Una volta che ha ingranato la marcia, è difficile che la Xiaomi decida di fermarsi: lo Xiaomi Redmi 5 ha meno di mezzo anno, e il suo successore è già stato messo sul mercato! Gli smartphone Redmi della Xiaomi dominano il settore low-budget e la classe media. I modelli della serie “Redmi Note” offrono molta potenza, un grande display, sono dispositivi maneggevoli, e abbastanza potenti. La nuova edizione recentemente pubblicata della serie Redmi è composta dal Redmi 6A, dal Redmi 6 e dal Redmi 6 Pro. Solo il Redmi 5 Plus e il Redmi S2, che hanno entrambi una posizione speciale nella gamma dei prodotti Xiaomi, sono un po’ fuori linea. Va beh, si può dire che i nomi dei prodotti Xiaomi non sono veramente comprensibili, ma il Redmi 6 è ancora considerato da noi il successore del popolare Redmi 5. Abbiamo testato il Redmi 6a come successore diretto del Redmi 5a.

redmi 6 vergleich

Il cuore del Redmi 6 è un nuovissimo processore MediaTek Helio P22 (MT6762) supportato da 3/32 o 4/64GB di memoria. Un triplo slot per Micro-SD e Dual-SIM, una doppia fotocamera con 12+5 megapixel, un display HD compatto da 5,45 pollici e una batteria da 3000mAh dovrebbero assicurare alla Xiaomi la posizione di leader nel settore low-budget. Scopriamo in questa recensione se la Xiaomi ha fatto un buon lavoro o meno!

Design & Qualità costruttiva

Lo Xiaomi Redmi 6 è composto completamente da plastica e non da quindi la sensazione di essere un telefono elegante. D’altra parte, gli smartphone in plastica hanno i loro vantaggi. Questo significa che il Redmi 6, con un peso di soli 146g, non solo risulta molto leggero, ma ha anche una ricezione incredibile. Per quanto riguarda la stabilità del dispositivo, il Redmi 6 è convincente, e la sua elaborazione è ottima. Tutto quanto è fisso al suo posto e non si nota il passaggio dalla cornice al display. La Xiaomi oramai fornisce una cover in silicone a quasi tutti i suoi dispositivi, ma con il Redmi 6 Global, purtroppo, bisogna farne a meno. L’impressione tattile nella mano non è la migliore, ma a grazie all’unibody in plastica, il dispositivo a basso costo sembra comunque di alta qualità.

Xiaomi Redmi 6 review 3 Xiaomi Redmi 6 review 6

Rispetto al Redmi 5, le dimensioni del dispositivo sono state ridotte a 147,5mm x 71,5mm x 8,4mm (Redmi 5: 152 x 73 x 8mm). Il Redmi 6 con il suo display 18:9 è ora il rappresentante più compatto della serie Redmi. I margini a sinistra e a destra del display sono abbastanza grandi, 4 mm, come ci si aspetterebbe da un dispositivo a basso costo. Sopra e sotto il display, ci sono barre nere di 11mm. Il Redmi 6 viene comandato tramite tasti sullo schermo, in alternativa è possibile utilizzare anche i gesti a schermo intero della Xiaomi, cioè è possibile controllare le funzioni solo con gesti sul display. In alto, a sinistra del display, è presente un LED di notifica, ma non è molto luminoso e si illumina solo in bianco. La doppia fotocamera posteriore sporge minimamente dalla scocca ed è affiancata da un flash a LED. Il sensore delle impronte digitali fa un lavoro ottimo e sblocca sempre il dispositivo con precisione e in meno un secondo direttamente dallo stand-by.

Xiaomi Redmi 6 review 9 Xiaomi Redmi 6 review 7 Xiaomi Redmi 6 review 8 Xiaomi Redmi 6 review 10

Sul lato inferiore, c’è solo un microfono accanto alla porta Micro-USB per la ricarica, l’altoparlante si sposta sul retro del Redmi 6. La qualità dell’altoparlante è convincente per un dispositivo a basso costo. Gli alti e i medi non si sovrappongono quasi mai, anche a volume più alto, ma bisogna fare a meno dei bassi. Anche il volume alto è positivo. All’esterno a destra, il tasto di controllo del volume e il tasto di accensione sono saldamente integrati nella cornice, anche il punto di pressione dei tasti è buono. Nella parte superiore si trovano il connettore jack e un altro microfono per la cancellazione del rumore di sottofondo. Oltre allo slot ibrido, c’è anche un ulteriore slot per due Nano-SIM, in modo che l’espansione della memoria (fino a 400GB) con uso simultaneo della funzione Dual-SIM sia facilmente possibile anche qui.

Xiaomi Redmi 6 review 1

Fornitura dello Xiaomi Redmi 6

Il Redmi 6 è economico e lo si vede chiaramente nel design e nella lavorazione. Quasi tutto è fatto di plastica, ma la lavorazione è ancora molto buona e il Redmi 6, con il suo dorso arrotondato, è incredibilmente maneggevole.

Display

Il display da 5,45 pollici del Redmi 6 ha un formato 18:9 e una risoluzione di 1440 x 720 pixel. Questo porta il Redmi 6 a 295 pixel per pollice e il contenuto è ancora piacevolmente nitido. Il contrasto è da moderato a buono, ma il nero sembra più grigio che nero. Purtroppo, la luminosità del display è deludente; nelle giornate di sole si hanno evidenti problemi a leggere il display all’aperto. Il contrasto automatico di questo Xiaomi e il controllo della luminosità automatico hanno problemi a mantenere il display leggibile all’esterno. La temperatura del colore può essere regolata di continuo come di consueto ed è disponibile anche una modalità di lettura regolabile (filtro luce blu).

Xiaomi Redmi 6 review 5 Xiaomi Redmi 6 review 4

Il touch screen elabora fino a 10 tocchi contemporaneamente e digitare a velocità normale non è un problema. Tuttavia, come scrittore veloce, si nota la differenza con un Redmi 6 Pro (alias Xiaomi Mi A2 Lite). É stato comune per me scrivere più volte la lettera sbagliata. Tuttavia, non vi è alcun ritardo nella digitazione dei dati. Come sempre, la popolare funzione Double-Tap-to-Wake-Up è disponibile nel menu opzioni. Per utilizzare Face-Unlock quest’ultima funzione è molto pratica e lo sblocco con il viso funziona velocemente e bene se la luminosità è sufficiente. Ma la funzione non è sicura! Per sbloccare con Face-Unlock devi cambiare la “regione” sul tuo smartphone in India.

Prestazioni & Sistema

MIUI System Xiaomi Redmi 6 Xiaomi Redmi 6 Antutu Xiaomi Redmi 6 Speicher Geschwindigkeit

Il Redmi 6 è alimentato da un processore MediaTek Helio P22 Octa Core. Il MT6762 è nuovissimo e prodotto in un moderno processo a 12nm. Così il processore porta con sé una solida efficienza energetica oltre a prestazioni di classe media. Gli 8 core nel cluster di prestazioni alte hanno una frequenza di un massimo di 2GHz e sono supportati da una GPU PowerVR GE8320 con clock a 650MHz per le prestazioni grafiche. Così, il Redmi 6 ha abbastanza potenza per far partire semplici giochi 3D, ma giochi impegnativi come PubG non sono divertenti e sono segnati da ritardi permanenti. La navigazione nel sistema MIUI 9.6 funziona nel modo più fluido e veloce possibile, ma si sente ancora la differenza rispetto a un Redmi 6 Pro. Il Redmi 6 si concede qualche secondo di riflessione, soprattutto quando si tratta di multitasking. La memoria RAM è disponibile in due versioni: 3/32GB o 4/64GB di memoria. Inoltre, la memoria normale può essere estesa da Micro-SD.

Con 3GB di RAM, lo smartphone offre fondamentalmente buone possibilità per il multitasking, basta aspettare un po’ di tanto in tanto. La velocità della RAM arriva a 3,5GB/s che è una velocità media ma non è molto buona. La memoria interna è ben dotata con una velocità di lettura/scrittura di 280/114 MB/s.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

La gestione energetica dell’Helio P22 è convincente e il Redmi 6 non si surriscalda mai in maniera scomoda. Il sistema è ben ottimizzato e la maggior parte dei tempi di caricamento sono ragionevoli. Ma i gesti a schermo intero hanno un po’ un ritardo durante l’esecuzione, non è quello a cui siamo abituati con i dispositivi Xiaomi con uno Snapdragon. Nell’Antutu 7, il Redmi 5 segna 96.800 punti e supera il suo predecessore con 76.000 punti. Anche gli altri parametri di riferimento sono piuttosto positivi.

Il Redmi 6 con MIUI 9.6

Tutti aspettano il MIUI 10, ma la Xiaomi si prende il suo tempo come al solito e sistema prima i problemi dei BUG. Se si desidera utilizzare MIUI 10, è sufficiente richiedere un UNLOCK e installare ad esempio la ROM Xiaomi.EU. Questa si basa sul China DEV e fornisce già il MIUI 10 e aggiornamenti settimanali. La versione globale funziona con la ROM ufficiale della Xiaomi e viene fornita con gli aggiornamenti OTA direttamente sullo smartphone. Anche il Play Store è ovviamente preinstallato, così come alcune app di Google come Gmail, Maps e Youtube. Non è possibile sbarazzarsi delle applicazioni, ma non è necessario utilizzarle. Il Theme-Store e il Face Unlock non vengono più attivati in Italia. Per tornare entrambi, basta semplicemente cambiare la regione e impostare India nelle impostazioni alla voce “Altre impostazioni”. Altrimenti il MIUI è ancora fortemente modificato e bisogna prima abituarvisi. La navigazione attraverso il sistema è fluida e tranquilla, tranne che per i gesti a schermo intero. Dovrebbe essere chiaro che il Redmi 6 è un dispositivo a basso costo e le prestazioni non sono paragonabili ad un dispositivo da 200€rispetto ad altri telefoni cinesi, naturalmente. La velocità, in particolare nel sistema, è alla pari con quella dello SD450 del Redmi 5.

Fotocamera

Con un Sony IMX486 come sensore principale, abbiamo decisamente a che fare con un sensore davvero potente nel budget a basso prezzo. Il set di dual-camere viene completato da un sensore di 5 megapixel s5k5e8 della Samsung. L’apertura della fotocamera principale è f/2.2, e, per questo motivo, gli scatti in pessime condizioni di illuminazione non sono il meglio del meglio. Ma considerando la fascia di prezzo c’era d’aspettarselo. La fotocamera frontale fa selfie niente male con 5 megapixel.

Le funzioni della doppia fotocamera sono limitate all’effetto bokeh, che funziona mediamente bene. Dopo uno o due tentativi, il telefono riesce a distinguere perfettamente il soggetto principale dallo sfondo. Considerando il prezzo, il risultato è buono. La fotocamera frontale sovraespone leggermente le foto e ha qualche problema, dato che molti scatti escono mossi. Chi ha una mano ferma, sarà in grado di produrre scatti migliori, con più dettagli e colori migliori. Anche la fotocamera frontale offre scatti bokeh e regala selfie molto buoni. Qui il bokeh funziona veramente bene.

La fotocamera principale fa delle foto molto buone, almeno fino a quando è disponibile luce a sufficienza. Non appena si scattano foto all’interno o di sera, le immagini diventano rapidamente a grana grossa e sfocate. In buone condizioni di illuminazione, il sensore produce immagini dettagliate e nitide, alcune delle quali sono quasi troppo vibranti. È inoltre possibile dare un’occhiata alle immagini dallo schermo del PC e ottenere comunque belle foto ricordo. Il tempo di scatto è minimo e la messa a fuoco funziona in modo soddisfacente quando si scattano foto.

I video sono possibili in risoluzione FHD con 30 FPS ed è inclusa anche una EIS. Tuttavia, le registrazioni sono molto rumorose e l’EIS causa una spiacevole distorsione del contenuto video. Senza EIS, l’immagine è purtroppo chiaramente sfocata, quindi il Redmi 6 non è adatto per gli amanti del video.

Buoni selfie e foto in buone condizioni di illuminazione fanno si che questo Xiaomi si distingua nella fascia a basso budget. Naturalmente, il dispositivo non fa tutto bene, e qui mi riferisco in particolare alle registrazioni in condizioni di scarsa illuminazione e ai video. Se volete vedere un confronto diretto con il Redmi 5 o qualsiasi altro dispositivo, scrivetelo nei commenti.

Connettività & Comunicazione

Buona ricezione grazie alla scocca in plastica, che già conosciamo dal Redmi 5a. Anche il Remdi 6 può convincere completamente in questo punto. La ricezione della rete è straordinariamente buona e anche la portata WIFI e il flusso di dati sono forti. Anche se il WiFi funziona solo nella rete a 2.4GHz con standard n. Il bluetooth 4.2 funziona perfettamente nella pratica. Le frequenze di rete supportate sono:Xiaomi Redmi 6 review 11

  • GSM (B2/3/5/8)
  • WCDMA (B1/2/5/8)
  • TDD-LTE (B38/40)
  • FDD-LTE (B1/2/3/4/5/7/8/20)

Quindi tutte le frequenze necessarie in Italia sono coperte. La qualità della chiamata è di alto livello ed è ben supportata dal microfono che cancella il rumore di sottofondo. Anche il vivavoce può essere utilizzato senza esitazione. VoLTE funziona dopo l’attivazione con il codice: *#*#86583#*#* nessun problema con la mia SIM della Telecom.

Xiaomi Redmi 6 GPS Test fix 1 Xiaomi Redmi 6 GPS Test fix 2

Anche la ricezione GPS è ad alto livello ed è disponibile una bussola. La navigazione è avvenuta sempre senza problemi ed è stata limitata al massimo con brevi tempi di attesa all’inizio da parte del processore. Ci sono 3 sensori standard, ovvero i sensori di luminosità, prossimità e accelerazione. Sfortunatamente, la Xiaomi ha fatto a meno di un giroscopio.

 

Durata della batteria

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Xiaomi Redmi 6 Battery 3

Una batteria da 3000mAh aveva causato indignazione nel Redmi 5, quando il telefono era stato messo sul mercato. La Xiaomi, normalmente, ci vizia con batterie da 4000mAh, ma le batterie più grandi sono ora riservate al Redmi Note 5 e al Redmi 6 Pro (Mi A2 Lite). Con il Redmi 6, si fa prima di tutto a meno del Quick-Charge e ci vogliono 2,5 ore prima che il dispositivo sia completamente carico. La durata della batteria è buona, ma non del tutto a livello del Redmi 5. Lo si può già vedere nel test della batteria di PCMark, dove il Redmi 6 raggiunge la metà della durata della batteria con 6,5 ore. Nella pratica, tuttavia, questo non si nota più di tanto. Anche con compiti più intensivi, sono sempre arrivato a 2 giorni di utilizzo con 5-6 ore di DOT (tempo con il display acceso). Così, anche gli utenti più accaniti (che sarebbero comunque nella fascia di prezzo sbagliata) dovrebbero essere in grado di farlo durare almeno un giorno senza problemi. Se siete alla ricerca di una maggiore potenza della batteria, dovrete investire qualche euro in più per il Mi A2 Lite.

Conclusione e alternativa

5a760de02c932da86be8bf0aa36a3d19 s131
Jonas Andre:

La versione globale dello Xiaomi Redmi 6 è attualmente disponibile per circa 130€. Per 20€ in più, ti ritrovi con uno Xiaomi Mi A2 Lite (molto migliore) e per 20€ in meno ti ritrovi con uno Xiaomi Redmi 5. Per me, personalmente, il Redmi 6 perde un po’ nella gara dell’universo Xiaomi. Malgrado vanno fatte solo alcune critiche sul dispositivo. La luminosità del display è semplicemente troppo bassa e non so perché si dovrebbe fare a meno del sensore “giroscopio”. Anche la durata della batteria non è molto convincente. Ma possiamo accettare la plastica e la lavorazione, che è ancora eccellente. La fotocamera è una bomba negli scatti diurni, il display è nitido e la ricezione è eccellente. È necessario essere consapevoli delle proprie priorità prima di comprare questo telefono. Anche lo slot con 3 posti è sempre molto amato dagli acquirenti.
Per concludere, diciamo che il nuovo non è sempre meglio, questa è la fine di questa recensione e, personalmente, consiglio il “vecchio” Redmi 5 o un Redmi 6 Pro (Mi A2 Lite). La nostra lista dei telefoni a basso costo migliori ha anche molte altre alternative da offrire.

80%
  • Design e qualità costruttiva 80 %
  • Display 80 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 80 %
  • Connettività e comunicazione 90 %
  • Batteria 70 %

Confronto prezzi

Redmi 6 Global (3/32GB)
A partire da 104 EUR
Redmi 6 Global (4/64GB)
A partire da 129 EUR
Solo 104 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
111 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
122 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
129 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
144 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
181 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 17.11.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami