A metà dello scorso anno molti utenti desideravano uno Xiaomi Mi6 con display da 5,5 pollici (Mi6 Plus), quindi l’hardware di fascia alta del Mi6 in uno smartphone da 5,5 pollici. Xiaomi, infatti, ha recentemente presentato il Mi Note 3, il cui hardware non è di fascia alta come quello del Mi6. Tuttavia, le caratteristiche di questo Mi Note 3 sono di tutto rispetto: il processore Snapdragon 660 offre prestazioni quasi di fascia alta, anche la doppia fotocamera eccezionale del Mi6 è a bordo del Mi Note 3 ed è possibile scegliere tra i due tagli di memoria 6/64 e 6/128GB. La nostra recensione approfondita farà luce sulla domanda se, lo Xiaomi Mi Note 3, è o meno un’alternativa valida del Mi6 con uno schermo più grande.

Design e qualità costruttiva

Design e qualità costruttiva

Lo Xiaomi Mi Note 3 ha lo stesso retro in vetro 4D del Mi6. Tutti i bordi si fondono perfettamente nel corpo metallico. Rispetto al Mi6 l’impugnatura è un passo avanti, in quanto non essendo liscio, possiede una superficie opaca. Indubbiamente, lo smartphone ha una qualità costruttiva eccellente con un aspetto premium. Tuttavia, il Mi Note 3 è uno smartphone scivoloso e la parte posteriore in doppio vetro ha una nota dolente già risaputa: le ditate sono chiaramente visibili e la probabilità che il vetro si rompa è due volte più alta. E’ assente purtroppo in questo modello il jack audio. Sebbene Xiaomi non garantisca la protezione contro gli spruzzi d’acqua, il Mi Note 3 è probabilmente protetto. Nonostante le dimensioni maggiori pari a 153x74x7,6mm, il Mi Note 3 è 10g più leggero del più piccolo Mi6. Con 163g, il dispositivo da 5,5 pollici ha un peso ideale che non lo rende troppo pesante, ma offre comunque una sensazione di alta qualità. Lo Xiaomi Mi Note 3 eguaglia il Mi6 nel design e nella qualità costruttiva.

IMG 1213 IMG 1212 IMG 1210 IMG 1209

Provengono dal Mi6 l’assenza del jack audio, la presenza dello scanner delle impronte digitali che funziona perfettamente e la doppia fotocamera sul retro. Lo scanner delle impronte digitali è straordinariamente preciso e rapido. Il Mi Note 3 ha un pulsante home e 2 pulsanti retroilluminati. Come al solito il pulsante di accensione e quelli del controllo del volume sono posizionati sulla destra: sono saldamente fissati nel corpo dello smartphone, hanno un buon feedback e sono fatti di metallo. La doppia fotocamera posteriore non è sporgente e il flash LED bicolore è ben fissato nel vetro. Nella parte inferiore vi sono 2 griglie e la porta USB di tipo C. In una griglia è presente l’altoparlante, dentro l’altra il microfono. Tuttavia, nel Mi Note 3 è utilizzato l’auricolare per produrre un suono stereo. Nella parte superiore del telefono è presente un trasmettitore a infrarossi e un secondo microfono per l’isolazione del rumore. È possibile inserire 2 Nano-SIM nel vano dual-SIM; purtroppo non è possibile espandere la memoria.

IMG 1203 IMG 1204

Con il Mi Note 3, successore del Mi Note 2, Xiaomi termina gli esperimenti con i display curvi AMOLED. Per quanto riguarda il design e la qualità costruttiva, il Mi Note 3 è fondamentalmente uno Xiaomi Mi6 più grande e leggero.

Display

Il display da 5,5 pollici ha una risoluzione di 1920×1080 pixel pari a 401PPI. Il pannello IPS è curvo ai bordi e, come al solito, è resistente ai graffi, anche se Xiaomi non menziona il marchio (ad esempio Gorilla Glass). Gli angoli di visualizzazione sono ottimi al pari di qualsiasi altro top di gamma sul mercato e la leggibilità all’esterno è eccellente come nel caso del Mi6. L’elevata luminosità in accoppiata con il contrasto automatico offrono ottimi risultati. Ovviamente, è possibile ridurre la luminosità al minimo in caso di poca luce esterna. Se si desidera riposare maggiormente la vista, è possibile attivare la modalità lettura (filtra la luce blu) e si può impostare un determinato orario in questa si attivi o si disattivi automaticamente. La resa cromatica è ottima e il contrasto (per essere un display IPS) è eccellente.

Display

Il touchscreen registra fino a 10 tocchi contemporaneamente, l’accuratezza è ottima e ogni input viene eseguito istantaneamente. È possibile toccare il display due volte per attivarlo (double-tap-to-wake), anche se questa funzione non è fondamentale in quanto lo scanner delle impronte digitali si trova nella parte frontale. Il dito scivola dolcemente sulla superficie del display. Per quanto riguarda il display, lo Xiaomi Mi Note 3 è allo stesso livello dello Xiaomi Mi Mix 2 o del Mi6.

Prestazioni

Sorprendente è stata la scelta del processore a bordo del Mi Note 3. Xiaomi ha utilizzato un processore Snapdragon 660, chiaramente inferiore allo Snapdragon 835, almeno nei benchmark. Ci aspettiamo anche che lo Snapdragon 660 venga utilizzato nel nuovo meraviglioso medio gamma Xiaomi Redmi Note 5. Tuttavia, ciò che conta non è solo la pura potenza di calcolo: in un confronto diretto tra il Mi6 e il Mi Note 3, entrambi i telefoni sono comparabili come velocità. Il processore Snapdragon 660 è prodotto con lo stesso processo a 14nm dello Snapdragon 835 ed è basato su 8 Kryo 260 core. La frequenze di clock sono 4×1.8 e 4×2.2GHz, frequenze sufficientemente elevate. Una GPU Adreno 512 con frequenza di clock a 850 GHz e gli enormi 6 GB di RAM a supporto della CPU.

Screenshot 2017 09 21 18 10 37 689 com.antutu.ABenchMark Screenshot 2017 09 21 17 48 22 023 com.a1dev.sdbench

La memoria di archiviazione da 64 o 128 GB ha una velocità di lettura/scrittura di 274/233MB/s, che non è ai livelli dei top di gamma. È un vero peccato che abbiano usato “solamente” eMMC 5.1 e non un chip di memoria UFS. Tuttavia, l’installazione delle app avviene velocemente e le prestazioni del sistema sono elevate. Nel benchmark effettuato con Antutu, lo Xiaomi Mi Note 3 ha ottenuto 3,115.000 punti: punteggio comparabile al livello di un vecchio Snapdragon 820 (processore high-end dello scorso anno). Tuttavia, il processore supporta gli standard attuali come il Bluetooth 5.0 (disponibili anche sul Mi Note 3). Anche dopo 1 ora di gaming intenso, il dispositivo non si surriscalda particolarmente, stesso risultato quando il telefono è in carica. A proposito, tutti i giochi presenti sul Playstore funzionano perfettamente senza nessun impuntamento o calo di FPS.

Antutu Risultato Geekbench Multi Risultato Geekbench Single Risultato 3D Mark Risultato

Rimane un segreto di Xiaomi il perché non abbiano utilizzato il processore Snapdragon 835 e un chip di memoria UFS. Comunque, il Mi Note 3 è prestazionalmente inferiore al Mi6 e perfino inferiore rispetto al suo predecessore Mi Note 2. D’altra parte, nessuno noterà probabilmente queste differenze prestazionali nell’uso quotidiano. Lo Xiaomi Mi Note 3 è ad ogni modo uno smartphone mostruosamente veloce.

Sistema operativo

Screenshot 2017 10 09 11 48 06 095 com.miui .home Screenshot 2017 10 09 11 48 29 027 com.miui .home Screenshot 2017 10 09 11 48 49 497 com.android.settings

Attualmente, lo Xiaomi Mi Note 3 monta a bordo la MIUI 8 basata su Android 7.1.1. Poiché per ora non esiste una ROM global ufficiale (con il Playstore e gli aggiornamenti OTA) installabile, ti consigliamo di utilizzare la ROM Xiaomi.EU. Per fare ciò, è necessario prima effettuare lo sblocco del bootloader (UNLOCK) e successivamente seguire queste istruzioni. La ROM Xiaomi.EU è basata sull’ultima ROM DEV, motivo per cui è presente già la MIUI 9. In questo modo saranno disponibili gli aggiornamenti OTA. Lo Xiaomi Mi Note 3 funziona molto bene con la ROM Xiaomi.EU senza alcun bug. Chi è alla ricerca di un sistema veloce, ben fatto e personalizzabile con alcune funzioni aggiuntive, troverà molto appagante la MIUI.

Fotocamera

Il Mi Note 3 ha la stessa configurazione dual-camera del Mi6. Questo è ciò che avevamo scritto della fotocamera dello Xiaomi Mi6:

„Il sensore dello Xiaomi Mi6 è un Sony IMX 386 con stabilizzazione ottica dell’immagine e un sensore Samsung S5k3m3 con doppio zoom fisso. Il doppio zoom ottico non è disponibile nella modalità video. La priorità è data allo stabilizzatore di immagini a 4 assi del sensore Sony, ciò quindi ha senso. Comunque sarebbe bello se fosse possibile scegliere anche il sensore Samsung. Forse questo sarà possibile con un aggiornamento. Ti sentirai a proprio agio con l’applicazione della fotocamera Xiaomi. Le altre funzioni aggiuntive della doppia fotocamera possono essere selezionate direttamente nella schermata iniziale dell’applicazione con una “testa” e “1X” e possono essere utilizzate facilmente dai principianti.

Le immagini con doppio zoom del sensore Samsung e gli scatti bokeh risultano di buona fattura con il Mi6. Lo sfondo sfocato è quasi perfettamente scontornato dall’oggetto fotografato. Lo Xiaomi Mi6 fa un ottimo lavoro in questo campo ed è totalmente paritario ad iPhone 7 Plus. Anche gli scatti con il doppio zoom producono immagini nitide e accurate.

In condizioni di luce normale, la fotocamera principale scatta fotografie nitide, accurate in termini di colore e piene di dettagli. La qualità degli scatti è di ottimo livello. Con la riduzione della luce, il Mi6 inizia a incrementare il valore ISO che provoca un aumento del rumore nell’immagine. Anche la qualità video soffre in queste condizioni. Il Mi6 comunque fa un buon lavoro. Entrambe le fotocamere posteriori scattano a 12 megapixel, la fotocamera frontale scatta ottimi selfie a 8mp. Anche i video sembrano buoni. Sono possibili scatti in 4K e 1080P a 30FPS ciascuno. Anche la fotocamera anteriore può registrare video in full-HD. La stabilizzazione ottica dell’immagine garantisce una riduzione delle vibrazioni, tuttavia non è supportata da uno stabilizzatore elettronico delle immagini che provoca un leggero sfarfallio quando vi sono movimenti bruschi.

Anche se la fotocamera pecca in alcuni dettagli, in particolare nell’acquisizione dei video, Xiaomi ancora una volta presenta le migliori impostazioni possibili per la fotocamera! Le funzioni della doppia fotocamera sono semplici e divertenti da utilizzare. La qualità dell’immagine è ottima in buone condizioni di luce e può affrontare a testa alta gli altri flagship sul mercato – anche quelli più costosi. Presto qui potrai trovare un confronto diretto con la fotocamera del Samsung Galaxy S8.“

E’ disponibile un confronto diretto tra le migliori fotocamere nel nostro articolo “confronto tra top di gamma”. Per quanto riguarda la fotocamera frontale, Xiaomi con il Mi Note 3 va ben oltre (almeno nella descrizione) e utilizza un sensore Samsung S5k3p8 da 16MP, che lascia presupporre un’ottima qualità dal numero elevato di megapixel. Sfortunatamente, un confronto diretto tra il Mi6 e il Mi Note 3 dimostra, ancora una volta, che non sono solo i megapixel ad essere fondamentali per una buona qualità delle foto. Lo Xiaomi Mi6 scatta selfie con più dettagli e colori migliori. Anche i selfie acquisiti dal Mi Note 3 sono buoni, ma non sono di alto livello.

Connettività e comunicazione

Connettività e comunicazione

Il Mi Note 3 possiede una forte ricezione e una buona qualità della voce. È anche possibile parlare col vivavoce.

L’altoparlante del Mi Note 3 è sorprendente, in quanto possiede una qualità superiore al Mi6. Il volume non è altissimo, ma la qualità sonora è eccellente e batte anche gli altri top di gamma! Il suono in cuffia, collegate tramite jack da 3,5 mm, è ottimo: il suono è forte e chiaro.

Connettività e comunicazione gps

Anche la ricezione GPS è buona. La ROM Xiaomi.EU aumenta in particolar modo il numero di satelliti agganciati e il segnale è molto preciso con uno scarto di 2-3m. La bussola funziona bene con la navigazione pedonale; quando si utilizza la navigazione in auto, non ci sono mai state deviazioni dal percorso. Il Wi-Fi è dual-band con connessioni standard-ac da 2,4 GHz e 5 GHz, inoltre è presente l’ultima versione Bluetooth 5.0 che funziona perfettamente. Il Mi Note 3 è sprovvisto di radio FM, ma sono supportati l’NFC e l’OTG.

Oltre ai 3 sensori standard (di accelerazione, di prossimità, di luminosità), lo Xiaomi Mi Note 3 è provvisto di una bussola, un giroscopio, un barometro, un trasmettitore a infrarossi e un sensore eco (per cover intelligenti).

Durata della batteria

Durata della batteria Mi note 3

Avendo un display da 5,5 pollici, il Mi Note 3 non solo è più grande del Mi6, ma dovrebbe in teoria anche consumare più batteria. Pertanto, siamo rimasti sorpresi nel vedere Xiaomi aumentare la capacità della batteria di soli 150 mAh (3500 mAh) rispetto al Mi6 (3350 mAh). Usando la ricarica rapida, il Mi Note 3 si carica dal 20 al 90% in soli 50 minuti, il che è eccezionale. Lo smartphone è completamente carico in 1 ora e 20 minuti. Coloro che hanno bisogno di un po’ di batteria aggiuntiva durante la giornata, non avranno problemi con i tempi di ricarica.

La durata della batteria nell’uso quotidiano è semplicemente fantastica. Non importa se è dovuta alla bassa frequenza di clock del processore o all’ottimizzazione del sistema, poiché il Mi Note 3 ha sempre avuto una durata della batteria di 2 giorni con un DOT (Tempo di attivazione del display) di 7-8 ore.

Risultati durata della batteria Risultato Unità di misurà: ore

Nel test della batteria con PC Mark, il Mi Note 3 ha raggiunto l’eccellente tempo di 11,5 ore e batte facilmente tutti gli altri smartphone con questo risultato. Chi è alla ricerca di uno smartphone grande con una grande autonomia della batteria, non può sbagliare scegliendo il Mi Note 3.

Conclusione e alternativa

5a760de02c932da86be8bf0aa36a3d19 s131
Jonas Andre:

All’inizio ero piuttosto preoccupato per il passo indietro del processore e non potevo immaginare che il Mi Note 3 potesse essere in grado di competere con altri dispositivi di fascia alta. Tuttavia, dopo aver trascorso 2 settimane con questo dispositivo, ho un’opinione diversa. Il Mi Note 3 ha la stessa eccellente qualità costruttiva del suo fratellino. È un po’ più leggero, e ciò è un aspetto positivo. Il display da 5,5 pollici rappresenta una dimensione sufficiente e convince pienamente. Le prestazioni sono sufficienti per l’uso quotidiano. Il Mi Note 3 è più lento degli altri smartphone con a bordo l’ SD821 o l’ SD835, ma non noterai questa differenze nell’uso quotidiano, dato che il Mi Note 3 è comunque un telefono super veloce. E’ necessario attendere la ROM global e attualmente è necessario procedere con alcune operazioni dopo l’acquisto (UNLOCK e ROM Xiaomi.EU), ma ne vale sicuramente la pena!

Rispetto al Mi6, Xiaomi migliora ulteriormente l’altoparlante; il design d’altra parte rimane lo stesso. Tuttavia, la camera per i selfie non è davvero convincente nonostante la risoluzione da 16MP. La durata della batteria è invece fantastica.

Chi desidera un Mi6 più grande non dovrebbe preoccuparsi dello Snapdragon 660, dato che il Mi Note 3 è uno dei migliori smartphone disponibili sul mercato. Il prezzo è già in calo ed è in prossimità dei 300€; presto il prezzo sarà probabilmente inferiore ai 300€.

Gli utenti che cercano uno smartphone da 5,5 pollici più economico, dovrebbero dare un’occhiata allo Xiaomi Mi A1, che ha anche una doppia fotocamera. Naturalmente, aspettiamo trepidamente ancora il lancio del Redmi Note 5.

92%
  • Design e qualità costruttiva 100 %
  • Display 100 %
  • Sistema Operativo e prestazioni 80 %
  • Fotocamera 90 %
  • Connettività e comunicazione 80 %
  • Batteria 100 %

Confronto prezzi

"Ni hao! Se il nostro rapporto di prova vi ha aiutato, saremmo lieti di ricevere il vostro sostegno. Cliccando sul nostro confronto dei prezzi, ci supporti con il tuo acquisto. Così ci aiutano a gestire Chinahandys.net ulteriormente in modo indipendente e senza pubblicità. Grazie mille".
247 EUR*
5-10 giorni – DHL Economy
Vai al negozio
263 EUR*
10-15 giorni – Priority Direct Mail
Vai al negozio
Solo 278 EUR*
10-15 giorni – Spedizione dalla Cina
Vai al negozio
466 EUR*
10-18 giorni – EU priority Line
Vai al negozio

*I prezzi includono la spedizione e dazi doganali. Modifiche intermedie dei prezzi, classifiche, tempi di consegna e costi possibili. Prezzi aggiornati il 16.10.2018

Iscriviti alla newsletter
Ricevi direttamente nella tua cassetta della posta tutte le novità sui cellulari e i gadget dalla Cina!
 
  Subscribe  
Notificami