responsabile solo per gli scatti bokeh: questo scatta a 20MP, con un’apertura f/1.75 e 1.0μm. Questa combinazione non è mai stata trovata in un telefono Xiaomi.

Ma funziona! Con il BlackShark otterrai risultati buoni. Soprattutto con durante gli scatti normali, non sembra che ci siano differenze coi modelli di punta attuali. Se la situazione diventa un po’ più difficile, ad esempio in condizioni di scarsa illuminazione, la qualità diminuisce visibilmente. La presentazione complessiva delle immagini è molto buona, il che significa che i colori sono un po’ più forti di quanto non siano effettivamente, il contrasto è aumentato e il tutto sembra più brillante. Diciamo che si adatta al carattere di base dello smartphone da gaming.

Nella fotocamera frontale funziona un solo sensore, anch’esso di origine sconosciuta. I selfie vengono scattati con 20MP e la dimensione dei pixel è di 1.0μm, l’apertura è di f/2.2. Il software quindi sovrappone i pixel in modo da ottenere un selfie 5MP 2592×1940. Gli scatti della fotocamera anteriore non sono convincenti, soprattutto se si è abituati a modelli più costosi. Troppi pochi dettagli se si ingrandisce la foto – i singoli capelli diventano una ciocca unica-, i contrasti sono troppo forti – colori innaturali – e lo sfondo si offusca troppo – si vedono solo i contorni degli alberi.

Nel complesso, tuttavia, è possibile ottenere scatti accettabili tramite la fotocamera anteriore. Questi sono perfettamente adatti per i social media, anche perché ha già qualche funzionalità in più (HDR e bokeh involontario) – ma non saranno certamente foto professionali. Il Mi Mix 2S o il Redmi Note 5 producono selfie bokeh tramite il software. Dato che abbiamo il software MIUI per la fotocamera del BlackShark, questo potrebbe ancora succedere dopo un’aggiornamento futuro. Con la modalità HDR si ottengono foto ancora più contrastanti e con la funzione Face Beauty ci si può trasformare in un alieno…

I video possono essere registrati fino a 4K e sono anche stabilizzati elettronicamente (EIS). La stabilizzazione funziona molto bene fino a 1080p Full HD, a 4K si possono vedere i movimenti a scatti picolissimi. L’app viene riconosciuta 1:1 dal sistema MIUI, quindi è facile capire come usarla. È possibile scegliere tra diverse modalità, filtri e impostazioni. Mi piacerebbe avere più funzioni per gli scatti bokeh, ad esempio con diversi gradi di sfocatura. Ma, per il resto, il software della fotocamera Xiaomi è un grande vantaggio per qualsiasi smartphone MIUI.

La fotocamera è buona e diciamo che può tenere testa a modelli più costosi. Uno smartphone con Snapdragon 845 dovrebbe essere in grado di fare tutto, ma si nota la differenza rispetto al Mi8 e Mi Mix 2S. In altre parole: visti il budget ridotto e il prezzo attraente, lo smartphone per il gaming non si concentra sicuramente solo sulla fotografia. Ma questo non importa, perché fondamentalmente resterete sicuramente soddisfatti.

Connettività

Lo Xiaomi Blackshark è progettato per il mercato cinese e, a differenza del Nubia Red Magic, non ha la banda LTE 20, che per noi è importante, ma tutte le altre frequenze LTE sono disponibili.  Lo slot SIM ospita due schede Nano, che supportano entrambe le stesse frequenze. Lo slot SIM non supporta una scheda Micro-SD per l’espansione della memoria.

  • FDD LTE (Banda B1 / B3 / B4 / B5 / B7 / B8 / Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Produktfotos 3 KopieB12)
  • TDD LTE (Banda B34 / B38 / B39 / B40 / B41)
  • TD-SCDMA (Banda B34 / B39)
  • WCDMA (Banda B1 / B2 / B5 / B8)
  • GSM (Banda B2 / B3 / B5 / B8)
  • CDMA / EVDO (Banda BC0)

Internet mobile vicino alla città non è mai stato un problema; invece, per chi vive in campagna, occasionalmente potrebbe perdere connessione. Io vivo un po’ fuori città e non ho avuto nulla di cui lamentarmi – posso vivere con queste velocità di trasferimento. Il BlackShark supporta anche tutte le frequenze 2G e 3G necessarie. Per mantenere il ping il più basso possibile, le antenne sono disposte a forma di croce. Così si può tenere  lo smartphone in mano senza intaccarne la ricezione. Effettuare chiamate funziona come al solito. Nell’app del telefono si hanno tre schede con un campo di selezione, i contatti e una pagina gialla, per i numeri importanti della Cina (inutile per noi). L’altoparlante fa il suo lavoro correttamente e non distorce il suono nemmeno ad alto volume. Sfortunatamente, le chiamate VoLTE o tramite Wifi non sono disponibili. I due microfoni emettono il suono bene e trasmettono la propria voce in modo pulito con rumori di sottofondo filtrati.

L’altoparlante merita molte lodi! A quanto pare gli hanno lasciato abbastanza spazio: sembra quasi che abbiano posizionato un altoparlante dietro ognuna delle due griglie, uno dei due accentua decisamente i bassi. Anche l’altoparlante piccolo per le chiamate non è niente male, fa pensare automaticamente ad un’altoparlante stereo. Non è alto come gli altri due altoparlanti, ma contribuisce a un buon suono. Ci sono un sacco di bassi per essere l’altoparlante di uno smartphone, il che contribuisce a un suono incredibilmente tondo. A seconda di come si tiene il BlackckShark, si copre un altoparlante – ma il suono esce dall’altra apertura.

La tecnologia 2×2 MIMO garantisce inoltre una ricezione stabile del WiFi: qui vengono utilizzate contemporaneamente anche due antenne, a condizione che il router le supporti. Il BlackShark trasmette a doppia banda (5.0 GHz) e negli standard 802.11a, ac, b, g, n e n 5GHz. Il retro metallico inibisce un po’ la ricezione, per avere una ricezione migliore, i materiali più adatti sono vetro e plastica. Importante per il gaming: il ping che ho raggiunto via Wifi è stato un massimo di 5ms sulla connessione LAN diretta. Nelle impostazioni si trova la voce “XunYou”Acceleration. Il servizio sembra configurare una VPN e garantisce dati mobili senza problemi – ma ho preferito lasciarla disattivata. È disponibile la versione Bluetooth 5.0 ed è stato testato anche aptX.

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot GPSIl BlackShark dispone di GPS, A-GPS, GLONASS, Beidou e Hokuto per la navigazione, una bussola elettronica determina la direzione. La posizione è determinata con una precisione di 3m. La guida e la navigazione hanno funzionato in modo affidabile sia in auto che a piedi. Il BlackShark ha perso la connessione raramente ma, ad esempio, nei boschi, dove un OnePlus 6 è stato più preciso.

Come collegamento, è disponibile solo la porta USB-C in basso – una connessione jack sarebbe stata utile per collegare direttamente le cuffie. Per sbloccare il telefono è necessario fare a meno del riconoscimento facciale, ma la funzione potrebbe essere aggiunta tramite un’aggiornamento. Non importa, perché il sensore di impronte digitali è posizionato perfettamente e funziona senza ritardi. Questo è molto simile a quello dello Xiaomi Mi6 ed è facilmente incorporabile, il che lo rende facile da percepire. Purtroppo, non è così sensibile come quello dell’OnePlus, è necessario premere il pollice con maggiore forza invece di limitarsi a passare il dito su di esso: il 9 su 10 delle volte, il telefono si sblocca al primo tentativo. I tre sensori standard (luminosità, prossimità e accelerazione), un giroscopio e un sensore di posizione sono disponibili.

Durata della batteria

Xiaomi Blackshark Testbericht Gaming Smartphone Screenshot Akku PC MarkQuasi tipico dei dispositivi della Xiaomi, lo smartphone ha un’ottima durata della batteria. Lo smartphone BlackShark è dotato di una batteria da 4000 mAh che gli fornisce l’energia necessaria. Il tempo di esecuzione è abbastanza difficile da determinare, il che dipende completamente da quanto e a cosa si gioca – dopo tutto, questo è quello a cui serve questo telefono. In due giorni, ho raggiunto circa 7 ore di utilizzo con display attivo, ma questo dipende molto dal profilo di utilizzo. Per un video di un’ora su YouTube con la massima luminosità del display, il BlackShark richiede ben il 18% della batteria.

Nel benchmark di PC Mark della durata della batteria, il BlackShark raggiunge le 9:05 ore, il che non è male. Ma la concorrenza può fare di meglio: l’OnePlus 6 – 3.300mAh, il Mix 2S – 3.400mAh, il Xiaomi Mi8 – 3.400mAh.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Il Blackckshark viene caricato al meglio con un alimentatore Quick Charge 3.0. Così puoi fare rifornimento rapidamente: in 25 minuti arrivi al 35% della batteria. Dallo 0% al 90%, ci vogliono 68 minuti, per riempire la batteria 1 ora e 35 minuti.

Conclusione e alternativa

f721819e0f1d724c31e0f8438c69ede3 s131
Erik Zürrlein:

Il business degli smartphone ha bisogno di innovazioni e i cinesi le stanno fornendo piano, piano (Vivo Nex & Oppo Find X). Il BlackShark ha copiato lo Xiaomi dal Razer Phone e ha dato il proprio timbro nella categoria “Gaming Smartphone”. Fondamentalmente, il BlackShark è un fiore all’occhiello molto buono che eccelle nelle diverse categorie, rispetto alla concorrenza. In cima alla lista dei vantaggi troviamo da un lato che è semplicemente lo smartphone più veloce ed dall’altro lato, che è anche adatto per il gioco. Design e qualità costruttiva sono questione di gusti, alcune persone non ameranno il verde. Il BlackShark è molto maneggevole. Anche gli altri punti sono appena sotto il livello medio di uno Xiaomi Mi Mix 2S o di un’OnePlus 6. La fotocamera è buona, la batteria è abbastanza resistente, solo la banda LTE 20 non è supportata.

La domanda decisiva è “perché?”: dato che gli altri modelli di punta non hanno un grande svantaggio per quanto riguarda il gaming. Anzi, la concorrenza ha addirittura reagito e implementato le caratteristiche degli smartphone da gaming nei loro software. Anche se lo Xiaomi BlackShark è perfetto per tutti i giocatori professionisti. Allo stesso prezzo di 460€ della versione da 6+64GB dello Xiaomi BlackShark, ci sono anche alcuni modelli della concorrenza: l’OnePlus 6, lo Xiaomi Mi8, lo Xiaomi Mi Mix 2S o un Honor 10, che probabilmente offrono di più.

87%
  • Design e qualità costruttiva 100 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 90 %
  • Fotocamera 80 %
  • Connettività e comunicazione 80 %
  • Batteria 80 %

Confronto prezzi

6+64GB
A partire da 379 EUR
8+128GB
A partire da 391 EUR
Gamepad
A partire da 43 EUR
379 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
423 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
Solo 511 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
391 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
506 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
600 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
43 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 23.10.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami