Con lo Xiaomi Redmi Note 5 vediamo il ritorno del re della classe media. Xiaomi ci ha lasciato a lungo in sospeso. All’inizio dell’anno eravamo ormai gli unici ad aspettarci ancora l’uscita del Redmi Note 5, tutti gli altri consideravano il Redmi 5 Plus il successore diretto del Redmi Note 4X. E invece eccoci qua con un Redmi Note 5 davanti a noi, addirittura nella versione globale, per soli 160€ con una memoria da 3/32GB. È inutile stare a rimuginare sui lati positivi e negativi del Redmi 5 Plus, per molti quel modello era stato una vera e propria delusione. Ma visti il processore Snapdragon 636 e la Dual-Camera del Redmi Note 5, le cose ora dovrebbero essere migliorate.

Xiaomi Redmi Note 5 vs. Redmi 5 Plus 2 Xiaomi Redmi Note 5 vs. Redmi 5 Plus 1

I tempi in cui gli smartphone più economici si dovevano nascondere nell’ombra dei telefoni da 800€ sono ormai passati. La qualità dello Xiaomi Redmi Note 5 con il suo processore Snapdragon 636 si avvicina pericolosamente a quella dei modelli molto più costosi con un processore Snapdragon 835. La differenza nelle prestazioni è impercettibile se non grazie ai test dei benchmark, ma durante l’uso quotidiano è praticamente impossibile scovare la differenza tra un Oneplus 5T o un Galaxy S9! Per quanto riguarda la durata della batteria, la maggior parte dei telefoni attuali ha solo da invidiare il Redmi Note 5. Ovviamente, non esiste lo smartphone perfetto, ma il Redmi Note 4X è stato effettivamente il telefono migliore per la maggior parte degli utenti. Se questo sarà anche il caso del suo successore, lo scoprirete in questa recensione. Il nuovo concorrente per il titolo di campione della classe media è tornato e dovrà dare del suo meglio per superare il nostro test!

Versione cinese vs. Versione globale

Il modello messo in vendita in India, il Redmi Note 5 Pro, da noi e in Cina viene chiamato semplicemente Redmi Note 5 (senza Pro)! Riconosciamo il dispositivo grazie al processore Snapdragon 636 e alla Dual-Camera.

Redmi Note 5 (Cina)

 

Redmi Note 5 Versione Globale

 

Redmi Note 5 Pro (India)

 

Processore Snapdragon 636 Snapdragon 636 Snapdragon 636
Memoria 3/4/6GB RAM, 32/64GB 3/4GB RAM, 32/64GB 4/6GB RAM, 64GB
Fotocamera Dual-Camera, 12MP (1,4μm, f/1.9) + 5MP

Dual Pixel PDAF Autofocus

EIS

Fotocamera frontale: 13 MP

Dual-Camera, 12MP (1,4μm, f/1.9) + 5MP (f/2.0)

Dual Pixel PDAF Autofocus

EIS

Fotocamera frontale: 13 MP

Dual-Camera, 12MP (1,25μm, f/2.2) + 5MP (1.12μm, f/2.0)

PDAF Autofocus

Fotocamera frontale: 20 MP

Display 5,99 pollici, 2160*1080, 1000:1 Contrasto 5,99 pollici, 2160*1080, 1500:1 Contrasto 5,99 pollici, 2160*1080
Batteria 4000mAh(typ) / 3900mAh(min) 4000mAh(typ) / 3900mAh(min) 4000mAh(typ) / 3900mAh(min)
Rete LTE (4G): 1/3/5/7/8

UMTS (3G): 1/2/5/8

GSM (2G): 2/3/5/8

 LTE (4G): 1/3/4/5/7/8/20/38/40

UMTS (3G): 1/2/5/8

GSM (2G): 2/3/5/8

Prezzo 142€ 165€ 174€

La nostra recensione si basa sulla versione cinese dello Xiaomi Redmi Note 5. La versione globale è già stata messa sul mercato, questa supporta la banda 20, importante in Italia, e viene anche venduta con la Global ROM (ciò comporta la presenza del Play Store di Google e della lingua italiana tra le opzioni di configurazione). Ad eccezione della rete, la versione Global è identica alla versione China. Quindi, il rapporto di prova è valido anche per la versione Global!

Design e qualità costruttiva

Lo Xiaomi Redmi Note 5 combina una scocca in metallo con 2 linee di antenna in plastica in alto e in basso. La plastica offre una migliore ricezione ed è appena visibile durante l’uso quotidiano. Il dispositivo da 6 pollici pesa 182g e le sue dimensioni sono di 159 x 75,5 x 8,1mm. Ciò rende il Redmi Note 5 un po’ più lungo e 17g più pesante del Redmi Note 4X. La doppia fotocamera si trova sul retro sulla sinistra, sporge di un millimetro dal dispositivo ed è una differenza evidente rispetto al Redmi 5 Plus. Per conferire al telefono un aspetto migliore e renderlo più maneggevole, la Xiaomi ha utilizzato un vetro 2.5D leggermente arrotondato sul davanti e agli angoli.

Xiaomi Redmi Note 5 Design 2 Xiaomi Redmi Note 5 Design 3 Xiaomi Redmi Note 5 Design 4 Xiaomi Redmi Note 5 Design 1 Xiaomi Redmi Note 5 Design 5 Xiaomi Redmi Note 5 Design 6

Lo Xiaomi Redmi Note 5 si adatta perfettamente alla mano. Il tasto di accensione e quelli per il controllo del volume sono facilmente raggiungibili sul lato destro del telefono. I margini a sinistra e a destra del display misurano 3,4mm. I tasti sono in metallo e sono saldi nella cornice dello smartphone. Lo scanner delle impronte digitali si trova sulla facciata posteriore. Quest’ultimo funziona molto bene e non ha mai sbagliato a riconoscere l’utente durante la fase di test. La facciata anteriore è occupata da un display in formato 18:9. A differenza del Redmi 5 Plus, qui troviamo anche un flash LED frontale e questa volta, il jack per le cuffie si trova sul lato inferiore dello smartphone.

IMG 4419 IMG 4423

Hanno pensato anche a una luce di notifica LED. Questa si illumina in bianco sopra al display del telefono. Il Redmi Note 5 viene comandato attraverso pulsanti On-Screen, nel MIUI 9.5 vengono messe a disposizione anche le così dette „Full Screen Gestures“. Queste sostituiscono i pulsanti sullo schermo e funzionano perfettamente (nonostante ci voglia qualche giorno per abituarvisi). Scorrendo dal basso verso l’alto si attiva il tasto “home”, scorrendo da sinistra o destra verso il centro, si attiva il tasto “indietro” e scorrendo dal basso verso l’alto e fermendo si un attimo si attiva il menú delle applicazioni in esecuzione. Il tutto è pensato così bene che in un paio di giorni sarà facile abituarvisi.

Xiaomi Redmi Note 5 Verarbeitung 1 Xiaomi Redmi Note 5 Verarbeitung 2 Xiaomi Redmi Note 5 Verarbeitung 3 Xiaomi Redmi Note 5 Verarbeitung 4

Lo scompartimento per le SIM si trova sul sul lato sinistro e supporta 2 Nano-SIM contemporaneamente oppure una Nano-SIM e una Micro-SD per l’espansione della memoria (fino a 200GB). Nella parte superiore, oltre a un trasmettitore a infrarossi troviamo anche il secondo microfono per la cancellazione dei rumori. L’unica pecca è la decisione di utilizzare una vecchia porta Micro-USB, che non dovrebbe avere nulla a che fare con uno smartphone di questa classe.

Trova schede Micro-SDs adatte su Amazon.it

In sintesi, la qualità costruttiva e il design del Redmi Note 5 non lasciano nulla a desiderare. Le transizioni dal display alla scocca sono appena percettibili, il design è moderno ed elegante e durante l’utilizzo, il telefono non sembra molto più grande di un normale dispositivo da 5,5 pollici.

Confezione del Redmi Note 5

Lieferumfang Redmi Note 5

Nella confezione troviamo un caricatore da 5V/2A, un cavetto Micro-USB e una chiave per aprire lo scompartimento delle SIM. Grazie al cielo, Xiaomi pensa anche ai dettagli e decide di includere una cover in silicone.

Display

Il display è quasi identico a quello del Redmi 5 Plus, ma quella volta abbiamo avuto un problemino con la stabilità dell’angolo di visualizzazione durante il nostro test con la nostra versione cinese. Tuttavia, nella versione globale non abbiamo riscontrato lo stesso problema e gli angoli di visualizzazione del Redmi Note 5 sono tipici per uno schermo IPS. Il display da 6 pollici ha una risoluzione di 2160×1080 pixel nel formato 18:9. Ciò porta lo schermo a una nitidezza di 403 pixel per pollice. La rappresentazione dei colori è nella media, risultando abbastanza accurata. Inoltre, è possibile personalizzarla impostando colori più freddi o più caldi a piacere. Il contrasto automatico dello Xiaomi si adatta alle condizioni di illuminazione e facilita la lettura all’esterno. Il Redimi Note 5 non ha sicuramente i livelli di nero di un display AMOLED, ciononostante i valori di nero sono decisamente molto buoni. Alla luce diretta del sole, la luminosità è abbastanza alta con 450 cd/m², e il contenuto del display può essere letto senza problemi.

Xiaomi Redmi Note 5 Display 2 Xiaomi Redmi Note 5 Display 1

La superficie del display è scorrevole, il vetro 2.5D offre una sensazione piacevole e lo schermo registra fino a 10 punti di contatto contemporaneamente. Se ti piace utilizzare SWYPE o se digiti velocemente, la superficie del display del Note 5 ti piacerà di sicuro! Il telefono registra gli input velocemente e risponde bene ai comandi, come un telefono da 500€, non ci sono lag durante la digitazione. Il display è resistente ai graffi, sebbene Xiaomi non specifichi la marca del vetro utilizzato (come ad esempio Gorilla Glass). Con un cacciavite e una lieve pressione sullo schermo, non siamo riusciti a graffiare il telefono. Tuttavia, il display non è immune contro le ditate. Nelle opzioni possiamo trovare anche la funzione amata “doppio-click” per attivare il display dallo stand-by.

Prestazioni

Dopo che la Xiaomi ci ha torturato per 2 anni, installando nei suoi dispositivi di classe media un processore Snapdragon 625, ecco finalmente un aggiornamento. Beh, non è che fosse esattamente un tormento, in quanto uno SD625 lavora in maniera abbastanza affidabile e ci permette di giocare anche alla maggior parte dei giochi. Ad ogni modo, lo Xiaomi Redmi Note 5 dispone di un nuovissimo Snapdragon 636 con 8 x Kyro 260 core. Questo Octa-Core è il fratello minore dello Snapdragon 660, che offriva ottime prestazioni anche nel Mi Note 3. La CPU lavora  con 4×1,8GHz nel cluster di exploit e con 4×1,6GHz nel cluster di risparmio energetico. La buona efficienza energetica è garantita dal moderno processo a 14 nm. Con l’attuale sistema “Lightning Fast” MIUI 9.5, le prestazioni sono semplicemente fantastiche. Lo Xiaomi Redmi Note 5 si avvicina pericolosamente ai dispositivi con uno SD835 anche per quanto riguarda le prestazioni quotidiane, ed è possibile vedere chiaramente la differenza con i dispositivi con uno SD625 come il Redmi 5 Plus o il Redmi Note 4X. Il sistema funziona in modo incredibile e non abbiamo trovato nemmeno micro-lag.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato

Giochi come Asphalt 8 e Nova 3 possono venire riprodotti senza il minimo problema. Anche i fan dei dispositivi mobili PubG saranno pienamente soddisfatti, anche se la differenza di prestazioni rispetto ai dispositivi più costosi con Snapdragon 835 sia evidente in questo caso. Tuttavia, negli smartphone di fascia alta, normalmente, la batteria è in rapida discesa – mentre nel Redmi Note 5 dopo 2 ore di PubG Mobile ha perso appena il 17% della batteria. Lo smartphone non supera mai i 37°. La RAM LPDDR4X raggiunge una velocità di trasferimento massima di 5GB/s e la memoria (eMMC 5.1) è piacevolmente veloce con una velocità di lettura di 206MB/s e una velocità di scrittura di 230MB/s. Attualmente, la versione globale è disponibile con 3/32 e 4/64Gb di memoria. In teoria, potrebbe anche apparire una versione da 6GB, ma il guadagno in termini di prestazioni non ne varrebbe la pena. La nostra versione RAM da 4GB riesce a gestire 20 applicazioni aperte simultaneamente senza problemi, solo che con così tante app è normale che le ricerchi all’apertura alle volte nella cache è ancora molto chiara e quindi inizia a ricaricare parzialmente le app all’apertura.Ma vista la velocità del dispositivo, quasi non ce ne si accorge.

Antutu Benchmark Xiaomi Redmi Note 5 Speicher Geschwindigkeiten Redmi Note 5 Xiaomi Redmi Note 5 3D mark benchmark

Con il Redmi Note 5, la Xiaomi offre le prestazioni a risparmio energetico che tutti stavamo aspettando. Considerando che il Redmi Note 4X o il Mi A1 erano già sufficienti per la maggior parte degli utenti, il Redmi Note 5 ora stabilisce nuovi standard molto più alti nella classe media. Ciò pone il dispositivo pericolosamente vicino a dispositivi 2-3 volte più costosi in termini di prestazioni.

Sistema MIUI 9.5 con base OREO

Screenshot 2018 04 02 09 57 39 258 com.miui .home Screenshot 2018 04 02 15 15 02 365 com.android.settings Screenshot 2018 04 02 15 15 15 543 com.miui .home Screenshot 2018 04 02 09 48 46 803 com.android.thememanager

Il Redmi Note 5 funziona sull’interpretazione di Android della Xiaomi. MIUI non è solo visivamente pesantemente modificato. Il sistema offre tonnellate di funzioni e opzioni di personalizzazione. La nostra versione cinese del Redmi Note 5 funziona con un MIUI 9.5 basato su un Android Oreo (8.1). Il MIUI 9 funziona perfettamente in combinazione con il processore Snapdragon 636. Tutte le app si aprono e si chiudono rapidamente, il multitasking funziona perfettamente e anche le prestazioni del browser sono eccellenti.

Screenshot 2018 04 02 08 42 42 272 com.android.settings

La versione standard del MIUI non dispone di un App-Drawer (pagina panoramica con tutte le app), ma questo può essere facilmente risolto utilizzando un altro tema o con un programma di avvio completamente diverso. Inoltre, la gestione della schermata iniziale semplice e intuitiva è impareggiabile, e le app possono venire facilmente organizzate in singole cartelle. Il cosiddetto “App Vault”, una pagina panoramica che si trova nell’ultima facciata a sinistra, può essere facilmente disabilitato nel menu delle opzioni e si può scegliere tra tre design diversi (moderno, senza limiti e classico) per personalizzare il telefono. Personalmente, sono un grande fan del design “senza limiti” perché sembra decisamente più moderno e più ordinato. Nell’app per i temi ci sono quasi infiniti temi e set di icone tra cui scegliere.

 

MIUI 9 Navigation Face Unlock 4 MIUI 9 Navigation Face Unlock 2 MIUI 9 Navigation Face Unlock 3 MIUI 9 Navigation Face Unlock 1

In particolare durante l’ultima settimana, sono rimasto colpito dalle “Full-Screen Gestures”. Con questa funzione puoi fare a meno dei pulsanti sullo schermo. MIUI offre il solito sistema di notifica e di gestione della batteria. Anche la funzione Face-Unlock è presente nel sistema e funziona abbastanza bene. Ma non è un’alternativa troppo intelligente considerando il tempo che richiede. Lo sblocco attraverso l’impronta digitale è decisamente più veloce e più facile. È possibile bloccare anche solo singole applicazioni o solo l’accesso alla rete. Sebbene MIUI abbia moltissime funzioni, funziona senza il minimo problema sul Redmi Note 5. Nelle prossime settimane, mesi e anni ci saranno sicuramente un sacco di aggiornamenti. Gli aggiornamenti della Xiaomi sono semplicemente fantastici.

ROM globale, ROM cinese o Xiaomi.EU

Anche la versione ufficiale globale dello Xiaomi Redmi Note 5 verrà distribuita automaticamente con una ROM globale in lingua italiana e con il Play Store di Google. Naturalmente, anche quest’ultima riceve gli aggiornamenti direttamente sullo smartphone. Nella nostra versione cinese, tuttavia, è stata preinstallata una ROM cinese, che supporta solo la lingua inglese (oltre a quella cinese) e non ha il Play Store preinstallato. Questo può venire installato facilmente con il MIUI 9.5 tramite il Mi-App Store. Basta aprire l’app arancione Mi Store, cercare Google e installarla. Quindi verranno installati tutti i servizi Google. Solamente che Google Contact Sync avrà bisogno dei diritti per accedere ai contatti in modo che l’applicazione funzioni facilmente.

Se si desiderasse utilizzare ROM personalizzate come Lineage-OS o Xiaomi.EU ROM, sarà necessario utilizzare UNLOCK della Xiaomi. Per tutti gli altri, i passaggi precedenti non saranno necessari, in quanto la versione globale viene fornita con tutti i servizi Google e la lingua italiana.

Fotocamera

Lo Xiaomi Redmi Note 5 ha una doppia fotocamera ed è in grado di realizzare scatti con effetto bokeh niente male. Il dispositivo da noi testato è la versione cinese del Redmi Note 5 e la versione globale utilizza la stessa fotocamera. Sul nostro modello, la doppia fotocamera consiste in un sensore da 12 megapixel (s5k2l7) con apertura f/1.9. Entrambi i modelli sono supportati da una fotocamera da 5 megapixel (s5k5e8). La fotocamera anteriore è identica, con un sensore da 13 megapixel (ov13855). La Xiaomi è nota per offrire fotocamere diverse e infatti otteniamo diversi sensori. Vi informeremo dei sensori della versione globale non appena verranno consegnati i primi dispositivi.

Il Redmi 5 Plus ci regala delle immagini decisamente migliori rispetto a quelle del Redmi Note 4X. Anche il Redmi Note 5 Pro non è niente male e ora ci stiamo avvicinando pericolosamente alla qualità del Oneplus 5T, del Mi6 o del Galaxy S8.

 

Le differenze nel numero di dettagli diventano visibili solo quando si zooma nella foto. Viste normalmente, queste sono indistinguibili. La resa dei colori non è niente male e la Xiaomi decide questa volta di mettere a disposizione meno personalizzazioni del software. Il Redmi 5 Plus rendeva le immagini più calde di quanto non fossero in realtà. Il numero dei dettagli del Note 5 è convincente, la riproduzione dei colori precisa e il contrasto dinamico sufficiente. È tornata anche la modalità HDR automatica e offre una gamma dinamica migliore, rendendo le immagini visibilmente più belle. È possibile fare scatti bokeh, ma quesi non saranno così buoni come quelli del Mi A1. Qui bisognerà aspettare un aggiornamento del software.

Non esiste un doppio zoom, il secondo sensore fornisce solamente il rilevamento della profondità dei vari livelli. Sebbene gli statti fatti con la luce del giorno possano competere con i modelli più costosi, in condizioni di scarsa illuminazione le cose sono diverse. Le immagini sono sgranate e poco nitide. Questo è perfettamente normale considerando la fascia di prezzo. Non normale, tuttavia, è l’eccellente stabilizzazione dell’immagine durante la registrazione dei video, grazie a uno stabilizzatore di immagine elettronico (EIS). In combinazione con una messa a fuoco automatica, il Redmi Note 5 può registrare video eccellenti e la qualità del suono non è niente male, anche se non ai massimi livelli. Attualmente i video sono possibili solo con 1080p, ma un aggiornamento dovrebbe presto consentire il 4K (anche il Redmi 5 Plus supporta i video 4K). Se non vuoi aspettare tanto, puoi registrare video 4K con un’altra app fotocamera (ad esempio Open Camera).

Con lo Xiaomi Redmi Note 5, la Xiaomi ha presentato probabilmente la miglior fotocamera nella fascia di prezzo inferiore a 200€, il dispositivo può distinguersi chiaramente grazie dagli eccellenti video dello Xiaomi MI A1. Il Mi A1 è ancora in testa grazie ai suoi scatti bokeh e al doppio zoom, dato che questi ultimi non sono supportati sul Note 5 e il bokeh non riesce proprio perfettamente. Ma il Redmi Note 5 fa a sua volta selfie molto più belli con molti dettagli e colori naturali.

Connettività e comunicazione

La versione globale dello Xiaomi Redmi Note 5 supporta le frequenze seguenti:

LTE (4G): 1/3/4/5/7/8/20/38/40 . (Versione cinese: 1/3/5/7/8)

UMTS (3G): 1/2/5/8 . (Versione cinese: 1/2/5/8)

GSM (2G): 2/3/5/8 . (Versione cinese: 2/3/5/8)

IMG 4450 IMG 4448

Con la versione cinese, bisognerà fare a meno della banda 20 LTE. In ogni caso, noi consigliamo di comprare solo la versione globale, poiché viene venduta con la ROM globale ufficiale inclusa, e il telefono è quindi pronto all’uso immediato. La forza di ricezione dello Xiaomi Redmi Note 5 è molto buona e non ho mai avuto problemi, nemmeno in campagna. La qualità della chiamata è eccellente e il microfono aggiuntivo facilita anche l’utilizzo del vivavoce. I valori SAR (acronimo di Specific Absorption Rate) del Redmi Note 5 sono di 1,29 W/kg alla testa e di 1,24 W/kg nel corpo. Nella rete Telecom, anche VoLTE non è un problema, bisognerà solamente attivare questa funzione con il codice: “*#*#86583#*#*.

Anche per quanto riguarda la connettività, il Redmi Note 5 stabilisce nuovi standard per la classe media. Ci troviamo di fronte a un equipaggiamento unico in questa fascia di prezzo, Bluetooth 5.0 e WIFI a velocità -ac (dual band: 2,4 e 5 GHz). La ricezione Bluetooth è davvero potente, anche a lunghe distanze, e difficilmente viene interrotta. Non ci sono problemi nemmeno con il WIFI. Solo il throughput dei dati con 30Mbit non è abbastanza per me, altri telefoni hanno valori migliori (50mbit max). Comunque sia, la portata e la connettività di questo modello sono davvero invidiabili.

WIFI Geschwindigkeit Xiaomi Redmi Note 5 Xiaomi Redmi Note 5 GPS Test 1 Xiaomi Redmi Note 5 GPS Test 2

L’altoparlante interno non è uno dei migliori, ma per essere un mono-altoparlante, è di buona qualità. Anche con il volume al massimo, non ci sono distorsioni del suono. I bassi sono un po’ rudimentali ma per lo meno sono percettibili e la qualità del suono è buona. Attraverso il jack per le cuffie, il dispositivo trasmette un suono limpido.

La OTG viene supportata e si può tranquillamente fare a meno della NFC. Tutti i fan della radio FM potranno tirare un sospiro di sollievo in quanto questa è supportata. Ci sono inoltre anche un sacco di sensori: oltre ai sensori base di accelerazione, prossimità e luminosità, sono inclusi un giroscopio e una bussola. In più, sono disponibili anche un sensore hall per cover intelligenti e un trasmettitore a infrarossi. Il GPS offre una localizzazione eccellente con ben 3-4m di precisione. Né in macchina, né a piedi ci sono stati problemi durante la navigazione e sono sempre arrivato al traguardo senza intoppi.

Durata della batteria

Xiaomi Redmi Note 5 Akkulaufzeit 1 Xiaomi Redmi Note 5 Akkulaufzeit 2

Per quanto riguarda la durata della batteria, il Redmi Note 5 dimostra risultati simili al Note 3 Pro e al Note 4X, ovviamente, con un display da 6 pollici e un processore tanto potente, non ci saremmo aspettati altrimenti. Dopo 2 ore a giocare con il telefono, questo aveva consumato solo il 18% della batteria. Consumare completamente la batteria del Note 5 in un giorno solo è quasi impossibile. Nel test della batteria di PCMark, il dispositivo ha raggiunto ben 13,5 ore di fila, con la luminosità del display impostata al 50%. Durante la fase di test, con molti benchmark, foto, video, e navigazione con GPS, non sono mai sceso sotto il 40% della batteria. Dopo ben 10-12 ore DOT (tempo con il display attivato) ho dovuto caricare il telefono. Lo Xiaomi Redmi Note 5 è ovviamente un telefono destinato a durare circa 2 giorni, nonostante non arrivi ancora ai livelli leggendari del Redmi Note 4X. La capacità della batteria secondo il nostro test è di ben 3900 mAh.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

La funzione Qualcomm Quick-Charge viene supportata, e con l’adattatore giusto è possibile caricare il dispositivo dallo 0 al 100% in 1 ora e 40 minuti. Con l’adattatore che troviamo nella confezione ci vorranno circa 2 ore, quindi non molto di più. Chi volesse ricaricarlo tanto per (magari tra il 20 e l’80%), in 10 minuti recupererà il 12% della batteria. Nonostante questo, la durata della batteria dello Xiaomi Redmi Note 5 è davvero incredibile.

Conclusione e alternativa

5a760de02c932da86be8bf0aa36a3d19 s131
Jonas Andre:

Il re della classe media è tornato e supera di molto la concorrenza. Solamente il Meizu M6S, che arriverà presto nel nostro laboratorio di test, potrebbe essere un’alternativa al RN5 Pro. Altrimenti, il Redmi Note 5 Pro offre ottimi risultati e delle funzionalità che pochi altri produttori si sognano. Nella fascia di prezzo tra i 150 e i 200€, a seconda della versione della memoria (3/32 o 4/64GB), il dispositivo distrugge senza pietà la concorrenza. Lo Xiaomi Redmi Note 5 è solido, ha un display nitido, è veloce come una freccia, dispone di un sistema all’avanguardia, la fotocamera è assurda, la connettività molto al di sopra della media e la durata della batteria è pazzesca. Solo la vecchia porta Micro-USB è uno scherzetto della Xiaomi, e sarebbe l’unica vera critica a questo smartphone. Se stai cercando il miglior smartphone di classe media, lo Xiaomi Redmi Note 5 è tutto quello di cui hai bisogno.

Comunque sia, esistono alternative, come ad esempio il LeEco Le Pro 3, per chi non avesse paura di apportare qualche modifica. Anche il Mi A1 con il suo Stock Android purissimo non è niente male, o anche lo Xiaomi Redmi 5 Plus sarà sicuramente sufficiente per soddisfare l’utente medio.

93%
  • Design e qualità costruttiva 90 %
  • Display 90 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 100 %
  • Fotocamera 90 %
  • Connettività e comunicazione 90 %
  • Batteria 100 %

Confronto prezzi

"Ni hao! Se il nostro rapporto di prova vi ha aiutato, saremmo lieti di ricevere il vostro sostegno. Cliccando sul nostro confronto dei prezzi, ci supporti con il tuo acquisto. Così ci aiutano a gestire Chinahandys.net ulteriormente in modo indipendente e senza pubblicità. Grazie mille".
3/32GB
A partire da 164 EUR
4/64GB
A partire da 173 EUR
164 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
Solo 184 EUR*
2-3 giorni – Spedizione dall'Italia
Vai al negozio
186 EUR*
2-3 giorni – Spedizione dall'Italia
Vai al negozio
173 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio
200 EUR*
1-2 giorni – Spedizione dall'europa
Vai al negozio
Solo 209 EUR*
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 25.09.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Cristian Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
Cristian
Ospite
Cristian

Ottima recensione.
Stavo proprio pensando di completarlo al posto del RN3Pro.
Non mi interessante la memoria di archiviazione e non uso giochi pesanti ne multitasking.
Volevo solo capire se posso risparmiare qualcosa e prendere il 3/32gb.
Grazie.