Con lo Xiaomi Mi Max 3, è uscita ora la tanto attesa nuova edizione della serie di mega Phablet della Xiaomi. Rispetto al suo predecessore, molto è cambiato. Lo Xiaomi Mi Max 3 ha un processore Snapdragon 636 più veloce, una doppia fotocamera, supporto LTE completo in Italia e un display ancora più grande ma con le stesse dimensioni ridotte della scocca. Per tutti gli appassionati degli smartphone di stravaganti dimensioni, il Mi Max 3 dovrebbe quindi rappresentare un fantastico pacchetto complessivo – soprattutto considerando il prezzo interessante. In questa recensione, scopriremo se il Mi Max 3 Phablet mantiene davvero ciò che promette.

Xiaomi Mi Max 3 1

Design & Qualità costruttiva

Con dimensioni di 176mm di lunghezza e 87mm di larghezza, il Mi Max 3 è senza dubbio un telefono cellulare di dimensioni eccezionali. L’uso con una sola mano non è possibile, nemmeno con mani grandi, e il dispositivo è chiaramente visibile quando lo si porta nella tasca dei pantaloni. Gli sguardi sorpresi delle altre persone non dovrebbero disturbarvi quando mettete il Max 3 sul tavolo e tutti gli altri telefoni cellulari improvvisamente somiglieranno a miniature di smartphone. Positivo rimane il fatto che, tuttavia, il peso di soli 218g rimanga ancora abbastanza limitato e che il Max 3 misuri solo 8mm di spessore nonostante la sua grande batteria. Per quanto riguarda l’area del display utilizzabile, sono stati aggiunti 0,4 pollici rispetto al modello precedente. Fortunatamente, il display più grande non è accompagnato da una scocca più grande, ma è stato ottenuto riducendo i bordi del display in alto e in basso. Questi sono larghi solo poco meno di un centimetro. Di conseguenza, non ci sono più pulsanti soft-touch. Invece, lo Xiaomi Max 3 viene azionato con i pulsanti sullo schermo o con gesti a schermo intero. Questi ultimi consentono di rinunciare completamente alla visualizzazione dei tasti e di utilizzare invece le funzioni di panoramica delle applicazioni, home e indietro con movimenti sullo schermo. Il concetto è stato in gran parte preso dall’iPhone X e funziona molto bene sul Mi Max 3.

Xiaomi Mi Max 3 4Xiaomi Mi Max 3 10

Lo Xiaomi Mi Max 3 viene fornito solo con un alimentatore, ago per la SIM e cavo USB, il che è molto spartano. Se avete bisogno di una cover o di una pellicola protettiva, è meglio ordinarli insieme al telefono.

Xiaomi offre varianti di colore nero, oro e blu. Il look dello Xiaomi Mi Max 3 è rimasto pressoché invariato rispetto al suo predecessore. La scocca è ancora in metallo, interrotta solo da 2 sottili strisce d’antenna in plastica. La lavorazione è impeccabile e l’aspetto è di altissima qualità. Solo il passaggio dalla facciata posteriore a quella anteriore è più brusco nel nuovo Max 3 che nel suo predecessore, poiché il display sporge ora di circa un millimetro dalla scocca.

Xiaomi Mi Max 3 5 Xiaomi Mi Max 3 2

Come possibilità di connessione c’è una moderna porta USB di tipo C e un attacco jack da 3,5mm. Le schede SIM vengono inserite in uno slot sul lato sinistro. Per l’espansione della memoria è possibile utilizzare due schede Nano-SIM oppure una Nano-SIM e una Micro-SD.

Sulla parte anteriore è presente un flash a LED, l’auricolare e la fotocamera anteriore, nonché un LED di notifica monocromatico in bianco. Sul retro c’è una doppia telecamera posizionata verticalmente e il sensore delle impronte digitali. Il sensore sblocca il Max 3 molto rapidamente e quasi completamente senza rilevare errori dallo standby. In alternativa, si può usare il Face-Unlock per lo sblocco, che funziona sorprendentemente bene sul Mi Max 3. Tuttavia, va notato che il riconoscimento facciale può essere ingannato con una foto o un video e quindi offre meno sicurezza rispetto all’impronta digitale.

Lo Xiaomi Mi Max 3 è diventato uno smartphone considerevole. È chiaro, naturalmente, che un telefono cellulare di questa portata dividerà gli opinioni. Ma se ti piacciono gli smartphone grandi, ti piacerà sicuramente il Max 3. In termini di qualità costruttiva, lo smartphone non offre spazio alle critiche, a parte il passaggio un po’ sconnesso dal display alla scocca.  

Display

Xiaomi Mi Max 3 8

Riducendo i bordi del display, la facciata frontale è ora occupata quasi esclusivamente dal display da 6,9 pollici in formato 18:9. Grazie al nuovo formato 18:9, il display è leggermente più lungo di quelli dei vecchi cellulari in formato 16:9 come il Mi Max 2. La visualizzazione delle applicazioni e il sistema non presenta problemi, solo i video hanno una barra nera a destra e a sinistra. Il pannello ha una risoluzione di 2160 x 1080 pixel e raggiunge una densità di pixel di 350ppi. I singoli pixel non sono più visibili e anche con un display di queste dimensioni la risoluzione Full-HD è ancora perfettamente sufficiente. La luminosità è indicata dal produttore come 520 cd/m² ed è convincente anche nell’uso pratico. La leggibilità all’aperto non è un problema anche alla luce del sole. Questo è supportato dalla tecnologia Sun-Light di Xiaomi, che aumenta il contrasto in condizioni di forte luminosità. L’illuminazione del pannello è il più possibile uniforme, ma a un esame più attento si possono vedere piccoli aloni ai bordi superiori e inferiori. Durante l’uso quotidiano, tuttavia, questi non sono evidenti. Altre caratteristiche del software includono la funzione Double-Tap-to-Wake e una modalità di lettura che riduce la quantità di luce blu sul display nelle ore serali per proteggere gli occhi dell’utente.

Xiaomi Mi Max 3 3

Per quanto riguarda la resa cromatica del pannello, possiamo attribuire colori molto naturali e forti allo Xiaomi Mi Max 3. Nelle impostazioni c’è la possibilità di regolare continuamente la temperatura del colore, ma non è necessario ricorrere a questa opzione. Mentre la resa cromatica è convincente su tutta la linea, il contrasto del Max 3 IPS è tipicamente piuttosto mediocre. Il nero può apparire sufficientemente scuro in generale, ma con un’elevata luminosità del display si può vedere un leggero riflesso grigio.

Il touch screen registra fino a 10 punti di contatto contemporaneamente e fa un lavoro molto buono. Il vetro utilizzato è uno Corning Gorilla, che offre al telefono una buona protezione contro i graffi.

Lo Xiaomi Mi Max 3 ha un display molto grande e bello. Con i suoi 6,9 pollici offre spazio sufficiente per giochi e multimedia e il funzionamento è estremamente piacevole. Anche se ci sono piccoli punti critici come il contrasto mediocre e gli spazi non illuminati minimi in alto e in basso, questi non offuscano il quadro complessivo altrimenti positivo e non si notano nell’uso quotidiano.

Prestazioni

La Xiaomi segue l’esempio della serie Redmi Note con il processore e utilizza lo stesso chip del Redmi Note 5, lo Snapdragon 636. Rispetto allo Xiaomi Mi Max 2, il Max 3 è ora molto più potente. L’Octa-Core è il fratellino dello Snapdragon 660, che fornisce un’ottima performance nel Mi Note 3 e nel Mi A2. In termini di prestazioni, si tratta di un processore di fascia medio-superiore che si comporta molto bene in un telefono cellulare come il Max 3 che costa circa 250€.

Il telefono dispone di 8 Kryo 260 core con 4 x 1,8GHz nel cluster power e 4 x 1,6GHz nel cluster di risparmio energetico. Una buona efficienza energetica è fornita dalla moderna procedura a 14nm. Poiché questo è lo stesso chipset del Redmi Note 5, le prestazioni sono in gran parte identiche. Si ottiene un sistema veloce con tempi di caricamento molto bassi, in cui tutte le applicazioni funzionano senza problemi. Quando si naviga in Internet o in applicazioni come Facebook, anche il Mi Max 3 fa una bella figura e non c’è praticamente nessun ritardo di rendering. Oltre ad un sistema fluido e multimediale di ogni tipo, lo Xiaomi Mi Max 3 riproduce facilmente anche i giochi 3D più impegnativi. Asphalt 9, ad esempio, può essere giocato su impostazioni grafiche elevate e PUBG funziona in modo molto fluido con risoluzione HD e frame rate elevato. In qualsiasi momento non si verifica alcuno sviluppo di calore. Naturalmente, l’esperienza di gioco non è così divertente come su un telefono Snapdragon 835/845, ma tutti i titoli attuali possono essere giocati senza restrizioni e probabilmente sarà così ancora nei prossimi 1-2 anni.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato 3D Mark Risultato

La RAM LPDDR4X raggiunge una velocità di trasferimento di 6GB/s e anche la memoria (eMMC 5.1) è piacevolmente veloce con 206MB/s in lettura e 140MB/s in scrittura. Si tratta di una memoria convenzionale eMMC 5.1 e non di una memoria UFS veloce che normalmente è riservata agli smartphone di fascia alta. Senza Dual-SIM, la memoria può essere espansa fino a 256GB con una scheda Micro-SD. La Xiaomi offre due versioni di memoria del Mi Max 3: 4/64GB o 6/128GB. Nella pratica, la RAM da 4GB è sufficiente per la maggior parte degli utenti e offre una buona capacità multitasking.

Con lo Snapdragon 636, lo Xiaomi Mi Max 3 riceve il tanto atteso aggiornamento delle prestazioni. La velocità è assolutamente sufficiente per l’uso quotidiano di applicazioni, giochi e multimedia. I giocatori hardcore preferiranno un telefono con uno Snapdragon 835/845, per tutti gli altri il Mi Max 3 offrirà abbastanza potenza.

Sistema

Xiaomi Mi Max 3 MIUI Android 8 1Xiaomi Mi Max 3 MIUI Android 8 4 Xiaomi Mi Max 3 MIUI Android 8 5 Xiaomi Mi Max 3 MIUI Android 8 2

Sullo Xiaomi Mi Max 3 viene utilizzato il sistema interno MIUI 9.6 con base Android 8.1. Nei prossimi 1-2 mesi ci sarà un aggiornamento al MIUI 10, con il quale saranno introdotte anche nuove funzioni come il menu multitasking aggiornato sullo Xiaomi Max 3. Il sistema MIUI della Xiaomi è un sistema Android otticamente modificato con molte estensioni di funzioni. Nella versione 9.6 MIUI offre un Security Center rivisto, in cui i permessi delle singole applicazioni possono essere modificati fino all’ultimo dettaglio. Nel MIUI c’è anche la possibilità di impostare un “Secondo Spazio” con il quale è possibile richiamare un sistema secondario protetto da password con app e sistema di file separati. Le singole applicazioni possono anche essere clonate, in modo da poter, ad esempio, utilizzare Whatsapp due volte sul proprio cellulare. Numerosi temi possono essere scaricati dall’App Store MIUI e l’aspetto del sistema può essere definito nei minimi dettagli. Se possiedi la versione globale dello Xiaomi Mi Max 3, devi impostare India come regione per utilizzare il Theme Store.

Xiaomi Mi Max 3 ai assistent

Un’altra novità del sistema MIUI è l’assistente intelligente “Xiao Ai”, che dovrebbe creare una connessione al sistema domestico Xiaomi sul mercato cinese, in cui Google e Amazon non hanno alcun ruolo. Finora, tuttavia, l’assistente è in grado di parlare solo in cinese. L’inglese e persino l’italiano dovrebbero venire aggiunti in futuro. Allo stato attuale, lo Xiao AI Launcher è assolutamente inutile per i “non-cinesi”. Nel sistema MIUI di Xiaomi, tuttavia, è possibile scegliere quale Assistente AI utilizzare. Qui si può facilmente passare da Xiao AI a Google Assistant – almeno teoricamente. Nella pratica, tuttavia, solo Xiao Ai viene avviato quando il pulsante home viene tenuto premuto più a lungo. Tuttavia, l’assistente di Google può essere avviato con il comando vocale “Ok Google”.

Si noti inoltre che lo Xiaomi Mi Max 3 è disponibile sul mercato in una versione cinese e una versione globale. Fortunatamente, la versione cinese supporta anche tutte le frequenze LTE che sono importanti qui in Europa. Tuttavia, nella versione cinese ci sono solo l’inglese e il cinese come lingua di sistema e anche il Google Play Store deve essere installato manualmente. Con le nostre istruzioni per il Mi Pad 4, il Play Store può essere installato sul Max 3 in 5 minuti. Se avete già ordinato la versione cinese di Xiaomi Mi Max 3, potete passare al software internazionale in lingua italiana e Google Apps dopo il rilascio della Global ROM. Questa verrà rilasciata presto e potrà essere installata con una guida. Possiamo anche raccomandare la ROM Xiaomi.EU a coloro che desiderano cambiare. Questa si basa sulla China-ROM e ha altre estensioni da offrire oltre alla lingua italiana e a Google Play Store.

Fotocamera

Sul retro viene utilizzato un sensore da 12 e 5 megapixel. Il sensore principale ha grandi pixel da 1,4 μm e un autofocus a doppio pixel ed è supportato da un doppio flash a LED. L’apertura dell’obiettivo è f/1,9. I sensori sul retro sono della Samsung e sono identici a quelli del Redmi Note 5 (s5k5e8 & s5k2I7). La fotocamera anteriore, tuttavia, differisce dal sensore di onivisione del Note 5, qui è stata invece utilizzata una fotocamera da 8MP della Samsung con sensore s5k4h7. Come è prevedibile, la qualità fotografica della fotocamera posteriore corrisponde più o meno a quella di un Redmi Note 5, a un esame più attento ci possono essere differenze minime nella rappresentazione dei colori, ma queste sono trascurabili. Come già saprete quindi dal Redmi Note 5, il Mi Max 3 scatta foto molto belle alla luce del giorno, che può almeno competere con la qualità dei dispositivo di due volte il suo prezzo. Rispetto al Mi Max 2, la Xiaomi fa un grande passo avanti. La riproduzione dei colori è forte ma non innaturale e la messa a fuoco è estremamente veloce e affidabile. Il Max 3 fa anche una bella figura con scatti in condizioni di scarsa illuminazione e supera facilmente il suo predecessore, in quanto ha una nitidezza notevolmente maggiore e meno rumore. Tuttavia, questo non significa che il Max 3 abbia un’ottima performance in condizioni di scarsa illuminazione. Soprattutto rispetto a un Xiaomi Mi A2 con il suo diaframma f/1,7 c’è una netta differenza a favore del Mi A2. Ma il vero punto di forza dello Xiaomi Max 3 sono gli scatti bokeh. La separazione tra primo piano e sfondo funziona molto bene e si ottengono ottimi ritratti con pochi tentativi. La funzione Ritratto può essere utilizzata anche con la fotocamera anteriore creata dal software e anche qui funziona bene quanto con le due fotocamere sul retro.

Xiaomi Mi Max 3 camera sensors app2 Xiaomi Mi Max 3 camera sensors app3 Xiaomi Mi Max 3 camera sensors app1

La fotocamera frontale con 8 megapixel è molto adatta ai selfie alla luce diurna e alla luce ambientale. La nitidezza è elevata e la rappresentazione cromatica è piacevolmente naturale. Non appena c’è poca luce, tuttavia, si sviluppa un rumore chiaro e la qualità dell’immagine lascia molto a desiderare. Comunque sia, il LED Flash frontale può essere utilizzato come rimedio. Complessivamente, le immagini della fotocamera anteriore sono molto belle di giorno, ma non molto convincenti di notte.

In termini di qualità video, lo Xiaomi Mi Max 3 è altrettanto convincente come il Redmi Note 5. Gli scatti hanno un’ottima nitidezza e l’autofocus a doppio pixel funziona benissimo. EIS è disponibile per la stabilizzazione dell’immagine, che funziona molto bene sul Mi Max 3. Si noti, tuttavia, che gli scatti in 4K non sono stabilizzati nell’app MIUI camera. Ma se si installa l’Open Camera App, la EIS può essere utilizzata anche con 4K.

Connettività

Lo Xiaomi Mi Max 3 supporta le frequenze seguenti:

GSM : B2, B3, B5, B8
CDMA 1X/EVDO : BC0
WCDMA: B1, B2, B5, B8
TD-SCDMA : B34, B39
TDD-LTE : B34, B38, B39, B40, B41 (120M 2535M~2655M)
FDD-LTE : B1, B3, B4, B5, B7, B8, B20

Xiaomi Mi Max 3 7

La versione cinese del Mi Max 3 ha già a bordo tutte le frequenze di rete che sono importanti per noi in Italia. Gli utenti che non hanno paura di un cambio ROM possono anche comprare versione cinese o acquistare la versione cinese con Global ROM. Altri standard di ricezione includono il moderno bluetooth 5.0 e WIFI con standard ac nella rete a 2.4 e 5GHz. La ricezione è, come per il predecessore, estremamente forte sotto ogni aspetto e non ho mai avuto problemi di connessione a Internet mobile o ad altri dispositivi. Quando si tratta di Wifi, Bluetooth e ricezione di rete, il Mi Max 3 può anche battere la maggior parte dei cellulari più costosi. La qualità della chiamata è buona. Convince con un suono molto potente e ricco, che può sicuramente tenere il passo con qualsiasi smartphone di punta. Anche la funzione vivavoce fa un bel lavoro.

Xiaomi Mi Max 3 GPS Test

La Xiaomi non fa le cose a metà nemmeno per quanto riguarda i sensori, quindi il GPS (GPS, A-GPS, GLONASS e Galileo) è ovviamente supportato e anche una bussola. La ricezione è estremamente forte e il Mi Max 3 non si è mai lasciato ingannare durante la navigazione. Oltre ai 3 sensori standard (sensore di prossimità, luminosità e accelerazione), lo Xiaomi Max 3 ha un trasmettitore a infrarossi, un sensore Hall (per cover intelligenti) e un giroscopio. Senza Dual-SIM (2 x Nano-SIM) la memoria può essere estesa fino a 256GB con una Micro-SD. Tuttavia, l’NFC non è stato utilizzato.

Il Max 3 è dotato di due aperture inferiori che fungono da altoparlante così come il padiglione auricolare in alto per le chiamate. La qualità del suono può essere descritta come alta ed è assolutamente sufficiente per guardare video o riprodurre un MP3. Per la serie A dei cellulari però, l’altoparlante del Max 3 manca solo un po’ di bassi.

Durata della batteria

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Xiaomi Mi Max 3 PCMark Battery TestCon una batteria da 5500mAh e l’economico Snapdragon 636, lo Xiaomi Mi Max 3 è diventato un vero e proprio corridore di resistenza. Il fatto è che chi riuscisse a scaricare questo telefono cellulare in un giorno, o ha ricevuto un modello difettoso o dovrebbe andare a farsi fare trattamento psicoterapeutico a causa della dipendenza da telefoni cellulari. Nel mio caso, il Max 3 è durato 2,5 giorni nonostante l’uso massiccio di applicazioni, benchmark, la navigazione in Internet e un sacco di navigazione GPS con quasi 11 ore di tempo con lo schermo acceso. Per la riproduzione di un’ora di video Youtube viene utilizzato circa il 7% della batteria e per i giochi intensivi circa il 12-15%. Anche il consumo in standby è molto buono con circa il 3% durante la notte. La batteria viene caricata con Quick-Charge 3.0 e richiede solo 2 ore e 15 minuti in totale. Chi caricasse il telefono quando non ancora del tutto scarico, ricaricherà dopo mezz’ora circa il 30%, che di solito dovrebbe essere sufficiente per il resto della giornata.

Conclusione e alternativa

5a760de02c932da86be8bf0aa36a3d19 s131
Jonas Andre:

Lo Xiaomi Mi Max 3 è diventato un pacchetto completo di successo, che riscalderà adeguatamente il mercato dei Phablet, o meglio, definisce la classe Phablet stessa. Dopo 10 giorni di utilizzo, è ancora difficile per me criticare questo cellulare. I punti deboli del dispositivo riguardano tutti solo piccoli dettagli, come il vetro del display che sporge un po’ troppo dalla scocca e la mancata stabilizzazione dell’immagine delle registrazioni video 4K nell’applicazione MIUI. A parte questi piccoli punti, si ottiene uno smartphone dannatamente buono, soprattutto in relazione al prezzo. Lo Xiaomi Mi Max 3 ha un sistema veloce, i più recenti standard di connettività, una buona fotocamera, un jack per le cuffie, una batteria molto potente, un buon display e tutte le frequenze LTE necessarie in Italia. Se cercate un cellulare in formato XXL, non troverete un modello paragonabile a questo prezzo.

90%
  • Design e qualità costruttiva 90 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 80 %
  • Connettività e comunicazione 100 %
  • Batteria 100 %

Confronto prezzi

Mi Max 3 (4/64GB)
A partire da 218 EUR
Global Version
A partire da 207 EUR
Mi Max 3 (6/128GB)
A partire da 263 EUR
Solo 218 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
240 EUR*
5-10 giorni – Spedizione dalla Cina
Vai al negozio
281 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
393 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
Solo 207 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
212 EUR*
29-42 giorni - AliExpress Standard Shipping
Vai al negozio
222 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
263 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
281 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
466 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 16.12.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami